Viaggi nel tempo

Spazio di dibattito e confronto sui temi classici e non solo della sci fi
quaesitor
Android
Android
Messaggi: 1512
Iscritto il: 17/01/2012, 0:51
Località: Montecchio Emilia (RE)

Viaggi nel tempo

Messaggio da leggere da quaesitor » 03/04/2012, 22:21

È un tema usato (e a volte abusato) nella fantascienza fin dai suoi primordi, con 'La macchina del tempo' di Wells. Ha inoltre stuzzicato pensatori e scienziati, da quando la teoria della relatività ne ha messo in luce la possibilità teorica: tutt'oggi non ci sono possibilità di negare con certezza l'esistenza di Wormholes o affaracci del genere, e le più forti congetture contro tali possibilità derivano da considerazioni puramente logiche.
Nonostante se ne parli da almeno un secolo e molte e robuste siano le convinzioni contro la possibilità di un viaggio nel tempo (perlomeno nel passato), esso continua ad affascinare l'uomo, come una delle sfide più radicali lanciate alla sua possibilità di comprensione. E questo secondo me proprio grazie alla fortissima contraddizione che esso genera lasciandola insoluta.
Ma vediamo di cosa si tratta. È quello che si può chiamare 'paradosso dell'autoconsistenza', presto spiegato: un evento che si muova nel passato o fa già da sempre parte di quel passato oppure distrugge la coerenza logica della linea temporale.
Esempio: se io torno indietro nel tempo e uccido mio padre la mia stessa esistenza perde di significato e così il mio viaggio a ritroso (contraddizione logica). Se però nella natura stessa esiste qualcosa che implica la mia impossibilità di modificare il passato, per cui potrei al massimo solo contribuire a farlo essere ciò che è sempre stato, allora non esiste il mio libero arbitrio. E badate bene che questo non è un problema semplicemente di 'etica umana', perchè secondo la meccanica quantistica le particelle dovrebbero muoversi in modo casuale, cosa impossibile per una particella tornata indietro nel tempo (creerebbe la contraddizione logica di cui sopra).
Come fare quindi? È possibile una terza via?
Grandi menti si sono scontrate (e si stanno scontrando) con questo problema, che fa tremare i fondamenti di ciò che è (o crediamo sia) il mondo: principio di consistenza degli eventi, principio di causalità, principio di località, principio di conservazione dell'energia.
Voi cosa ne pensate? Ne avete mai parlato direttamente o indirettamente nei vostri scritti? Avete letto qualcosa al riguardo?
Personalmente un'idea l'avrei, ma visto che ci sto basando sopra un romanzo intero lascio a voi la prima parola.

Autori e opere riguardanti viaggi nel tempo o simili (cito solo quelli che ho letto, non esitate a segnalarne altri)
- H.G. Wells, La macchina del tempo
- I.Asimov, La fine dell'eternità (bel romanzo ma si basa su una premessa piuttosto farlocca, cioè che esista un 'tempo' fuori dal Tempo)
-I.Asimov, Il Cronoscopio (racconto)
-G.Egan, Il diario di cento anni luce (racconto)
E Dio disse: ANNULLA linee da Uno ad Aleph. CARICA. ESEGUI.
E l'universo cessò di esistere

Poi ponderò per un po' di eoni, sospirò e aggiunse: CANCELLA.
E l'universo non fu mai esistito.

- Arthur C. Clarke, siseneG

Avatar utente
Massimo Baglione
Administrator
Administrator
Messaggi: 7356
Iscritto il: 22/09/2006, 8:12
Località: aznediseR
Contatta:

Re: Viaggi nel tempo

Messaggio da leggere da Massimo Baglione » 04/04/2012, 7:21

quaesitor ha scritto: Ne avete mai parlato direttamente o indirettamente nei vostri scritti?
Io sì :-)

Time city - amanti nel tempo.

Nella stessa pagina c'è il link per scaricare GRATUITAMENTE l'intero PDF.
Immagine

Immagine <<< io sono nel Club dei Recensori di BraviAutori.it.

