AMORI CHE NON SI INCONTRANO MAI

Discussioni di vario genere, libri e poesia
michael santhers
Grande Autore
Grande Autore
Messaggi: 1520
Iscritto il: 20/03/2006, 2:40

CAPELLI

Messaggio da michael santhers »

Capelli neri
fuliggine filata
di stelle
bruciate dai sogni
furono
nido di due gocce blu,
evaporarono al cielo
invisibili
alla cova
del mio cuore
-Ancora
le cerco
tra le nuvole,
secerno vano
la pioggia
per recuperare
il pianto,
forse rubato
dai cipressi
----------------
Da:Sorrisi Pignorati
www.santhers.com
ichael santhers

michael santhers
Grande Autore
Grande Autore
Messaggi: 1520
Iscritto il: 20/03/2006, 2:40

PER VOLARE

Messaggio da michael santhers »

L'amava così tanto
che filtrava l'aria
che respirava

Nascondeva il suo viso
dietro i fiori
per fa si che  il sole
non le giungesse mai diretto

La seguiva come un bambino
ai primi passi
per paura lei cadesse

Le imprigionò la vita
e lei lo aiutò nell'allaccio
delle catene

Il tempo lasciò fare
ma silenzioso cambiò rotta
e sul viso si posò il dolore

Sui capelli nevicò fuori stagione
e il suo cuore fu rapito e liberato
da una farfalla
che lo sollecitò a volare

E volò davvero
sulla vita mai vista
volò tanto che finì nel mare
non sapendo che in esso
non c'è appiglio per riposare

Il suo viaggio fu davvero breve
e fu l'unico che gli regalò una gioia

Io non conoscevo la storia
mi trovai per caso
dove annegò

Segnalai quel punto
per una statua con le ali
in mezzo... al mare...
----------------------------------
Da:E!..Le Rose Piangono Al Tramonto
www.santhers.com
ichael santhers

michael santhers
Grande Autore
Grande Autore
Messaggi: 1520
Iscritto il: 20/03/2006, 2:40

POMERIGGI ESTIVI

Messaggio da michael santhers »

Suoni di campane a morte
nel sole incarognito
sorseggia vapori
di pomeriggio
-Collaudano sombreri di foglie
gli uccelli,prede consapevoli
di predatori fiaccati da calura
-Lente,sui muri,ombre
storpiano padri mai accettati
-Una rete al tramonto
tira al baratro cesti di respiri
-Dorso di mani sulla fronte
ad arginare piscio di pensieri
--------------------------------
Da:Sorrisi Pignorati
www.santhers.com
ichael santhers

michael santhers
Grande Autore
Grande Autore
Messaggi: 1520
Iscritto il: 20/03/2006, 2:40

CAMPAGNA ELETTORALE

Messaggio da michael santhers »

--Un cane sceso da una jaguar
e un gatto da una mercedes
a seguito di signore eleganti
talmente belle che gli animali
non volevano staccarsi dai seni,
avevano sottobraccio un manuale
di volpe dal titolo.....pericoli Cinesi
--Poi sopra un camion fermo
un concerto di versacci-slogan,
accalcati,maiali,galline,pecore buoi,asini,
emanavano fetori che nel raggio di un miglio
i saggi avevano pollice e indice
tenaglia ai nasi,
poi è sceso il conducente lercio
e alcune bestie hanno vomitato
--Subito ho capito che era in corso
una democratica campagna elettorale
e quei pseudo-gitanti,
ognuno andava a votare
consapevole del destino scritto
anche se bovini e suini
divisi su oriente e occidente
concordi su falsità poetiche d’impostori
a sevirsi in metafore elogianti a creature
salvo tradirle ingordi a tavola,
si appellavano a Buddismo e Corano
e le galline sognavano
un pollo per farsi mantenere
-nessuna opinione le pecore
un pò dubbiose sul vangelo,
disposte solo a seguire chi millantava
soluzioni
-----------------------------------------
Da:Pensieri Alternativi
www.santhers.com
ichael santhers

michael santhers
Grande Autore
Grande Autore
Messaggi: 1520
Iscritto il: 20/03/2006, 2:40

LA MAESTRA

Messaggio da michael santhers »

