AMORI CHE NON SI INCONTRANO MAI

discussioni di vario genere, libri e poesia
michael santhers
Grande Autore
Grande Autore
Messaggi: 1506
Iscritto il: 20/03/2006, 3:40

VLADIMIR CIALTRONESCU

Messaggio da leggere da michael santhers » 21/04/2008, 1:15

Nacqui non so quando,
la mia casa sotto l’asfalto
la porta di ferro un tombino,
sniffai colla per farmi illusioni a misura
rubai fino a una reputazione da delinquente,
poi un giorno a un aguzzino cadde un giornale
lo afferrai per pulirmici il culo ma un inquilino lesse
che in un paese chiamato Italia
i reati erano tollerati e ci si poteva andare facilmente
senza stracciarsi la pelle al filo spinato di frontiere
e venni  da voi a costruirmi una casa
dove sopra al tetto passano ancora veloci automobili,
-Per sopravvivere, al primo furto rubai un televisore
che bello.. grande fratello il programma
il paradiso dietro a un vetro
donne bellissime, biancheria intima di seta,
a mostrarsi come frutto maturo da cogliere
invece esche malefiche ai miei ormoni
-La  vita non migliorava mai, anzi
Signori con giacca e cravatta mi diedero un lavoro
al patto che rimanessi sempre come topo
al che dissi non serve andare oltre confine
per rimanere eterno ratto, allora decisi
una soddisfazione me la devo levare
prima di morire, in terra straniera,
scoparmi una di quelle donne umane
-Ora sono in galera, una specie d’albergo
acqua, luce, gas, riscaldamento
e se lavoro mi pagano pure con rispetto
non devo più nascondermi, posso fumare roba pesante
e di tanto in tanto in aula c’è pure uno in gran postura
vestito da corvo che mi difende con ardore
-Dio esiste davvero e lo ringrazio
per questo premio celeste
-----------------------------------------
Da:Sorrisi Pignorati
www.santhers.com
ichael santhers

michael santhers
Grande Autore
Grande Autore
Messaggi: 1506
Iscritto il: 20/03/2006, 3:40

L'AVVOCATO ACARO

Messaggio da leggere da michael santhers » 22/04/2008, 6:47

Signori della corte, parlo a voi col cuore,
mentre il mio cliente di ferrea moralità, ligio al dovere
era intento in uno dei soliti esercizi pomeridiani
a sgranchirsi le ossa dopo immane affanno di scrivania
la signorina Panaro quì presente
al rimiro civettuolo di vetrine
all’indietreggiare distratta, finì col sedere
contro il piede teso del mio assistito
pertanto interrompendo le misere necessarie delizie
che offrono tali esercizi in ripiego
e la foto scattata da infame passante
accreditata come potente calcio al sedere
mostra si l’impatto ma non spiega vittima a subir
-Le illazioni di un corteggiamento rifiutato
sono volte a infangare, screditare
un onorevole professionista
pertanto la difesa non solo chiede l’assoluzione Totale
ma ingente risarcimento per ostacolo d’attività psico-fisica
pregiudicante a salute e mal resa al lavoro
-Visto la durezza d’impatto, il giudice in severa sentenza
condannò la donna a portare un cuscino alle natiche
e l’onere di far massaggiare per un mese
il piede alla povera vittima
----------------------- --------------------------------------
Da:Sorrisi Pignorati
www.santhers.com
ichael santhers

michael santhers
Grande Autore
Grande Autore
Messaggi: 1506
Iscritto il: 20/03/2006, 3:40

MOLISE

Messaggio da leggere da michael santhers » 24/04/2008, 0:18

--I Vichinghi..
rozzi e crudeli ma non certo
stupidi dissero..
abbiamo fatto tanta strada
non certo per esser
più poveri di prima
e non lasciarono tracce
--Garibaldi...
va bene riunire la Patria
ma questa terra è
davvero strana e maligna
anche per riposare
si sentono le colpe
di un lavoro sprecato
e proseguì veloce
per non pentirsi
--Napoleone...
pardon ma
non va bene nemmeno ai cavalli
si sentono pigri e nervosi
e sulla costa l’erba
è affilata dal vento
che raccoglie i lamenti
taglia la pelle e la lingua
--Annibale...
ssss...raccomandò ai soldati
...silenzio assoluto
più che agli ostacoli quì
c’è gente che dorme
e proseguì in punta di piedi
--Mussolini...
asserì
mancano le scuole
li istruiremo facendoli emigrare
impareranno più in fretta
a miglior prezzo
--Io...
che sono nato
in questo lembo di terra
ignorata dalle spartizioni
che contano
dico...è dovere di ogni madre
dominare con forza le doglie
e andare a partorire
nel futuro e non nel passato
recalcitrante persino ai ricordi
-----------------------------
Da:Vetriolo
www.santhers.com

MOLISE

-Amici e compari, stanziali eredi raccomandati
agli sportelli di questa nefasta regione-stazione
di gente in partenza a cercare una cuccia,un padrone
e vecchi con occhi torvi e collare alle mani in ritorno
dopo una sopravvivenza d’esilio a tirare le cuoia in terra natìa
-Il lourdes politico dà sempre lucro beato
e accoglienza a parassiti esenti d’acciacchi
e un calcio in culo a idealisti onesti precari
-Un nemico invasore,feroce a decimare le caste
che mischi le carte,schiacci le zecche
estirpi gramigne dall’orto,rilanci ossa e carne per aria
tra fauci per almeno una volta pari all’azzanno
la sola speranza degli esuli
----------------------------------------------
Da:Sorrisi Pignorati
www.santhers.com
ichael santhers

michael santhers
Grande Autore
Grande Autore
Messaggi: 1506
Iscritto il: 20/03/2006, 3:40

LA MINIGONNA

Messaggio da leggere da michael santhers » 24/04/2008, 1:05

Faccendieri,millantatori
ancor oggi si vantano d'aver in ingegno
inventato la minigonna
ma ben diversa è la storia,
da me ricostruita
in lustri di studi severi,
essa è frutto di punizione Divina
inflitta da Gesù a una capra disubbidiente
al suo intimar di silenzio in un campo di ceci
adiacente all'uliveto ove nascosto
ma la bestia in dispetto saltellando fece suonare
i secchi legumi nel guscio allertando i feroci Giudei
ormai rassegnati alla mancata cattura e invece scorsero
in flagranza il Divino col dito tremante
croce alle labbra tremolanti seccate
-Il capriccio costò caro alla bestia,scatenò ire celeste
alle quali fece seguito durissima esemplare punizione
con variazione del DNA
e conseguente drastico taglio di coda
da quel giorno per sempre alla specie
fino a lasciare per innescare vergogne
il sesso a malapena coperto
-Man mano nei secoli ciò che sembrava sciagura
diede lumi a scaltrezze e manipolatori dal nome "stilisti"
a proporre sempre più in eccesso l'accorcio di abiti
alle ben disponibili donne
cervellotiche e pari in capricci
alla suddetta maledetta bestiola,
inoltre esse fingendosi esacerbate cavie
di mal costume maschilista imperante
in nascosta finzione provarono lietezza per l'ispirato progetto
volto a scuotere senza rimedi in eterno
la pace e filosofie degli uomini che in gelosie
scoprirono pene...inaspettate,inguaribili
-----------------------------------------
Da:Pensieri Alternativi
www.santhers.com
ichael santhers

michael santhers
Grande Autore
Grande Autore
Messaggi: 1506
Iscritto il: 20/03/2006, 3:40

