Recensioni "la cena"

i vostri libri
Avatar utente
Vita
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 1130
Iscritto il: 04/02/2006, 16:19
Località: nei dintorni di Bloomsbury
Contatta:

Recensioni "la cena"

Messaggio da leggere da Vita » 21/04/2007, 13:59

Ma non hai capito cosa intendevo?
Volevo solo dire che sono felicissima di poter finalmente leggere un romanzo che avevo tanto desiderato! Tra l'altro possiedo la mia anima l'ha scritto la Fusini, non Ginia!!!
Comunque va giù che è una bellezza maledetto genio che non sei altro, ma non voglio rovinarti la sorpresa della "recensione".... geniale l'idea dei ...
sublime in alcuni punti, poi ti dico!
Una cosa però Carlè te la devo dire... la Di Salvo è una casa editrice napoletana e quindi dovrei appoggiarla senza remore, ma Henry meritava, molto, ma molto di più!
Se fossimo vissuti fuori avresti stracciato tutti, e l'hai scritto in soli tre mesi di assoluta ispirazione?
Ma che infamone... a chi tanto e a chi niente!
La recensione te la invio via mail appena è pronta, non voglio scriverla subito perchè voglio essere lucida ed obiettiva e ora sono troppo dannatamente di parte!
"Combattere e vincere porta il meraviglioso
combattere e perdere porta quasi il divino...
tu sarai sempre tra i due senza scelta..."

Avatar utente
carlo
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 7322
Iscritto il: 26/09/2003, 1:02
Località: Roma
Contatta:

Recensioni "la cena"

Messaggio da leggere da carlo » 23/04/2007, 3:55

:oops: come sai chiedo solo onestà, e critiche costruttive... :) spero non ti deluda il finale, che è la mia parte preferita!

Avatar utente
Vita
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 1130
Iscritto il: 04/02/2006, 16:19
Località: nei dintorni di Bloomsbury
Contatta:

Recensioni "la cena"

Messaggio da leggere da Vita » 24/04/2007, 21:41

Sono a letto, pc sulla pancia, sigaretta accesa e testa vuota...
La cena è quì vicino a me, ancora calda, ancora impressa nella mia mente.
E avrei così tante cose da dire, che non riesco a porre un ordine che mi consenta di rendere chiaro, palese quello che penso. Avevo detto di voler aspettare per dire cosa ne pensavo, ma questo Carlo, è un libro che non ama le attese. Ti pulsa dentro. Ti fa sorridere, ti fa commuovere e soprattutto ti fa riflettere.
Credo fermamente che questo sia un romanzo da legggere, credo anche che la visione della vita di Henry sia dannatamente pertinente alla realtà, quella nuda e cruda che in fondo tutti abbiamo tentato di nasconderci almeno una volta.
Il vuoto di cui Henry parla verso la fine, quello che dice di lasciae in noi tristi lettori, lo sento in maniera distinta crescere in me. Ed è questo buco che in questo momento mi impedisce di pensare ad appunti e critiche più o meno costruttive da poterti sottoporre. Il fatto è che ora mi sento amareggiata, vergine di fronte alla mia stessa vita, aspetterò quindi che la ragione torni a farsi largo nella mia mente per parlare di tecnicismi e cazzate varie, quello che più conta è quello che uno scrittore lascia... il senso di inadeguatezza a volte, il senso di puro piacere altre. So di non aver perso tempo tra le tue 93 pagine, so di aver catturato qualcosa che mi resterà dentro e questo è più che sufficiente per il momento.


Il finale era geniale... zio Buck non avrebbe saputo fare meglio!


Ps da che non mi arrivava neanche un libro, me ne sono arrivati mille, pdc è arrivato, sap però non l'ho finito ancora perchè poi mi è arrivata la cena e sinceramente avevo troppa voglia di leggerla, ma lo finirò sap e poi te lo spedisco!
Di pdc alcune sono belle altre un pò meno, ma questo è il bello dei libri no?

Ultimo appunto, a proposito di poesie... dannato genio che non sei altro, lo vuoi capire si o no che sei un poeta come pochi? E non dire di no che a noi i modestini ci stanno sul cazzo!
"Combattere e vincere porta il meraviglioso
combattere e perdere porta quasi il divino...
tu sarai sempre tra i due senza scelta..."