Immagine

www.massimobaglione.org

Avatar utente
Marco Signorelli
Android
Android
Messaggi: 1770
Iscritto il: 21/10/2010, 10:03
Contatta:

Re: Viaggi nel tempo

Messaggio da leggere da Marco Signorelli » 04/04/2012, 8:04

I viaggi nel tempo... questi sconosciuti.
Come potrebbe essere il titolo di uno dei tanti seminari a cui si reca nonna Papera :-D
In realtà il viaggio nel tempo [VnT da ora] è stato affrontato con dovizia di particolari in tutti i generi fantascientifici. La creazione di universi paralleli a causa di un intervento, loop [cicli, se non vogliamo usare la parola anglosassone] eterni, guardiani che mantengono l'integrità del continuum, iroia e serietà.
Come già scritto l'argomento non è facile perché affronta un dilemma serio; il libero arbitrio esiste?

Come autore famoso ma umile non ho mai affrontato l'argomento, non è detto che non lo affronti in un futuro.. o forse in un passato alternativo.

[Quaesitor scaricato.... grazie, lo leggerò con attenzione]

Peace

quaesitor
Android
Android
Messaggi: 1512
Iscritto il: 17/01/2012, 0:51
Località: Montecchio Emilia (RE)

Re: Viaggi nel tempo

Messaggio da leggere da quaesitor » 04/04/2012, 11:40

Io penso che la scorciatoia logica degli universi paralleli sia un po' troppo facile: certo, è un meccanismo abilitante per trame che in altro modo non potrebbero crearsi, ma secondo me fa perdere quell'angoscia e quel senso di contraddizione profonda che è il nucleo più appassionante di ogni viaggio nel tempo che si rispetti.
Consiglio L'assassino infinito (racconto di Greg Egan nella raccolta Aximomatic) per un interessante trattazione dei viaggi tra universi paralleli.

@Max: spero tu non abbia avuto la mia stessa idea per superare la contraddizione perché sennò potrei scorticarmi!  :laughing7:
E Dio disse: ANNULLA linee da Uno ad Aleph. CARICA. ESEGUI.
E l'universo cessò di esistere

Poi ponderò per un po' di eoni, sospirò e aggiunse: CANCELLA.
E l'universo non fu mai esistito.

- Arthur C. Clarke, siseneG

Avatar utente
Massimo Baglione
Administrator
Administrator
Messaggi: 7356
Iscritto il: 22/09/2006, 8:12
Località: aznediseR
Contatta:

Re: Viaggi nel tempo

Messaggio da leggere da Massimo Baglione » 04/04/2012, 16:05

quaesitor ha scritto:@Max: spero tu non abbia avuto la mia stessa idea per superare la contraddizione perché sennò potrei scorticarmi!  :laughing7:
No, non cerco di risolvere la contraddizione, ma i protagonisti, dopo varie vicissitudini scopriranno in che modo un rivoluzionario viaggio nel Tempo darà il via a un innovativo sistema di colonizzare la Luna e, forse, l'intero Universo. :-)
Immagine

Immagine <<< io sono nel Club dei Recensori di BraviAutori.it.

Immagine

www.massimobaglione.org

quaesitor
Android
Android
Messaggi: 1512
Iscritto il: 17/01/2012, 0:51
Località: Montecchio Emilia (RE)

Re: Viaggi nel tempo

Messaggio da leggere da quaesitor » 04/04/2012, 16:38

Sembra interessante, lo sto leggendo (per quanto permetta il limitato tempo a disposizione).
A livello di stile non è male, informale e divertente. Ho visto qualche possibile pecca nei dialoghi: un paio di volte mi è parso poco immediato il modo di parlare di alcuni personaggi. Il dialogo con la famiglia ad esempio, mi sembra che siano poco naturali certe considerazioni del protagonista. Poi magari è una sensazione soggettiva.
Conta che è un giudizio dato solo sulle prime 30 pagine.
E Dio disse: ANNULLA linee da Uno ad Aleph. CARICA. ESEGUI.
E l'universo cessò di esistere

Poi ponderò per un po' di eoni, sospirò e aggiunse: CANCELLA.
E l'universo non fu mai esistito.