FLASH DI PRIMAVERA

Messaggio da leggere da michael santhers » 24/04/2008, 23:56

Il dolce belar di pecore
in intervalli al pasteggiar primizie
richiama pastori disertori,
ormai burocrati obesi, ozianti negli uffici
tra spostamento d'aria di giornali sportivi
e aroma di caffè scroccati
-Spruzzi di starnuti,pause a ragli singhiozzanti d'asini
in sintonia di tambureggianti sfiati
che sventolano a bandiera la coda
a ricordare umani pari in merito al sapere
e dileguatosi nei meandri di burocrazia
-Nelle stalle i buoi si omaggiano
grattandosi le corna per tacitare ormoni
incendiati dal polline di puttanai
emersi dall'occulto
-Si vedono le prime locandine truccate
di cantanti al tramonto annuncianti al concerto
in qualche sperduto paese
ove per farsi riconoscere dalla proloco
esibiranno carte d'identità
-In infiniti colori esplode la natura
a coprire scempi di discariche
e sembra persino arte scorgere fiori rigogliosi
in vasi di copertoni,carcasse di lavatrici
-Nella gara dei veleni,chimici contadini
con tute e berretti sponsorizzati
a sterminare le prime erbacce e tutto ciò
non allineato con la parola lucro,
tronfi sui loro turbo-trattori come carrarmati
a combattere forme di vita resistenti
al progresso
-Arrugginite croci di antiche via crucis
monche o rese obligue dal tempo
mendicano ombre espiatorie
---------------------------------------------
Da:Sorrisi Pignorati
www.santhers.com
ichael santhers

michael santhers
Grande Autore
Grande Autore
Messaggi: 1506
Iscritto il: 20/03/2006, 3:40

TRILLO DI GHIACCIO

Messaggio da leggere da michael santhers » 25/04/2008, 22:16

Vapori di cena speziata, fumante
resi ghiaccio a fermare il cuore
da una telefonata d’insolito trillo
come campanella di chiesa
in  pomeriggio che propaga
un funerale scomposto
tre amici spauriti,un cane aggregato
e un gatto nero che taglia la strada
sotto spruzzi dell’unica nuvola grigia
-Pronto Signora...mi dispiace,purtroppo...
-Era uscito al mattino a sorteggiare in riscatto
ennesimi viveri da mischiare all’affetto la sera
ma un braccio di gru,piedistallo
di un Santo fantasma da canonizzare a memoria
non ha retto al peso degli anni
ed è caduto su morbido uomo
improvviso pergamena ove solo i più cari
leggeranno anni rubati agli stenti
vedranno laghi mappati in sudore salato
e fiumi sgorgati da occhi di roccia,
orecchie caverne riempite d’insulti
naso antenna a percepire umori aguzzini
-Era uno dei tanti,formica alle lingue
o a districarsi nelle scanaluture alla suola di scarpa
e ora un sermone condito con fiori di serra
resi cera da spray, sarà ultima coreografia
a violentare attore e misero pubblico
nel destino degli umili, sempre baro
a interrompere mani che spezzano,ripartono pane
ogni giorno racimolato alle usure del tempo
degli uomini disertori all’umano
--Lo spettacolo è...morti bianche,
uniche scene visibili,un telo bianco lo schermo
un lenzuolo bianco a coprire un fantasma
-------------------------------------------------------------------
Da:Sorrisi Pignorati
www.santhers.com
ichael santhers

l.zag

Re: AMORI CHE NON SI INCONTRANO MAI

Messaggio da leggere da l.zag » 26/04/2008, 9:51

Calogero Fuscello...

con questa mi ricordi un certo rino gaetano che cantava di emarginati, nella sua "mio fratello è figlio unico"

michael santhers
Grande Autore
Grande Autore
Messaggi: 1506
Iscritto il: 20/03/2006, 3:40

DAVANTI A UN MOTEL (satira)

Messaggio da leggere da michael santhers » 27/04/2008, 0:46

Gli oggetti raccontano la nostra vita

Se passate davanti
a quei motel mordi e fuggi
basta sbirciare al parcheggio
per rendersi conto di scene di vita

Allo scorgere un ape ai suoi piedi
state sicuri si tratta di un commerciante
o un contadino che s'è portato a letto una pecora,
una capra

Nel caso vi sia una centoventisette
qualche squattrinato cialtrone
accompagnato in camera da una guardiana di copertoni
rimorchiata lungo un viale d'impiego

Se una fiammante ferrari
sicuramente il tizio è a copulare
con una bella giovane onesta donna innamorata
con miglior referenze di piazza
ovvero le gloriose virtù del gentil sesso

Può capitare di vedere nel piazzale ben altro
ad esempio un carro funebre
non è un autista al trasporto di feretro,fermo per riposare
ma qualche vecchio bacucco
che con giovane pulzella ci ha lasciato le penne

Rimane ancora un'ipotesi
una bici a fianco all'ingresso
non è atleta fuori corsa al riposo
semplicemente un disgraziato in camera,solo
alle prese con l'antica arte di masturbazione

Il lettore più ardito,lungimirante
potrebbe ipotizzare di un pullman,
allora in questo caso
basta cambiare semplicemente il nome
di motel a bordello

--------------------------------------------------------------
Da:Sorrisi Pignorati
www.santhers.com
ichael santhers

michael santhers
Grande Autore
Grande Autore
Messaggi: 1506
Iscritto il: 20/03/2006, 3:40

