AMORI CHE NON SI INCONTRANO MAI

Discussioni di vario genere, libri e poesia
michael santhers
Grande Autore
Grande Autore
Messaggi: 1520
Iscritto il: 20/03/2006, 2:40

ATMOSFERE PERSE

Messaggio da michael santhers »

Nella pignatta
al bollito di maiale
la vecchia aggiunse delle rape

Piccole bolle
come da bocca di naufrago
che lotta per rimanere in vita
uscivano ai lati del coperchio
che di tanto in tanto si sollevava
come crosta di terra
spinta da un animale alla scadenza
del letargo

Ai bordi
simile a bava di lumaca sazia
una piccola schiuma
si allungava e si ritirava
intenta a voler disegnare in premura
una geografia soddisfacente
e lontana da ogni guerra

Tenuto alla distanza giusta
il fuoco a imitar un atleta che chiude
la carriera partecipava al gioco
con distacco e di tanto in tanto
una fiammella confermava la presenza
del calore più intento ad allearsi
all'atmosfera serena e non alla cottura

Vorticava nel silenzio la melodia di una fanciulla
e nell'aria le delizie del suo cuore
accarezzavano le orecchie del gatto
che si trovava a metà tra il paradiso dei profumi
e il nettare dell'anima che si scioglieva in voce

Soave dormiva il bimbo nella culla
con la bocca aggiustava le mascelle rosa
rapite dai sogni dietro le scie di un seno

Da cornice che racchiude occhi di pace
le finestre facevano vedere coriandoli di neve
che lenta scendeva a volersi scusare
dei passi nel disagio di forme di vita
attanagliate dalla fame
incantate dalla pace
assorbite dal silenzio
----------------------------------------------------
Da:Voci dall'inferno
www.santhers.com
ichael santhers

michael santhers
Grande Autore
Grande Autore
Messaggi: 1520
Iscritto il: 20/03/2006, 2:40

FESTA DI SANTA CRISTINA

Messaggio da michael santhers »

Tornano gli emigranti
con l'anima in due posti
guardano nuove case
senza storia
con occhi che non coprono
l'infanzia

Osservano la piazza
dove giocarono
a testa e croce
il sogno di partire
ma ormai il ricordo dei passi d'incertezze
lische di pesce sotto al cemento

La donna che volle rimanere
finalmente esce per strada
ha ancora il volto liscio
tranne una profonda ruga
di dolore

Nell'andirivieni
si cercano le mani
dell'antico distacco
ma qualcuna è sul muro
sciolta in un inchiostro nero
sotto la testa china e pesante
di un Dio sofferente

Tira lo stesso vento
che indicò il cammino
e poi si oppose al petto

Recalcitranti
al segno della croce
mentre passa l'icona
i figli si spiegano col rumore
di una lingua diversa
quasi fuori posto

I fuochi d'artificio
nella nuova area
a fianco al cimitero
e qualcuno con nostalgia
e disgusto
..bisognava farli nella città vecchia
è lì che vegliano i fantasmi
quì dormono solo i morti

Nel cielo vincono
i lampi di colori
ognuno per un rancore
alimentato dal fiato delle anime
che trovarono sepolture forzate
...............irrequiete
----------------------------------
Da:Voci Dall'inferno
www.santhers.com
ichael santhers

michael santhers
Grande Autore
Grande Autore
Messaggi: 1520
Iscritto il: 20/03/2006, 2:40

VIOTTOLI

Messaggio da michael santhers »

Polvere e ciottoli sparsi levigati
rosario di piedi stanchi
della donna d'antico lutto,
stridula in pause a cambio di preghiere
in ritorno dal fazzoletto variopinto di campagna
alla cascina ove ceppi e fieno
sono lettere Etrusche su papiro
che solo lei nel dolore sa leggere
--Il fischio stonato d’un passero
stuprato dai rintocchi d’una campana al tramonto
sbanda il passo d'abitudine
che azzanna l’erba rigogliosa spettinata
fuori dal calpestìo
e il cuore scioglie battiti ai dubbi
--Croce a memoria di mano destra
cesto all’altra che pensiona il dondolo
carezzante ai fianchi
e si fa ala tesa a sorreggere
--Appollaiato,ridente
sulla linea del tramonto,il sole
rende mappa di un amore,le rughe al volto,
diamante al forestiero gli occhi
--------------------------------------------
Da:Sorrisi Pignorati
www.santhers.com
ichael santhers

michael santhers
Grande Autore
Grande Autore
Messaggi: 1520
Iscritto il: 20/03/2006, 2:40