Nella ripetizione dei gesti
mai distanti dall'anima
traccia sulla lavagna
il futuro degli increduli
bimbi sbigottiti
dal nuovo sapere

Tra essi c'è n'è uno più triste
silenzioso parla solo col pollice
che gira tra i nuovi dentini
angusti alla luce
e non sa riconoscere che invece
il dolore gli giunge dal suo
piccolo cuore

La maestra è sgomenta
per quel pargolo intruso alla mente
aggirando ogni ragione
e le barriere nel ripetersi dentro
...imparzialità...imparzialità..
ormai quei monelli hanno un nido
nella sua anima e tra essi
c'è n'è uno al ritardo del volo
che ha bisogno di un amore più caldo

La maestra tornerà a casa
è anch'essa una figlia
con un padre partito e una madre
che veglia l'infelicità della sua eterna fanciulla
per un amore arrangiato che stenta il decollo
nella vita che spesso insegna
senza avere abbastanza
imparato con le esperienze la propria

Questa mamma di tutti
che morirà in modo banale
con mille infanzie nel cuore
forse lontano da ogni riconoscenza
------------------------------------------
Da:Soste Precarie
www.santhers.com
ichael santhers

michael santhers
Grande Autore
Grande Autore
Messaggi: 1520
Iscritto il: 20/03/2006, 2:40

DUALISMI

Messaggio da michael santhers »

La volpe si gioca la fame
il cane la libertà
così certi amori svenduti
incollano l'ali alla pece di agi
e in sonno sorteggiano
incubi e voli liberatori
-Si può imprigionare il vento
che ruba pensieri proibiti
ma si perdono carezze di brezza
-Un anima fredda,in scaltrezza
a scudo di povertà e commozione
non può far germogliare poesia
in assenza d' umano calore
Oh! perciò donne
se Robin Hood non può essere
Principe azzurro
-------------------------------------
Da:Sorrisi Pignorati
www.santhers.com
ichael santhers

michael santhers
Grande Autore
Grande Autore
Messaggi: 1520
Iscritto il: 20/03/2006, 2:40

RICORDI PRECARI

Messaggio da michael santhers »

Su dune di pelle
s'arrampicano ricordi
precipitano nelle rughe,
-Tsunami agli occhi
affoga l'ultimo sorriso
appollaiato ai denti
palafitte d'anima
-Lampo un pensiero
sul tramonto
tumula l'unico amore
segreto
in sogno masticato
dal cuore
---------------------------
Da:Sorrisi Pignorati
www.santhers.com
ichael santhers

michael santhers
Grande Autore
Grande Autore
Messaggi: 1520
Iscritto il: 20/03/2006, 2:40

LA CONTESSA ARCIPIGLIA

Messaggio da michael santhers »

Despota e brutta
e sulla bocca di tutti ormai alla frutta
chi se la piglia chi se la piglia
la Contessa Arcipiglia di Castiglia

Negli anni verdi fece furore
ma il tempo silenzioso inclemente
accontentandosi di qualche dente
passò sul viso senza far rumore

A nobiltà zotica cavalier volta lo sguardo
non è più pulsella di ambito traguardo
a nulla valgono i possidimenti
se al mattino triste visone a occhi sgomenti

Il Marchese Candela
che mai colse la mela
sempre costante al corteggiamento
spense l'ultima flebile fiamma
quasi felice del dramma
al consumo di cera nel vento

La Contessa Arcipiglia
triste per non poter aver più famiglia
per ridurre al cuore le pene
con una lametta interruppe le vene

Un poeta su lapide pose
il destino ai due cuori si oppose
Candela che mai diede all'anima luce
solo inutile cera al dolore truce
vanitosa Arcipiglia
mai si vide rifiorir in una figlia
--------------------------------------
Da:Vite tremule
www.santhers.com
ichael santhers

michael santhers
Grande Autore
Grande Autore
Messaggi: 1520
Iscritto il: 20/03/2006, 2:40

TEMPI ANDATI

Messaggio da michael santhers »