BIGOTTI CRITICI E ASINI-satira-

Messaggio da leggere da michael santhers » 29/04/2008, 4:34

A primvara
quando il torpore si arrende
alla luce che irradia i cuori
al risveglio d'amore
un asino trovò comodo in mancanza
di femmina raffreddare gli istinti
piuttosto feroci e sfuggiti al controllo
del richiamo di carne
in una pozzanghera che si offriva specchio
deforme per smorfie di irrequieti monelli
poi al sole si scosse con tremolii
volti a far scivolare la'cqua dalla malconcia
pelliccia e redarguire il sangue ribelle desto
troppo presto,brusco dal gelido inverno
e s'incamminò per un sentiero affiancato
di case e vicino a una di esse
grattò con forza la schiena
preparata a espellere il pelo in esubero
fiaccato dal gelo e pronto a far posto
a un nuovo manto di miglior estetica
indispensabile a un'auspicabile corteggiamento
inoltre tal gesto serviva ad addolcire
il sangue disertore al richiamo di compostezze
che mai sfuggivano a sera agli occhi di un padrone
esigente severo che del decoro aveva
fatto suo vanto alla comunità
e con la coda alla parete pennellò un fango
infiltrato pronto a seccarsi
..sul muro si compose una strana figura
subito notata da alcuni oziosi bigotti
scambiata per un passaggio marcato voluto
di Santità..ma tal notizia giunse all'orecchio
di un giornale locale stanco di inventare
letture per la noia di un paese fin troppo
tranquillo alla ricerca di nuove emozioni
-Alcuni critici si scrollarono antiche pigrizie
e parlarono subito di un'opera d'arte
di un errante geniale pittore votato all'anonimato
onde evitare che la sua fama prendesse
sopravvento sull'ingegno omaggiato
-Ora in quel luogo è accesa ancora una disputa
tra chi lo vuole oggetto di culto
e chi soltanto un posto prescelto da
un artista sublime
col solo intento di rivitalizzare un paese
dormiente e farlo conoscere oltre confine
-Io come sempre passai per caso
ed ebbi modo di dire..in fondo non c'è
differenza tra...Bigotti,Critici, Asini e
.........qualche lettore...........:-)
-------------------------------------------------
Da:Voci scomode
www.santhers.com
ichael santhers

michael santhers
Grande Autore
Grande Autore
Messaggi: 1506
Iscritto il: 20/03/2006, 3:40

LATITANTI-GIORNALACCI

Messaggio da leggere da michael santhers » 30/04/2008, 22:25

Ci sono troppi delinquenti incalliti
in bella postura con giacca e cravatta al parlamento
latitanti a giustizia, terrestre, Divina,
non vedo perché accanirsi con razzismo spietato
verso coloro che hanno la sfortuna a pari grado
ma con meriti di gavetta sul campo
doversi nascondere...    e fare vita greve da talpa
mentre i primi in gloria mostrata, osannati Santi
riveriti ogni giorno
-Gli stessi molti poeti, ciambellani egoisti
dischi incagliati in litanie d’amore
meriterebbero galera severa
per falsa testimonianza a occultare la storia
visto la reticenza osata per salvare colletti bianchi
in difesa di loro agi in cialtronerie coltivate, sviluppate,
diserzione al lavoro di braccia
-Altro vomito mi procurano alcune donne
larve esca a squallide tresche, salvo poi lamentare
indecenza e noiosa politica prettamente maschile
mentre loro intellettuali fanno cose ben più serie al paese
mostrare il culo ai reality, posture alla monta di pecora
.. ditemi tra queste odierne muse un fac-simile di Leonardo
con fessura all’incrocio di gambe
al posto di pretuberante ciondolo orpello
che abbia sacrificato cagnesco orgasmo all’umanità
-Mi sparerò di nascosto il giorno che ingordo d’elogi
scriverò per piacere alla gente
-----------------
GIORNALACCI
Direttori di porcillaie illustrate
con lucri e meriti al pari se non più
di colleghi inviati di guerra
forniscono a donne
alla nostra portata di mano
visioni di mondi fiabeschi
e queste paragonandoci
al nababbo di turno e al confronto
in disprezzo sposano il dito
al clitoride e benservito ci danno
e noi poveri Cristi con stracci al groppone
a varcare la soglia e mendicare
l’oggetto di screzio, il giornale
futuro compagno d’insonnie
a farsi icona d’istinti
per manipolazioni a escrescenza d’orpello
inferocito come asino orfano di stalla
-Oh!  porco di un cane oltre al danno la beffa
champagne al copulare di eletti
e efferata masturbazioni a noi derelitti
-------------------------------------------
Da:Sorrisi Pignorati
www.santhers.com
ichael santhers

michael santhers
Grande Autore
Grande Autore
Messaggi: 1506
Iscritto il: 20/03/2006, 3:40

CI SONO VECCHI E VECCHI

Messaggio da leggere da michael santhers » 06/05/2008, 1:03

Ci sono vecchi e vecchi
molti, angeli che fanno spago la pelle
a lasciare un filo ai figli per il Paradiso sognato,
noi spesso in rispetto e pietà per l’età
li mettiamo genericamente sotto unica
benevole categoria ma purtroppo esistono
anche quelli bastardi,resistenti a tirare le cuoia
sono padri padroni ottantenni e ancora lucidi hanno
alla frusta primogeniti pulli di sessanta
servi schiavi intimoriti, incapaci d’ogni proprio pensiero
e attenzioni amorevoli a famiglia propria in disagi
essendo essi assuefatti, intimoriti,costretti
a sola ubbidienza del despota padre
-Sono carogne avare negli anni che hanno vinto
persino la putrefazione e considerano
la prole spugna da strizzare alla sete
del dittatore malsano pensiero
con continuo ricatto a non lasciare
loro possedimenti vitali all'atterrita dipendente cavia
-Nascosti sono implori e sensi di colpa affinchè
i suddetti aguzzini siano a corto di respiri fino all'estinguo
e finiamola con questi buonismi ipocriti
a parlare sempre di coloro che in autunno
vedono la foglia gialla cadere come saggia metafora
di vita e si danno facile al pianto
perchè tra questi, tanti cialtroni sbeffeggiano
persino la morte e ferreo è il pensiero avido
di farla franca per secoli ancora,
or dico io carogne indegne c’è troppa gente
a cui avete fatto del male e aspetta
il vostro cuore al tonfo finale del baratro
-Certe propaggini malnutrite arrancanti
prendono vita solo dopo che il fusto padre
finisce calore al camino d'inverno
------------------------------------------------
Da:Sorrisi Pignorati
www.santhers.com
ichael santhers

michael santhers
Grande Autore
Grande Autore
Messaggi: 1506
Iscritto il: 20/03/2006, 3:40

MAGGIO

Messaggio da leggere da michael santhers » 06/05/2008, 4:02

Amore,non so cantare
ma ti dedico queste atmosfere
di profumo di fieno,
scoppiettanti falciatrici,
balbuzienti motozappe
e melodiosi ragli d’asini
accompagnati dal tambureggiare
degli stessi e ben in amalgama
al grugnire di rosei maiali
a cui nelle pause s’inserisce
celestiale coro di pecore
redarguite da avvinazzati pastori
-Colgo per te fiori di colza,cardi e lupinella
per un bouquet pettinato dal vento
affinchè ti giunga selvaggio il suo profumo
a rinverdire almeno un ricordo per me solo
-Ah! questo mio povero cuore
batte come zappa al rimbalzo su sassi
e le parole sono sputi al manico
ad ammorbidire dolorosi calli
-Come il rastrello a raccogliere
pagliuzze perse più per dar buon lavoro
all’occhi e non cumulo al lucro
così questo mie metafore a racimolare
fuggite speranze, illusioni all’anima
-------------------------------------------------
Da:Sorrisi Pignorati
www.santhers.com
ichael santhers

michael santhers
Grande Autore
Grande Autore
Messaggi: 1506
Iscritto il: 20/03/2006, 3:40