PICCOLE ALI

Messaggio da michael santhers »

Piccola vita che crescevi dentro di me
poi d'un tratto pezzo di ingombro
che alimentavi le mie paure

Corda legata ad un cielo
opprimente,abbassato
che mi impediva quel salto nel vuoto
per farla finita

Un prezzo alto di un piacere breve
figlio intruso
mi sbarazzai di te e ti lasciai dai falchi
che mi imbrogliarono
facendo finta di cullare la tua piccola morte

Ora mi servi piccolo fiore
a cui mancava l'ultimo sole per sbocciare
e io ti lasciai in un luogo senza tempo

Non posso piangere sul tuo cimitero
che ho dentro di me e non vedrò mai
però sento le voci del tuo piccolo scheletro
vedo il fantasma del tuo piccolo volto
fermato a metà

Anima mia lo so che non merito pace
ma vorrei che il mio dolore ti giungesse lo stesso

In un luogo da designare costruirò la tua piccola casa
per tenerla a riparo dai peccati del mondo
mi trascinerò fino allos tremo per venirti a trovare
portarti i tuoi giochi rubati

Piccole ali non so se avete potuto volare
verso un cielo lontano
o siete cadute nel posto più brutto
e per questo dubbio che non basta il dolore
non c'è pena che io possa scontare
non c'è volto che costruisco
che possa chiarire
come potresti essere adesso
--------------------------------------------------------------
Da:Normalità incondivisibili tra maschere clonate
www.santhers.com
ichael santhers

michael santhers
Grande Autore
Grande Autore
Messaggi: 1520
Iscritto il: 20/03/2006, 2:40

IL BUE

Messaggio da michael santhers »

Stanco
vecchio
con passo forzato
con la coda
presa in giro dalle mosche
con gli occhi torvi
coperti dal sottile velo
dell’addio prossimo
il bue
in silenzio supplicava
le fatiche
sotto un’aratro
che scorticava un’arida terra

Fu rimpiazzato

Provai grande dolore
quando lo caricarono

Ci guardò con perdono
capì che non l’avevamo tradito
si rese conto e fu contento
di andare al macello
per ridurre seppur di poco
la nostra miseria

Io bambino sussurrai
quando avrò i soldi
in tuo onore
porterò
solo scarpe di gomma
------------------------
Da:Poesie cialtrone
www.santhers.com
ichael santhers

michael santhers
Grande Autore
Grande Autore
Messaggi: 1520
Iscritto il: 20/03/2006, 2:40

IO IN PARADISO

Messaggio da michael santhers »

Lungo il viale del Signore
con i mandorli in fiore
tra lo sbatter d’ali
di angeli che gareggiavano
con gli uccelli
tra suoni celestiali
e parole di poeti
ai quali in vita riuscì
di non peccare
io con la faccia che le donne
mi avevano strappato
per prendersi la parte migliore
e ora ricomposta
per un’espressione giusta
da fare a Dio
per eludere la noia della pace
e di amori celestiali senza amplessi
me ne andai all’osservatorio
dove dal mio mondo sospeso
potevo vedere le anime
che in vita s’erano servite
d’ogni male

Mi affacciai
e vidi il mio padrone
che mi legò senza corda
ora tra mille fuochi
e con la lingua arsa
col pollice capovolto
come quando abbassava
le mie gioie
ma stavolta voleva dire altro
manda giù dell’acqua

Attorno mi girai
per cercare un litro di benzina
ma in paradiso le ali
sostituiscono i motori

Pensai..sarebbe stato bello
usare il mio indice come contagocce
per quel liquido che avrebbe funzionato
per il bastardo come elisir di illusioni
da lui adoperate in vita al mio gran dolore

Intervenne Dio e mi disse..
io ho capito le tue intenzioni
e se oggi sei quì lo devi a lui
per questa volta ti perdono

Capii la lezione
e col rancore ancora
attanagliato nello stomaco
me ne andai dal mio amore
dal quale anche nel cielo
ero fuggito
..mi rassegnai al suo eterno abbraccio
che mai al sesso
avrebbe portato
------------------------------------
Da:Normalità incondivisibili tra maschere clonate
www.santhers.com
ichael santhers

michael santhers
Grande Autore
Grande Autore
Messaggi: 1520
Iscritto il: 20/03/2006, 2:40

EPITAFFIO 26

Messaggio da michael santhers »