- Arthur C. Clarke, siseneG

Avatar utente
carlo
Administrator
Administrator
Messaggi: 4906
Iscritto il: 22/09/2006, 14:46
Contatta:

Re: Viaggi nel tempo

Messaggio da leggere da carlo » 04/04/2012, 19:16

questa sezione è effettivamente interessante. Ai viaggi nel tempo era dedicato pure un nasf. Sono cosi tanti i libri sci fi dedicati all'argomento che non mi viene in mente neanche un titolo :)

Avatar utente
Massimo Baglione
Administrator
Administrator
Messaggi: 7356
Iscritto il: 22/09/2006, 8:12
Località: aznediseR
Contatta:

Re: Viaggi nel tempo

Messaggio da leggere da Massimo Baglione » 04/04/2012, 19:37

Quesitor, non esitare a segnalarmi tutto ciò che non va. Quello è il mio primo romanzo e mi ha fatto faticare un sacco per portarlo a termine. (magari segnalami il tutto nella sezione apposita per non andare OT qui)
Immagine

Immagine <<< io sono nel Club dei Recensori di BraviAutori.it.

Immagine

www.massimobaglione.org

quaesitor
Android
Android
Messaggi: 1512
Iscritto il: 17/01/2012, 0:51
Località: Montecchio Emilia (RE)

Re: Viaggi nel tempo

Messaggio da leggere da quaesitor » 05/04/2012, 11:18

Qualcun altro ha idee e proposte sul tema?

Come ho già detto, il viaggio nel tempo è uno dei miei temi preferiti, permette di creare situazioni molto affascinanti, dove speculare sull'identità dell'individuo, sul destino, sul libero arbitrio, sulla (in)coerenza della realtà che ci circonda.
Non a caso il mio testo per le Tre Lune, Ritorsioni, tratta un viaggio nel tempo.

PS: tralaltro qualcuno di voi ha capito il disegno dietro a Ritorsioni? Ce n'è uno, ma ho dovuto sacrificarlo in gran parte per dare spazio all'impatto emotivo.
E Dio disse: ANNULLA linee da Uno ad Aleph. CARICA. ESEGUI.
E l'universo cessò di esistere

Poi ponderò per un po' di eoni, sospirò e aggiunse: CANCELLA.
E l'universo non fu mai esistito.

- Arthur C. Clarke, siseneG

Avatar utente
Marco Signorelli
Android
Android
Messaggi: 1770
Iscritto il: 21/10/2010, 10:03
Contatta:

Re: Viaggi nel tempo

Messaggio da leggere da Marco Signorelli » 05/04/2012, 13:18

Il racconto mi è piaciuto... avevi lasciato abastanza indizi per far capire quello che accadeva... il loop era invece più nascosto... e la scelta finale del protagonista di mettervi fine è un bel colpo di scena.

Mi piace anche l'idea che i guardiani del tempo si siano praticamente autocreati per difendersi da se stessi, visto che l'eternità sembrerebbe un posto piuttosto noioso [Q di star trek insegna :-P]

Se intendevi introdurre un altro argomento, sorry, non l'ho notato :-P o forse l'ho notato ma ora mi sfugge :-P

Peace

quaesitor
Android
Android
Messaggi: 1512
Iscritto il: 17/01/2012, 0:51
Località: Montecchio Emilia (RE)

Re: Viaggi nel tempo

Messaggio da leggere da quaesitor » 05/04/2012, 14:05

Intendevo appunto il loop, la questione della presenza a prima vista assurda del Guardiano giovane-adulto-vecchio nello stesso momento. C'è una motivazione al tutto ma solo accennata, credo che prima o poi lo amplierò con una versione da 30mila-40mila battute in modo da spiegare meglio il tutto.