LUCE D'INGANNO-IL FILO

Messaggio da leggere da michael santhers » 10/05/2008, 0:15

Con ombre
inquiete
trafitte
da luce
filtrante
da spazi
rubati
a finestre
imprecise
lenta
si spoglia
con giochi
d’inganno
in questa stanza
guscio violato
d’inerme animale
l’ultima pace
dell’anima mia
---------------
IL FILO
Amore...
tu l’ago
io il filo
a seguirti,
è giunta l’ora
di finire
in qualche pezza
e so che dopo
mi lascerai solo
a consumarmi
con dolore
nel cimitero
delle stoffe
--------------
Da:Pietre e Utopie
www.santhers.com
ichael santhers

michael santhers
Grande Autore
Grande Autore
Messaggi: 1506
Iscritto il: 20/03/2006, 3:40

CHE SIANO I LETTORI A DARE UN TITOLO

Messaggio da leggere da michael santhers » 11/05/2008, 4:44

Di nascosto
per paura di me stesso
andai a trovarla al cimitero
per dirle ciò che mi aveva impedito
il coraggio...di entrare
nella sua timidezza
aggressiva nelle difese

Il nostro fu un amore intenso
fatto di silenzi
di gesti
di sguardi
da interpretare
che fondevano le anime mute

Non ci fu mai dialogo verbale
nemmeno in sogno
mai un abbraccio
una carezza
un bacio
magari coperti da un saluto

Apparentemente morì prima lei
nell'anima non so
non lo saprò mai

Giunto nel luogo
dove finiscono le pene
vegliata da un cipresso
con la schiena piegata
come a tendere un'orecchio
e dar conforto al lungo sonno
vidi la sua foto
sulla ceramica cotta
a mille gradi

Dalla scrittura qualunquista
quì riposa....
due solchi mi riportarono ai suoi occhi
lo scavo di due lacrime mai interrotte

Intatto era rimasto il dolore
mi guardò con sospetto
......e io cercai di parlarle
ma la bocca non rispose

Intorno vidi altre lapidi
coi volti sereni
come a invogliarmi a rimanere
ma proprio accanto a lei
non c'era altro posto
per dormirle accanto

Me ne andai con passo leggero
..notai una caverna scura nel petto
lasciata dal mio cuore

Io unico morto
che camminavo seguito da un'ombra
che al mio voltarsi si dileguò
nel silenzio eterno dei respiri

-------------------------------------

Da:Soste precarie
www.santhers.com
ichael santhers

michael santhers
Grande Autore
Grande Autore
Messaggi: 1506
Iscritto il: 20/03/2006, 3:40

PARTIVANO

Messaggio da leggere da michael santhers » 17/05/2008, 23:26

Salsicce per cravatte
formaggi in tasca,sapone
colli di cappotto,polli
scatole di scarpe, valigie
partivano emigranti dal Molise
-Un bacio all’asino
sussurro alle pecore
rimprovero alle capre
sbatter di suole alla piazza
ultimo sorso alla fontana,
due diamanti liquidi sotto gli occhi,
raccomandazioni mute in chiesa,
rondini al primo viaggio
senza istinti senza bussola
unica mappa un Italiano
scroscìo d’acqua al salto di scoglio
-In nuova terra
a conquistare una cuccia a retromarcia
in abbaio sorteggio di consonanti
e una Y finale regalata al nome,
ever weal friend
la combinazione a memoria
a cercare d’aprire nuovi cuori
oltre l’oceano
---------------------------------------
Da:Sorrisi Pignorati
www.santhers.com
ichael santhers

michael santhers
Grande Autore
Grande Autore
Messaggi: 1506
Iscritto il: 20/03/2006, 3:40

NEL RIVEDERLA

Messaggio da leggere da michael santhers » 19/05/2008, 23:50

--Sul volto
il rimbalzo degli anni migliori
poggiati come raffinate collane
le rughe al bianco collo
in desideri di aggrappi
di bocche
scivolate socchiuse
in risvegli di drammi
--Nel tempo
che aveva trastullato i pensieri
per addolcire l’anarchia
dei battiti che mi bucarono
il petto
nel rivederla
si svegliò l’animale ricordo
--L’affetto trasportato dagli occhi
su oggetti che presero vita
bruciò il nome
ma imbalsamò la figura
--Il tempo
sconfitto o corrotto
conservava la fiamma al dolore
la bellezza intatta
al tormento di un’anima
con mai pace raggiunta
--Dio che mai
si era mostrato al richiamo
di pene
mi strappò l’ultimo appello
fare di due vite
per l’ultima volta una sola
o nel bilancio di mani
con sguardo alle tenebre
poggiare una a terra
una al cielo
--Sordo
ci mise in un cerchio
ci assegnò due strade
con traguardo in preghiere
monete per la sua banca
per lievitare..il suo nome
----------------------------
Da:Voci dall’inferno
www.santhers.com
ichael santhers

michael santhers
Grande Autore
Grande Autore
Messaggi: 1506
Iscritto il: 20/03/2006, 3:40

VADO A TROVARLI

Messaggio da leggere da michael santhers » 20/05/2008, 1:12

I miei morti
vissero tutti aggrappati
a una vita di stenti

In un unico cimitero
sono sepolti
un pò sparsi, a piani diversi
con ombre e luci diverse

Ogni tanto come in vita
vado a trovarli
e ho l'impressione
che tra loro non si siano
mai più ritrovati

Lo vedo dai loro ritratti
che non hanno mai perso
il dolore

Lo vedo dai fiori che tremano
nell'esser lasciati da soli
alla guardia di corpi
che....tremano...tremano..
.tremano...tremano

A volte
un fischio d'inganno
nel vento...respiri
e ...dormono...dormono...
..dormono..
-------------------------------
Da:Sorrisi Pignorati
www.santhers.com
ichael santhers

michael santhers
Grande Autore
Grande Autore
Messaggi: 1506
Iscritto il: 20/03/2006, 3:40

LA SCOPA

Messaggio da leggere da michael santhers » 05/06/2008, 3:03

Amore...
io il manico
tu la spazzola
diamoci una mano
a scopare
su questo letto di foglie
altrimenti marciranno
sul nostro viale del tramonto
e striduli i passi sporchi
le solcheranno,
rughe al suolo
ove l’anima inciamperà
e segnerà alla fronte
cadute che in età
non possiamo più
permetterci
------------------------------------
Da:Sorrisi Pignorati
www.santhers.com
ichael santhers

michael santhers
Grande Autore
Grande Autore
Messaggi: 1506
Iscritto il: 20/03/2006, 3:40