Affiorano ricordi lontanissimi
quando batacchi
sotto al ventre d'asini
misuravano con ombra
nei pomeriggi di calura
l'ora su orologi disegnati
con tacco di scarpa
a terra da contadini
con unti cappelli che a settembre
alle prime nebbie sputavano funghi
e maldestre capre correvano
a riempire gli incavi con urina
e aggiungevano il salto dei secondi
con pallini
-Donne creole dalla pelle di creta
col cesto del pranzo in equilibrio sul capo
lungo viottoli serpenti,in lontananza
erano mire d'occhi che pascolavano
aquolino in stomaci fasciati da nervi
mai cedevoli al duro lavoro di campi
-La speranza del domani
tirava il tramonto sulle palpebre
ribelli al sonno e in attesa di danza sull'aia
per accerchiare complice un taglio di luce
nella sera che spugnosa rinvigoriva le ossa
un amore troppo raccontato a se stessi
-Chiudevano le tenebre i cani
che al mattino maggiordomi raschiavano
le porte a svegliare cuori saltanti
ancora nell'inconscio assetato di futuro
-E si ricominciava sotto il peso della vita
sulle ali di fantasie mai dome a durezze
--------------------------------------------
Da:Soste Precarie
SULL'AIA
Pseudo-monaci Francescani
incappuccati gettavano al cielo
sulle teste con la pala
la paglia tritata mista a grano
e al vento il compito dividerli
e quando la calura divorava ogni alito di Dio
strani sbuffi con indirizzi forfettari
in alto per implori e orizzontali
a sostituirsi all’aria in letargo
-Parassite le galline in recita
al recupero di qualche chicco sparato
da bestemmia evasa a sogghigni
arbitri di sorriso propiziatorio e broncio
a farsi trespolo di fatiche vane
-Un giro di fiasco di vino
sudore in miracolo trasformato dalla terra
annebbiava ,vibrava sguardi sconfortati
e nel tremolio pareva divorziare
i chicchi dal guscio e come miracolo
la somma di speranze d’intero anno
sottraeva ostacolo al dono
che cadeva al cumulo armonioso
ai battiti di cuori felici per la benzina
e raggiungere un amore
-A sera una luce fioca faceva medaglie
le facce e le sposava coi sogni
da decifrare tra scricchiolio di ossa
in aggiusto al riposo ambito
-------------------------------------------
Da:Sorrisi Pignorati
GREGGE
Pascolavano soavi e sonnecchianti greggi
e ogni tanto qualche pecora vanitosa
ruminante dismetteva il guercio
si specchiava in altri occhi allerti
per rimirare la sua lana dorata al sole
e ultimava il suo maquillage strofinando
il collo su albero unto da  imitazioni
-Tal gesto sintomo di addatto
rasserenava pastorelli con volti brecciati
da brufoli essiccati,sindone d'ormoni
in altro impiego sosegno a irti capelli
intenti al responso per un amore
nello sfoglio di margherite e al si innescavano
sorrisi fenestrati da carie,indizio a dolci rubati
a una nonna cavia consapevole
-Folli artisti dissidenti i cani con code a martello
inchiodavano mosche,farfalle e grilli
per un mosaico ingraziante al tempo
che nel rumore di tosse e raucedine
di ruscelli sembrava avere la sua voce
impreziosita da raganelle
-Quando il tramonto vittorioso
al tiro alla fune col giorno si rovesciava
sulla collina,fremito di piedi al ritorno
al raccoglimento di animali e bimbi
a plasmare il proprio IO alla fantasia,
spedire una lettera segreta di biascichìo
alle lucciole
-Sigillava i sogni una preghiera
-------------------------------------
Da:Sorrisi Pignorati
www.santhers.com
ichael santhers

michael santhers
Grande Autore
Grande Autore
Messaggi: 1520
Iscritto il: 20/03/2006, 2:40

CELLOFAN

Messaggio da michael santhers »

Ogni giorno
un cellofan
copre i nostri volti
e la trasparenza somma
impercettibili distorsioni
fino a uno spessore
che cambia connotati
-Tra le dita un’antica foto
al vaglio d’occhi sgomenti
offrono ai ricordi
una taglia
per fotogramma
di somiglianza
-----------------------------
Da:Avanguardie Irriverenti
www.santhers.com
ichael santhers

Rispondi