Tralaltro pochi giorni fa ho avuto un idea fantastica e assolutamente assurda per gestire una trama completamente basata su viaggi nel tempo... un po' sono titubante a dirla in giro per non bruciarmi così una possibile grande idea, da un altro punto di vista mi urge confrontarmi con pensieri diversi perchè allo stesso modo potrebbe essere una grande c*gata :laughing11: ...  grave dilemma...
E Dio disse: ANNULLA linee da Uno ad Aleph. CARICA. ESEGUI.
E l'universo cessò di esistere

Poi ponderò per un po' di eoni, sospirò e aggiunse: CANCELLA.
E l'universo non fu mai esistito.

- Arthur C. Clarke, siseneG

Avatar utente
carlo
Administrator
Administrator
Messaggi: 4906
Iscritto il: 22/09/2006, 14:46
Contatta:

Re: Viaggi nel tempo

Messaggio da leggere da carlo » 05/04/2012, 14:26

le idee migliori in letteratura sono spesso sulla linea di confine tra la genialità e la cacata immonda, è difficile fare cose nuove, dare nuovi punti di vista, e spesso per lo sforzo di non cadere in clichè o non sfruttare situazioni già viste, si sconfina nel banale. 

Avatar utente
Marco Signorelli
Android
Android
Messaggi: 1770
Iscritto il: 21/10/2010, 10:03
Contatta:

Re: Viaggi nel tempo

Messaggio da leggere da Marco Signorelli » 05/04/2012, 18:43

Quaesitor, tu butta giù l'idea.... scrivi e scrivi... poi, quando ti sembra che abbia senso, puoi sempre farla vedere a qualcuno.
Personalmente non faccio mai leggere a nessuno i miei racconti prima che abbiano passato una settimana in un cassetto e dopo una rilettura per capire se è una boiata oppure se ha una parvenza di bontà.

quaesitor
Android
Android
Messaggi: 1512
Iscritto il: 17/01/2012, 0:51
Località: Montecchio Emilia (RE)

Re: Viaggi nel tempo

Messaggio da leggere da quaesitor » 05/04/2012, 20:38

Ah ma quello di cui stavo parlando non è tanto un opera già conclusa, ma un intera prospettiva radicalmente diversa dallo stilema normale, una specie di modo di organizzare la scrittura e il libro stesso per rendere la complessità del problema dei viaggi nel tempo.
E Dio disse: ANNULLA linee da Uno ad Aleph. CARICA. ESEGUI.
E l'universo cessò di esistere

Poi ponderò per un po' di eoni, sospirò e aggiunse: CANCELLA.
E l'universo non fu mai esistito.

- Arthur C. Clarke, siseneG

Avatar utente
carlo
Administrator
Administrator
Messaggi: 4906
Iscritto il: 22/09/2006, 14:46
Contatta:

Re: Viaggi nel tempo

Messaggio da leggere da carlo » 06/04/2012, 2:36

un modo "nuovo" per rendere i viaggi del tempo in narrativa deve sicuramente prevedere approcci tecnici innovativi ed originali perchè abbia un senso, il problema è quello cui accennavo precedentemente, libri scritti con approcci narrativi che cercano di essere nuovi e che trattano un tema abusato come i viaggi nel tempo, raramente hanno vie di mezzo, o escono benissimo, o malissimo, e richiedono sicuramente un gran lavoro di revisione continua, per cui buon lavoro quae :)  Per gli sbalzi temporali narrativi, di un genere che ben si adatta al concetto di spostamento indietro / avanti nel tempo, penso a molti libri di Dick e al tipo di approccio che sperimentava, secondo me con successo.

quaesitor
Android
Android
Messaggi: 1512
Iscritto il: 17/01/2012, 0:51
Località: Montecchio Emilia (RE)

Re: Viaggi nel tempo

Messaggio da leggere da quaesitor » 06/04/2012, 11:00

Di Dick ho letto solo racconti, ci sono anche romanzi che trattano di questi temi?
E Dio disse: ANNULLA linee da Uno ad Aleph. CARICA. ESEGUI.
E l'universo cessò di esistere

Poi ponderò per un po' di eoni, sospirò e aggiunse: CANCELLA.
E l'universo non fu mai esistito.