PROFILO D'ITALIA

Messaggio da leggere da michael santhers » 05/06/2008, 23:30

Guardatela di profilo
l’Italia,un cane arrabbiato,sgraziato
che sbatte violento contro il muro d’Europa,
testa fracassata di Piemonte-Lombardia
naso a becco Liguria con orecchie alzate
ma sorde Veneto-Trentino
in corsa con Zampe rachitiche di Calabria
e bilancio di spelacchiata coda di Puglia,
stomaco ulceroso Lazio-Campania
petto Umbria-Toscana
schiena infiammata Emilia-Marche-Molise
e testicoli persi all’urto,Sicilia-Sardegna
-Emorragie alterne Etna-Vesuvio
porro inoperabile-gargano
-Sperma di masturbazione estiva
il popolo eiaculato in mare
-Batteri di cancrena i politici,
antibiotico placebo il Vaticano
-Ah! dimenticavo un bay pass San Marino
-Il tutto in cura all’ospedale Miracoli
-Io sono il poeta radiologo al capezzale
tra incensi di ciminiere e corone di copertoni
mi gratto .......al basso ventre
------------------------------------------------
Da:Sorrisi Pignorati
www.santhers.com
ichael santhers

michael santhers
Grande Autore
Grande Autore
Messaggi: 1506
Iscritto il: 20/03/2006, 3:40

57 EURO

Messaggio da leggere da michael santhers » 12/06/2008, 23:39

Telefonai al direttore del night
gli dissi ho merce nuova
è bionda e non gli manca nessun dente
ha il cuore giusto
per sopportare gli insulti
negli occhi ha il mondo visto di passaggio
e l’anima non le si è mai fermata
renderà prestigio al tuo nome di mercante

La vendetti per cinquantasette euro
e una stretta di mano

Disse ti mando Caronte
ed ebbi appena il tempo
di ultimare uno sbadiglio
e l’uomo che ad occhio e croce
conosceva i giri del destino
andò incontro alla donna

Mi disse non pentirti
il prezzo è buono
non toccarti la coscienza
le puttane sanno fare
solo questo mestiere
ad ogni albero il suo frutto
una quercia non può portar ciliegie

Mi sentìi sollevato
voltai gli occhi al cielo e sussurrai
o nebbia di Dio
mischia bene le carte
per un’altra partita

Il fruscìo dei soldi
chiuse la storia
------------------------------------------
dal volume:parole fredde
www.santhers.com
ichael santhers

michael santhers
Grande Autore
Grande Autore
Messaggi: 1506
Iscritto il: 20/03/2006, 3:40

PAROLE FREDDE

Messaggio da leggere da michael santhers » 20/06/2008, 1:28

E’ uno stagno d’acqua morta
la memoria
e io sono stanco
di lanciare sassi
per le tue piccole onde
di illusioni

Sono parole fredde
rimaste senza voce
e passano per gli occhi
che esibiamo con rispetto

Sono parole fredde
sul muro delle labbra
che reggono il silenzio

Fa eco la mia rabbia
scagliata a pugni chiusi
sulla tua vanità
che ha perso le misure

I fantini che hanno cavalcato
il mio dolore
ruotano il frustino
e fanno un inchino
ai brandelli dell’amore

Dio
ingordo di preghiere
con la mano piatta
sopra chi non l’ha chiamato

Sono parole fredde
che congelano l’indifferenza
di due sagome
che si animeranno
per l’unico sforzo
di non incontrarsi
mai più… mai più… mai più…
--------------------------------------
Da:Parole fredde
VIRUS
Più che un mistero
l'amore è un virus
col compito di bonificare
una tetra esistenza
e prende il cervello
mentre stai con fatica
navigando nei mari inquieti
della vita
...si pone nuvola
alla stella polare
si perde la rotta
e nella sorpresa
il dolore è l'antitodo
poi il faro guida nel cielo
man mano ritorna
a illuminare le ferite
degli urti agli scogli
ma il marinaio è
finalmente
all'ombra di un fico
a fumare la pipa
stanco
senza più voglia
di rotte e tempeste
e pensa a un sabato
tranquillo
in compagnia di
una sbrigativa pulzella
non sveglia il cuore
e con maestria lavora la carne
almeno questo vede
nelle sue nuvolette
della fata-tabacco
------------------------------------
Da:Vetriolo
www.santhers.com
ichael santhers

michael santhers
Grande Autore
Grande Autore
Messaggi: 1506
Iscritto il: 20/03/2006, 3:40

15 AGOSTO

Messaggio da leggere da michael santhers » 21/06/2008, 5:27

E' la domenica di Leopardi
che osserva dal ponte
il fiume che rotola
i sogni del sabato annegato
sui massi che hanno perso
la lucida cotica secca
dove si è specchiato il cielo
e ora riprendono il lungo amplesso
stimolato da carezze
di un acqua ove il sole
cerca aggiusti alla parese
variabile

I sassi lanciati da monelli
non fanno più cerchi
e si accodano inquieti
al lungo rutto vomitante
al mare

Le atmosfere
riprendono il precario
che avrà il suo podio
nell'oblìo raccontato
paura di ogni vita
cavia eterna di fede
---------------------------------
www.santhers.com
ichael santhers

michael santhers
Grande Autore
Grande Autore
Messaggi: 1506
Iscritto il: 20/03/2006, 3:40

LA PAURA

Messaggio da leggere da michael santhers » 24/06/2008, 2:36

Globuli neutri,la paura
promossa fobia al perpetuarsi in solitudine,
ricettacolo d'esperienze negative
sosta abusiva agli anfratti delle vene
camaleonte agli eventi sulla faccia
zavorra ai respiri
sequestra parole
ostaggi nella giungla dell'anima
-E' uno squalo tra correnti d' abissi
divora certezze
sotto pelle calma del mare
che in alibi di vento increspa
tremolìo d'ansia
-Non è il dolore già fatto compiuto
che la nutre ma i ricordi ,l'enigma,
il negro sa già che il fucile in guerra
produce lo sparo,
terrore è lo schiocco di frusta
con radici antiche e antipasto incerto
a ciò che la vita possa tragico servire in seguito
-La paura è sicario di dignità
annulla differenze tra vita e morte
-E' un pignoratore della felicità
un calderone di inizio e fine
alle mercè di un mago chiamato destino
-----------------------------------
Da:Sorrisi Pignorati
www.santhers.com
ichael santhers

michael santhers
Grande Autore
Grande Autore
Messaggi: 1506
Iscritto il: 20/03/2006, 3:40