Da ateo incallito tentai diversi credi
e in ognuno vidi verità illuminanti
e distorsioni abnormi,sconcerntanti
-Cercai tra partiti politici ideologie giuste
ma con amarezza constatai solo utopie
e verità ad uso e consumo
-La filosofia spesso mi appagò
però rendendomi equilibrista tra il bene e il male
una specie di Pilato con l’alibi d’esser costretto
a non scontentare contese d’ogni storia
-Cercai vanamente Donne perfette
e capii che inconsciamente le volevo pezza
ai miei difetti spacciati pregi
-Una futilità vecchia e retorica che deridevo
all’ultimo respiro mi tornò unica certezza saggia
..il detto di mia nonna Caterina analfabeta
curva sui suoi anni,col grosso rosario marrone
al quale rubavo da bimbo le palline per giocarci
...non fare agli altri quello che per te non vuoi
e rifletti, sconfortato la sera se hai osato del male
anche senza avvedertene,
-Spera la notte d’avere nel mattino lumi forza e coraggio
per l’inizio a porvi onesto rimedio
----------------------------------------------------------------
Da:Sorrisi Pignorati
www.santhers.com
ichael santhers

michael santhers
Grande Autore
Grande Autore
Messaggi: 1520
Iscritto il: 20/03/2006, 2:40

SICILIA

Messaggio da michael santhers »

Il mare azzurro
con i tormenti nel ventre
amorevole l’accarezza
come volesse riprendersela
mentre dorme tranquilla
stesa come un cavallo dedito
che si è guadagnato
la biada dopo aver scritto
con passione i suoi solchi
al riconoscente padrone

Fanciulle creole
dal pudore antico di tramando
coltivano segrete sensualità
espresse in sorrisi come lampi
affioranti al broncio
tra labbra carnose
incantano smarriti viaggiatori
che non afferrano l’anima mistica
e contaddittoria di questa terra
avara,generosa,vendicativa
umana che conserva l’orgoglio nelle vene
pulsante sui volti dove ogni mimica
tentata s’arrende in smorfia ai principi
inamovibili dei padri dei padri
in echi che tornano rasoi
e sbarbano le valli esigenti

Inebrianti profumi di zagare
stordiscono e stendono
il filo del richiamo al visitatore incredulo
sui treni che infilzano campagne
di vigneti e tappeti di paglia
ove casolari vegliano atmosfere
di nostalgie che ancora bruciano
al sole curve schiene,
omaggianti al lavoro fieri la pelle
--------------------------------------
Da:Voci scomode-03/07/2005
www.santhers.com
ichael santhers

michael santhers
Grande Autore
Grande Autore
Messaggi: 1520
Iscritto il: 20/03/2006, 2:40

CALAMITA

Messaggio da michael santhers »

Con raggiri cercai di darti un bacio
e mi ritrovai con le tue unghia alla faccia,
siamo come due calamite
forzate all’incollo di pari polo dicesti
-Alchè sforzai l’arguzia e proposi:
stendiamoci su un tappeto
e abbracciamoci stretti capovolti
così accontentiamo la fisica
-Un gran ceffone e un calcio al basso ventre
fu la tua risposta
-Aveva forse ragione il professore
a giudicarmi con l’usuale voto, due
e definirmi irrecuperabile somaro
in materie scenti-fiche
-C’è qualche luminare dei mie stivali
in grado di disquisire la repulsione
anche all’applicar d’esatta formula?
----------------------------------------------:-)
Da:Sorrisi Pignorati
www.santhers.com
ichael santhers

michael santhers
Grande Autore
Grande Autore
Messaggi: 1520
Iscritto il: 20/03/2006, 2:40

DUE FRUTTI MATURI

Messaggio da michael santhers »

Affamata al punto d'aver quasi cecità
una volpe,scorse
in un fitto cespuglio
due grossi frutti neri,maturi
e senza pensare,al cervello
parvero sconosciute leccornie
omaggiati dalla genialità transgenica
la quale tra gli animali ha acquisito
discreta conoscenza e accoglienza,
ordinò irruento con lampo l'azzanno
ma un colpo terribile
spiantò dalla bocca e cadde sasso
ogni dente alla regina delle furbizie,
il calcio di un asino a difesa
dei suoi vecchi testicoli
-Io come sempre passai per caso
ed ebbi modo di dire...
a nulla è valso l'esempio
della famosa mela che all'umanità
costò il paradiso,mai
bisogna cogliere frutti
in altrui proprietà
incuranti di chi vi è a custodia
e poi senza aver versato
con amor di fatiche
alla coltivazione,sudore
-----------------------------------------
Da:Pietre e Utopie
www.santhers.com
ichael santhers

Rispondi