- Arthur C. Clarke, siseneG

Avatar utente
carlo
Administrator
Administrator
Messaggi: 4906
Iscritto il: 22/09/2006, 14:46
Contatta:

Re: Viaggi nel tempo

Messaggio da leggere da carlo » 06/04/2012, 16:18

una quarantina? :)  scherzi a parte, tutti i romanzi di dick giocano su sbalzi spazio temporali, il che non significa necessariamente viaggiare nel tempo, ma propongono schemi temporali particolari e alternativi, che seguono linee diverse da quelle canoniche, proprio per lasciarci quel senso di "diverse possibili realtà" che rimane alla fine di ogni libro di dick, penso in particolare, come tecnica narrativa, a l'uomo nell'alto castello (la svastica sul sole) a labirinto di morte, a ubik, a in senso inverso, a valis, alla trasmigrazione di timothy archer... e te ne potrei dire diversi altri, Dick gioca sopratutto con la soggettività della realtà, ovvero nei suoi romanzi, direi tutti, i diversi punti di vista hanno sempre qualche discordanza, e lasciano sempre l'impressione di non sapere, o di non poter sapere, quale sia lo svolgimento effettivo dei fatti. é un modo di giocare con gli schemi del romanzo che ha reso celebre l'autore e gli ha donato tanti lettori innamorati, tra cui me.
Sono schemi che credo si adattino bene al concetto di viaggio nel tempo in un romanzo. Ho letto quasi tutto dick, come avrai intuito, e penso che sia un autore fondamentale da approcciare per chi vuole provare a fare qualcosa di nuovo in sci fi.

Avatar utente
Marco Signorelli
Android
Android
Messaggi: 1770
Iscritto il: 21/10/2010, 10:03
Contatta:

Re: Viaggi nel tempo

Messaggio da leggere da Marco Signorelli » 07/04/2012, 18:37

Dick è uno dei pilastri della fantascienza... ma Ubik e Valis non li ho apprezzati molto... forse dovrei rileggerli.

Peace

Avatar utente
jormungaard
Android
Android
Messaggi: 3399
Iscritto il: 23/09/2006, 7:36
Località: Gundersheim, piana di Ringsfjord
Contatta:

Re: Viaggi nel tempo

Messaggio da leggere da jormungaard » 08/04/2012, 9:08

Per rimanere in ambito puramente italiano vi segnalo un ottimo romanzo sui viaggi nel tempo che mi ha davvero impressionato.
"L'intercettore" di Francesco Puggioni.

Come sempre italiano è un altro racconto scritto da uno dei più promettenti autori in ambito Sci-Fi, un certo Riccardo Simone:
http://www.sitomedio.it/Che%20tempo%20fa.pdf&nbsp; :angel4:
Immagine

Immagine

Avatar utente
carlo
Administrator
Administrator
Messaggi: 4906
Iscritto il: 22/09/2006, 14:46
Contatta:

Re: Viaggi nel tempo

Messaggio da leggere da carlo » 08/04/2012, 18:29

ubik a me è piaciuto, valis e la trilogia meno, perchè era effettivamente impazzito e nel testo pesa.... quindi se vuoi rileggere, ubik pure pure, valis anche no, li citavo più per lo schema espositivo che per il valore letterario

Avatar utente
jormungaard
Android
Android
Messaggi: 3399
Iscritto il: 23/09/2006, 7:36
Località: Gundersheim, piana di Ringsfjord
Contatta:

Re: Viaggi nel tempo

Messaggio da leggere da jormungaard » 08/04/2012, 19:14

Ho appena finito di leggere Ubik e mi è davvero piaciuto. Un pò matrix un pò Minority Report.
Immagine

Immagine

Rispondi