DIALOGO TRA UN BAMBINO E UN VENDITORE DI PALLONI

Messaggio da leggere da michael santhers » 25/06/2008, 0:52

Prego Sig. cliente
Lei viene da lontano
a incontrare,riverire venditori
di denti di cadaveri
anche se nelle miniere
di oro ce n'è abbastanza
-Quest'inferno lo chiamano
il terzo mondo
che poi è il quarto,
voi omettete per scontato
sempre il primo del vostro Dio
osannato e pregato per depredarci
-Sig. cliente sia gentile a dare voce
a me povero cameriere
col respiro da topo
vegliato da falchi in attesa
di vedere tra fame e paura
un muso affacciarsi
all'imbocco di tana
-Sig. cliente
Lei domani andrà sazio allo stadio
orgoglioso dei suoi palloni magici
figli e arte di noi bambini,
li vedrà volare tra gioie e libertà
sarà fiero delle sue magliette
con nomi di glorie da imitare
in sogni di giuste infanzie
da noi rubate da massacrante lavoro
e al massimo possiamo sognare deliranti
una palla di riso ammassata con le mani,
masticata senza denti,
persi nel fango,negano un probabile sorriso
di un domani già scritto
che mai verrà,già passato
-Sig. Cliente ci pensi bene
lei senza sporcarsi le mani
può dissotterrare dei sorrisi
e ridar luce a piccoli occhi torvi
lontani da ogni cielo
di infanzie rubate alla nascita
---------------------------------------------------
Da:Vite Contromano
www.santhers.com
ichael santhers

michael santhers
Grande Autore
Grande Autore
Messaggi: 1506
Iscritto il: 20/03/2006, 3:40

SCUGNIZZI

Messaggio da leggere da michael santhers » 27/06/2008, 0:49

Cartina in scala di nullità
facce geografia
tinta nera a miseria
giallo a deserto
petrolio su neve i denti
antenna di paura i capelli
bandiere all'evenienza i vestiti,
cani a difendersi
gatti a rubare,perdersi e ritrovarsi
-Incavi di dadi del destino
driblano insulti e calci
-Sbagli di voglie d'un momento
peccati ambulanti al rinfaccio
mix d'istinti e colpe
invisibili al benessere
zavorre di copertine,
api senz'ali
bruciate dalle fiamme
nettare è DDT
-Pseudonimi copiati da strade
confluiscono in unico nome
detto da mulinelli di bocche
figli di..puttana....
eppure sono umani
questi prototipi cavie
a correggerci errori
e in premio li rottamiamo
nella coscienza coperta
da fiori del male
------------------------------
Da:Sorrisi Pignorati
www.santhers.com
ichael santhers

michael santhers
Grande Autore
Grande Autore
Messaggi: 1506
Iscritto il: 20/03/2006, 3:40

LUCIFERO

Messaggio da leggere da michael santhers » 06/07/2008, 3:26

Effige del lato B di medaglia,Lucifero
ex angelo,il male che vince il bene,
un poeta che guadagnò l’alto regno
e alla noia celestiale preferì contestare
-Non è detto che costui all’inferno
tra tramonti ed albe incandescenti
non scriva deliziose poesie
a carpire mimiche dolorose ai gironi,
nostalgie struggenti e pentimenti
tra mille sfumature in cornice d’infuocata lava
-Nessun scritto può eludere la tragedia del finale
perciò lasciatemi il dualismo d’anima
tra tetro e luminoso,l’illusione di riscatto
tra ingiustizia e spietata vendetta
e il sogno di poter un giorno pisciare
sulle foto al loculo di carogne che ebbero
una sola faccia,falsa ammirata a coprire nefandezze
-Qualcuno dirà che ho scritto solo violenza
ma una cinepresa a catturare sogni raccontati
di buon intenti non è stata ancora inventata
e il giorno che lo faranno v’accorgerete
che ognuno ambirà delirante uccidere veloce
per occultare al giudizio metà coscienza
imprigionata nella galera coperta di fiori
nel proprio inconscio e Dio punisce i gesti
come pure le intenzioni nefaste
-La vita è una scrittura di passi
e rari sono quelli che la fanno
solo in bella copia senza errori,orrori
------------------------------------------------
Da:Pensieri Alternativi
www.santhers.com
ichael santhers

michael santhers
Grande Autore
Grande Autore
Messaggi: 1506
Iscritto il: 20/03/2006, 3:40

AGRICOLE METAFORE

Messaggio da leggere da michael santhers » 07/07/2008, 4:27

Estasi e sollievo di maiale
ruzzolante allo spalmar di fango
su rosea pelle a tonificarla
così le tue mani pezze d’arlecchino
alle mille sfumature di sangue
quando mi accarezzano

-Mi sento in libertà di pecora tosata
da maestria in forbice,
toglie in calda estate pesante cappotto
infiniti anfratti di parassiti
e in nuovo candore al sole
quando mi spogli amore

-Dopo abbondante pasto
preludio al pisolino
mette in banca d’orecchio al padrone
conscio del gioco
il cane gli abbai a raffica
così le mie metafore prima di salutarti

-Ospita cuculo al nido l’allodola
sacrifica uova propria,
il sogno d’ognuno elevarsi in metamorfosi
dell’altro, grandezza e canto
e noi lo stesso all'anima,
tu ad assorbire la mia poesia
anestetica a insulti di strada
e io la tua fredda mercantica scaltrezza
scudo al mondo
---------------------------------------
Da:Sorrisi Pignorati
www.santhers.com
ichael santhers

michael santhers
Grande Autore
Grande Autore
Messaggi: 1506
Iscritto il: 20/03/2006, 3:40

LA FONTANELLA

Messaggio da leggere da michael santhers » 09/07/2008, 3:03

Ansima e tossisce
nella vecchia piazzetta
la fontanella
a monte una strada
le ha schiacciato un’arteria

Zoppicano al vecchio i ricordi
di giovane musa col secchiello
timida applaudiva con mani bagnate
rosee mascelle

Un emigrante donò vano le lacrime
a compenso di flusso mancante
-Clap clap,tof tof l’affanno
destino segnato

Ultimo seno nudo di balia
che svezzò gli avi
si sta seccando
- ---------------------------------
Da:Sorrisi Pignorati
www.santhers.com
ichael santhers

michael santhers
Grande Autore
Grande Autore
Messaggi: 1506
Iscritto il: 20/03/2006, 3:40

TORNANO LA SERA

Messaggio da leggere da michael santhers » 13/07/2008, 2:18

Liberi da numeri e calcoli
tornano la sera
claudicanti
nei loro alveari
che profumano
di follie addomesticate

Davanti al portone
gettano l'ultimo sguardo
ai lampioni che ridono nevrotici
al piscio dei cani

Portano la mano alla tasca
in cerca di una pastiglia
per incantare il silenzio
stritolato dalle abitudini

Si aggiustano le mascelle
alle riluttanze di un bacio
di dovere

Allenano le palpebre
al vuoto degli occhi
a lasciare passare una favola
tra i vapori di una cena scontata
da digerire stancamente nel letto
mentre disegnano con dita
su schiena pergamena di un amore
le rotte di un viaggio per la notte
interminabile alle abitudini
breve alle fauci dell'alba
-------------------------
Da: scritture agricole e metropolitane
www.santhers.com
ichael santhers

michael santhers
Grande Autore
Grande Autore
Messaggi: 1506
Iscritto il: 20/03/2006, 3:40

