Pagina 1 di 1

Cinismo partenopeo

Inviato: 28/01/2018, 17:39
da daniele missiroli
Cinismo partenopeo

- Dove siamo? – chiese Kevin, addentando un Big Mac strapieno di ketchup.
- A Pozzuoli, il 19 settembre 305 - rispose John - per il martirio del Vescovo Gennaro.
- Scusi - chiese Kevin a una signora - dove si trova l’anfiteatro?
- Il mio nome è Eusebia e mi duole informarvi che l’esecuzione è già avvenuta, purtroppo.
Turbato dalla notizia, Kevin strizzo il panino e macchiò la veste della donna.
- Non sarà facile togliere quella macchia – ghignò John.
- Credo che la userà in altro modo – commentò Kevin.

Re: Cinismo partenopeo

Inviato: 28/01/2018, 17:47
da daniele missiroli
Vi risparmio la ricerca su Google :D

Subito dopo la decapitazione sarebbe stato conservato del sangue, come era abitudine a quel tempo, raccolto da una pia donna di nome Eusebia che lo racchiuse in due ampolle che divennero famose fino ai nostri tempi.
Tre ricercatori, pochi anni fa, hanno scritto un articolo in cui avanzano l'ipotesi secondo cui all'origine del cosiddetto "miracolo di San Gennaro" vi sia il fenomeno noto come tissotropia, ossia la proprietà di alcuni materiali di diventare meno viscosi se sottoposti a una sollecitazione meccanica e di tornare allo stato precedente se lasciati indisturbati. Un esempio di questa proprietà è la salsa ketchup, che si può mostrare in uno stato quasi solido fino a quando delle scosse non la fanno diventare d'un tratto molto più liquida.

Re: Cinismo partenopeo

Inviato: 28/01/2018, 20:28
da Massimo Baglione
ehehe forte, bravo!

Re: Cinismo partenopeo

Inviato: 29/01/2018, 13:19
da daniele missiroli
Grazie Massimo :-)

Re: Cinismo partenopeo

Inviato: 29/01/2018, 21:58
da dixit
Però con la spiegazione diventa macchinoso... ci vorrebbe una raffigurazione integrat nella storia. Una frase magari, efficace.

Re: Cinismo partenopeo

Inviato: 30/01/2018, 12:16
da Antonio Ognibene
Il racconto è interessante.
Anche secondo me bisognerebbe (non è facile, lo so) provare a inserire anche il cenno storico.