AMORI CHE NON SI INCONTRANO MAI

discussioni di vario genere, libri e poesia
michael santhers
Grande Autore
Grande Autore
Messaggi: 1503
Iscritto il: 20/03/2006, 3:40

GHIACCIO

Messaggio da leggere da michael santhers » 17/12/2018, 2:57

Il ghiaccio,raucedine
sputata dal tempo
su cui lui stesso scivola indietro

Sotto una lastra di ghiaccio
dei semi che il pettirosso
non può beccare
e prega il sole,lo sciolga
ma questo è lontano
a riscaldare le sue concubine

Il ghiaccio,argento dei poveri
che non possono spenderlo
allora si frugano le mani
e imbrogliano il cuore
a cercare un sorriso
simulando in fretta a pagarlo

A terra nel ghiaccio
si sono tanti occhi
perduti dai volti ruotati alle spalle
calpestati dai piedi
e ogni scarpa di solo andata
a cercare calore

Col tempo si scioglierà
ma a volte dentro di ognuno
rimane una capanna di ghiaccio
a custodie perenne dell'anima
ove ospite qualche sperduto pensiero
o una parola Giuda alla bocca
-----------------------------------------
Da:Soste Precarie

michael santhers
Grande Autore
Grande Autore
Messaggi: 1503
Iscritto il: 20/03/2006, 3:40

INDIZI FESTOSI

Messaggio da leggere da michael santhers » 18/12/2018, 3:34

Vetrine
fanno da esche, da specchi
e le luci semaforo verde agli acquisti

Vecchi cappotti tremano
vedono i nuovi a scalzarli
e qualcuno unto alle tasche
simula indossi ai poveri agli angoli
sempre meglio all'oblio in armadi

La neve abituata a tovaglia
scarabocchiata
coi piedi,col vino
stavolta clonata
a chiare lettere appese
a formare un auspicio

Qualche cartone
illustrato a delizie
spacchettato in anticipo
e aquilone a giacigli
contesi da gambe di legno

Salumi ridenti le luci
in dispense senza pareti
e qualche cane randagio le punta
con la lingua sonda ad assaggi

Con la coda mossa ad assensi
le gazze beccano scarti di vizi
s'involano festose allo spreco

I bambini impuntano i piedi
ad aratro alle mamme
al diniego a costosi capricci
-----------------------------------------
Da:Vite Tremule

michael santhers
Grande Autore
Grande Autore
Messaggi: 1503
Iscritto il: 20/03/2006, 3:40

IL VENTO RACCONTA

Messaggio da leggere da michael santhers » 27/12/2018, 3:56

Il vento pascola le nuvole
le folate sono i suoi cani
che le separano,le rincorrono
le macchie di sereno campi coltivati

Sui pensieri,tremano si torcono le antenne
capelli che si liberano dal pettine,
sulle pelate,immobili quelle paraboliche

La volpe annusa odore di galline
alle spalle quello dei fucili
nel dubbio si rintana
la vita è un sorteggio
e a nascondersi rinviare l'estrazione

Sabbia negli occhi
e a schiacciarla col dorso di due dita
qualche lacrima a cui si possono dare mille scuse
anche se il cuore ci legge solo addii
specie per qualche amore
che lo fece battere senza regole

Il vento, collezionista di lamenti
e vecchio despota che se li riconta la sera
e manca sempre uno che l'anima
vecchia rigattiere tiene per se stessa

Il vento ci racconta storie millenarie
in una lingua che non abbiamo mai imparato
e a dargli fiato da lontano, i nostri morti
----------------------------------------------------
Da:Sorrisi Pignorati

Rispondi