AMORI DANNATI

Messaggio da leggere da michael santhers » 14/07/2008, 4:19

Siamo scaduti in oblìo di cristallo,
ogni primo passo è ferita aperta
al male che ci siamo iinflitti
-Perderci è rancore
fotogrammi bruciati
e incontrarci è scambiarci torti subiti
-In questa guerra di lontananza
su campo di nostalgie
con corazze d'indifferenza
trappola degli anni
-Siamo scaduti all'inferno
e il cielo è miraggio a vederci solitari
mentre l'altro implora
-La parola amore, medaglia
da assegnare a chi prima dimentica
-Ci siamo clonati i cuori in brutta copia
quella bella è stata energia
all'anima gelida,frigorifero ai volti
-Forse è troppo tardi per dimenticare
quasi impossibile farci ponte gli occhi
per scambiarci sotto bandiera bianca
le nostre vite ostaggio
-La poesia la fa solo per gli altri, il dolore
per noi è stata solo trincea
da dove ci siamo sparati
tutta la cattiveria possibile della terra
----------------------------------------
Da:Sorrisi Pignorati
www.santhers.com
ichael santhers

michael santhers
Grande Autore
Grande Autore
Messaggi: 1506
Iscritto il: 20/03/2006, 3:40

CAPELLI

Messaggio da leggere da michael santhers » 17/07/2008, 2:06

Capelli neri
fuliggine filata
di stelle
bruciate dai sogni
furono
nido di due gocce blu,
evaporarono al cielo
invisibili
alla cova
del mio cuore
-Ancora
le cerco
tra le nuvole,
secerno vano
la pioggia
per recuperare
il pianto,
forse rubato
dai cipressi
----------------
Da:Sorrisi Pignorati
www.santhers.com
ichael santhers

michael santhers
Grande Autore
Grande Autore
Messaggi: 1506
Iscritto il: 20/03/2006, 3:40

PER VOLARE

Messaggio da leggere da michael santhers » 17/07/2008, 2:54

L'amava così tanto
che filtrava l'aria
che respirava

Nascondeva il suo viso
dietro i fiori
per fa si che  il sole
non le giungesse mai diretto

La seguiva come un bambino
ai primi passi
per paura lei cadesse

Le imprigionò la vita
e lei lo aiutò nell'allaccio
delle catene

Il tempo lasciò fare
ma silenzioso cambiò rotta
e sul viso si posò il dolore

Sui capelli nevicò fuori stagione
e il suo cuore fu rapito e liberato
da una farfalla
che lo sollecitò a volare

E volò davvero
sulla vita mai vista
volò tanto che finì nel mare
non sapendo che in esso
non c'è appiglio per riposare

Il suo viaggio fu davvero breve
e fu l'unico che gli regalò una gioia

Io non conoscevo la storia
mi trovai per caso
dove annegò

Segnalai quel punto
per una statua con le ali
in mezzo... al mare...
----------------------------------
Da:E!..Le Rose Piangono Al Tramonto
www.santhers.com
ichael santhers

michael santhers
Grande Autore
Grande Autore
Messaggi: 1506
Iscritto il: 20/03/2006, 3:40

POMERIGGI ESTIVI

Messaggio da leggere da michael santhers » 25/07/2008, 3:26

Suoni di campane a morte
nel sole incarognito
sorseggia vapori
di pomeriggio
-Collaudano sombreri di foglie
gli uccelli,prede consapevoli
di predatori fiaccati da calura
-Lente,sui muri,ombre
storpiano padri mai accettati
-Una rete al tramonto
tira al baratro cesti di respiri
-Dorso di mani sulla fronte
ad arginare piscio di pensieri
--------------------------------
Da:Sorrisi Pignorati
www.santhers.com
ichael santhers

michael santhers
Grande Autore
Grande Autore
Messaggi: 1506
Iscritto il: 20/03/2006, 3:40

CAMPAGNA ELETTORALE

Messaggio da leggere da michael santhers » 25/07/2008, 3:28

--Un cane sceso da una jaguar
e un gatto da una mercedes
a seguito di signore eleganti
talmente belle che gli animali
non volevano staccarsi dai seni,
avevano sottobraccio un manuale
di volpe dal titolo.....pericoli Cinesi
--Poi sopra un camion fermo
un concerto di versacci-slogan,
accalcati,maiali,galline,pecore buoi,asini,
emanavano fetori che nel raggio di un miglio
i saggi avevano pollice e indice
tenaglia ai nasi,
poi è sceso il conducente lercio
e alcune bestie hanno vomitato
--Subito ho capito che era in corso
una democratica campagna elettorale
e quei pseudo-gitanti,
ognuno andava a votare
consapevole del destino scritto
anche se bovini e suini
divisi su oriente e occidente
concordi su falsità poetiche d’impostori
a sevirsi in metafore elogianti a creature
salvo tradirle ingordi a tavola,
si appellavano a Buddismo e Corano
e le galline sognavano
un pollo per farsi mantenere
-nessuna opinione le pecore
un pò dubbiose sul vangelo,
disposte solo a seguire chi millantava
soluzioni
-----------------------------------------
Da:Pensieri Alternativi
www.santhers.com
ichael santhers

michael santhers
Grande Autore
Grande Autore
Messaggi: 1506
Iscritto il: 20/03/2006, 3:40

LA MAESTRA

Messaggio da leggere da michael santhers » 06/08/2008, 2:57

Nella ripetizione dei gesti
mai distanti dall'anima
traccia sulla lavagna
il futuro degli increduli
bimbi sbigottiti
dal nuovo sapere

Tra essi c'è n'è uno più triste
silenzioso parla solo col pollice
che gira tra i nuovi dentini
angusti alla luce
e non sa riconoscere che invece
il dolore gli giunge dal suo
piccolo cuore

La maestra è sgomenta
per quel pargolo intruso alla mente
aggirando ogni ragione
e le barriere nel ripetersi dentro
...imparzialità...imparzialità..
ormai quei monelli hanno un nido
nella sua anima e tra essi
c'è n'è uno al ritardo del volo
che ha bisogno di un amore più caldo

La maestra tornerà a casa
è anch'essa una figlia
con un padre partito e una madre
che veglia l'infelicità della sua eterna fanciulla
per un amore arrangiato che stenta il decollo
nella vita che spesso insegna
senza avere abbastanza
imparato con le esperienze la propria

Questa mamma di tutti
che morirà in modo banale
con mille infanzie nel cuore
forse lontano da ogni riconoscenza
------------------------------------------
Da:Soste Precarie
www.santhers.com
ichael santhers

michael santhers
Grande Autore
Grande Autore
Messaggi: 1506
Iscritto il: 20/03/2006, 3:40

DUALISMI

Messaggio da leggere da michael santhers » 26/08/2008, 4:00

La volpe si gioca la fame
il cane la libertà
così certi amori svenduti
incollano l'ali alla pece di agi
e in sonno sorteggiano
incubi e voli liberatori
-Si può imprigionare il vento
che ruba pensieri proibiti
ma si perdono carezze di brezza
-Un anima fredda,in scaltrezza
a scudo di povertà e commozione
non può far germogliare poesia
in assenza d' umano calore
Oh! perciò donne
se Robin Hood non può essere
Principe azzurro
-------------------------------------
Da:Sorrisi Pignorati
www.santhers.com
ichael santhers

michael santhers
Grande Autore
Grande Autore
Messaggi: 1506
Iscritto il: 20/03/2006, 3:40

RICORDI PRECARI

Messaggio da leggere da michael santhers » 26/08/2008, 4:02

Su dune di pelle
s'arrampicano ricordi
precipitano nelle rughe,
-Tsunami agli occhi
affoga l'ultimo sorriso
appollaiato ai denti
palafitte d'anima
-Lampo un pensiero
sul tramonto
tumula l'unico amore
segreto
in sogno masticato
dal cuore
---------------------------
Da:Sorrisi Pignorati
www.santhers.com
ichael santhers

michael santhers
Grande Autore
Grande Autore
Messaggi: 1506
Iscritto il: 20/03/2006, 3:40

LA CONTESSA ARCIPIGLIA

Messaggio da leggere da michael santhers » 27/08/2008, 4:44

Despota e brutta
e sulla bocca di tutti ormai alla frutta
chi se la piglia chi se la piglia
la Contessa Arcipiglia di Castiglia

Negli anni verdi fece furore
ma il tempo silenzioso inclemente
accontentandosi di qualche dente
passò sul viso senza far rumore

A nobiltà zotica cavalier volta lo sguardo
non è più pulsella di ambito traguardo
a nulla valgono i possidimenti
se al mattino triste visone a occhi sgomenti

Il Marchese Candela
che mai colse la mela
sempre costante al corteggiamento
spense l'ultima flebile fiamma
quasi felice del dramma
al consumo di cera nel vento

La Contessa Arcipiglia
triste per non poter aver più famiglia
per ridurre al cuore le pene
con una lametta interruppe le vene

Un poeta su lapide pose
il destino ai due cuori si oppose
Candela che mai diede all'anima luce
solo inutile cera al dolore truce
vanitosa Arcipiglia
mai si vide rifiorir in una figlia
--------------------------------------
Da:Vite tremule
www.santhers.com
ichael santhers

michael santhers
Grande Autore
Grande Autore
Messaggi: 1506
Iscritto il: 20/03/2006, 3:40

TEMPI ANDATI

Messaggio da leggere da michael santhers » 30/09/2008, 3:21

Affiorano ricordi lontanissimi
quando batacchi
sotto al ventre d'asini
misuravano con ombra
nei pomeriggi di calura
l'ora su orologi disegnati
con tacco di scarpa
a terra da contadini
con unti cappelli che a settembre
alle prime nebbie sputavano funghi
e maldestre capre correvano
a riempire gli incavi con urina
e aggiungevano il salto dei secondi
con pallini
-Donne creole dalla pelle di creta
col cesto del pranzo in equilibrio sul capo
lungo viottoli serpenti,in lontananza
erano mire d'occhi che pascolavano
aquolino in stomaci fasciati da nervi
mai cedevoli al duro lavoro di campi
-La speranza del domani
tirava il tramonto sulle palpebre
ribelli al sonno e in attesa di danza sull'aia
per accerchiare complice un taglio di luce
nella sera che spugnosa rinvigoriva le ossa
un amore troppo raccontato a se stessi
-Chiudevano le tenebre i cani
che al mattino maggiordomi raschiavano
le porte a svegliare cuori saltanti
ancora nell'inconscio assetato di futuro
-E si ricominciava sotto il peso della vita
sulle ali di fantasie mai dome a durezze
--------------------------------------------
Da:Soste Precarie
SULL'AIA
Pseudo-monaci Francescani
incappuccati gettavano al cielo
sulle teste con la pala
la paglia tritata mista a grano
e al vento il compito dividerli
e quando la calura divorava ogni alito di Dio
strani sbuffi con indirizzi forfettari
in alto per implori e orizzontali
a sostituirsi all’aria in letargo
-Parassite le galline in recita
al recupero di qualche chicco sparato
da bestemmia evasa a sogghigni
arbitri di sorriso propiziatorio e broncio
a farsi trespolo di fatiche vane
-Un giro di fiasco di vino
sudore in miracolo trasformato dalla terra
annebbiava ,vibrava sguardi sconfortati
e nel tremolio pareva divorziare
i chicchi dal guscio e come miracolo
la somma di speranze d’intero anno
sottraeva ostacolo al dono
che cadeva al cumulo armonioso
ai battiti di cuori felici per la benzina
e raggiungere un amore
-A sera una luce fioca faceva medaglie
le facce e le sposava coi sogni
da decifrare tra scricchiolio di ossa
in aggiusto al riposo ambito
-------------------------------------------
Da:Sorrisi Pignorati
GREGGE
Pascolavano soavi e sonnecchianti greggi
e ogni tanto qualche pecora vanitosa
ruminante dismetteva il guercio
si specchiava in altri occhi allerti
per rimirare la sua lana dorata al sole
e ultimava il suo maquillage strofinando
il collo su albero unto da  imitazioni
-Tal gesto sintomo di addatto
rasserenava pastorelli con volti brecciati
da brufoli essiccati,sindone d'ormoni
in altro impiego sosegno a irti capelli
intenti al responso per un amore
nello sfoglio di margherite e al si innescavano
sorrisi fenestrati da carie,indizio a dolci rubati
a una nonna cavia consapevole
-Folli artisti dissidenti i cani con code a martello
inchiodavano mosche,farfalle e grilli
per un mosaico ingraziante al tempo
che nel rumore di tosse e raucedine
di ruscelli sembrava avere la sua voce
impreziosita da raganelle
-Quando il tramonto vittorioso
al tiro alla fune col giorno si rovesciava
sulla collina,fremito di piedi al ritorno
al raccoglimento di animali e bimbi
a plasmare il proprio IO alla fantasia,
spedire una lettera segreta di biascichìo
alle lucciole
-Sigillava i sogni una preghiera
-------------------------------------
Da:Sorrisi Pignorati
www.santhers.com
ichael santhers

michael santhers
Grande Autore
Grande Autore
Messaggi: 1506
Iscritto il: 20/03/2006, 3:40

CELLOFAN

Messaggio da leggere da michael santhers » 19/11/2008, 6:44

Ogni giorno
un cellofan
copre i nostri volti
e la trasparenza somma
impercettibili distorsioni
fino a uno spessore
che cambia connotati
-Tra le dita un’antica foto
al vaglio d’occhi sgomenti
offrono ai ricordi
una taglia
per fotogramma
di somiglianza
-----------------------------
Da:Avanguardie Irriverenti
www.santhers.com
ichael santhers

Rispondi