Avatar utente
Massimo Baglione
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 1734
Iscritto il: 12/09/2005, 21:26
Località: Belluno
Contatta:

Recensioni "la cena"

Messaggio da leggere da Massimo Baglione » 24/04/2007, 22:58

E mo chi lo regge a Carlo dopo tutte queste coccole! ahahha

Avatar utente
patrizia
Macchina da scrivere
Macchina da scrivere
Messaggi: 454
Iscritto il: 20/12/2006, 18:18
Località: sempre e solo ,-| nordest produttivo

Recensioni "la cena"

Messaggio da leggere da patrizia » 25/04/2007, 10:41

io lo reggerei se solo rispondesse!!!
patrizia

Avatar utente
Flavia
Macchina da scrivere
Macchina da scrivere
Messaggi: 107
Iscritto il: 06/11/2006, 17:12
Località: Messina
Contatta:

Recensioni "la cena"

Messaggio da leggere da Flavia » 25/04/2007, 15:45

"La cena di Henry".......dunque l'ha scritto Carlo?.....Ho capito bene, oppure no?......
Immagine

Immagine
Immagine

Avatar utente
patrizia
Macchina da scrivere
Macchina da scrivere
Messaggi: 454
Iscritto il: 20/12/2006, 18:18
Località: sempre e solo ,-| nordest produttivo

Recensioni "la cena"

Messaggio da leggere da patrizia » 25/04/2007, 17:43

oh yes my darling
patrizia

Avatar utente
Flavia
Macchina da scrivere
Macchina da scrivere
Messaggi: 107
Iscritto il: 06/11/2006, 17:12
Località: Messina
Contatta:

Recensioni "la cena"

Messaggio da leggere da Flavia » 25/04/2007, 21:09

[quote=""patrizia""]oh yes my darling[/quote] ?
Immagine

Immagine
Immagine

Avatar utente
Vita
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 1130
Iscritto il: 04/02/2006, 16:19
Località: nei dintorni di Bloomsbury
Contatta:

Recensioni "la cena"

Messaggio da leggere da Vita » 25/04/2007, 22:31

si mia cara
"Combattere e vincere porta il meraviglioso
combattere e perdere porta quasi il divino...
tu sarai sempre tra i due senza scelta..."

Avatar utente
Flavia
Macchina da scrivere
Macchina da scrivere
Messaggi: 107
Iscritto il: 06/11/2006, 17:12
Località: Messina
Contatta:

Recensioni "la cena"

Messaggio da leggere da Flavia » 25/04/2007, 22:39

ehh...si...si..
Immagine

Immagine
Immagine

Avatar utente
Vita
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 1130
Iscritto il: 04/02/2006, 16:19
Località: nei dintorni di Bloomsbury
Contatta:

Recensioni "la cena"

Messaggio da leggere da Vita » 30/04/2007, 22:07

Carlo ti è arrivata la mail?
Credo di si perchè non mi è arrivata indietro ergo la tua casella non era piena...
"Combattere e vincere porta il meraviglioso
combattere e perdere porta quasi il divino...
tu sarai sempre tra i due senza scelta..."

Avatar utente
Vita
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 1130
Iscritto il: 04/02/2006, 16:19
Località: nei dintorni di Bloomsbury
Contatta:

Recensioni "la cena"

Messaggio da leggere da Vita » 10/05/2007, 13:06

Carlooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo
ooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo
ooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo
ooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo
ooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo
oooooooooooooooooowhat's the matter honey???
Perchè non rispondi alle mie mail? Inizio seriamente a credere di averti offeso.
"Combattere e vincere porta il meraviglioso
combattere e perdere porta quasi il divino...
tu sarai sempre tra i due senza scelta..."

kashino84
Macchina da scrivere
Macchina da scrivere
Messaggi: 369
Iscritto il: 20/04/2005, 18:16
Località: borgo vercelli
Contatta:

Recensioni "la cena"

Messaggio da leggere da kashino84 » 10/05/2007, 15:37

Dopo diverso tempo mi sono deciso di comprare il tuo libro Carlo, ora me lo leggo e poi diro' un mio parere.

Avatar utente
carlo
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 7322
Iscritto il: 26/09/2003, 1:02
Località: Roma
Contatta:

Recensioni "la cena"

Messaggio da leggere da carlo » 10/05/2007, 19:42

No michela non sto a casa e da fuori evito di leggere le mail di quella casella che se ho cose da salvarmi sul mio pc faccio solo casini... quando torno cercherò di leggere la tua prima delle altre.

Kash, grazie:) fammi sapere sinceramente cosa ne pensi e ricordo che lo scrissi da giovane...

Avatar utente
DevilMaster
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 2363
Iscritto il: 03/05/2004, 17:04
Località: Roma
Contatta:

Recensioni "la cena"

Messaggio da leggere da DevilMaster » 10/05/2007, 20:14

Tu non sei mai stato giovane. ;)
Poi, hai letto cosa pensano di noi, no? Siamo dei Penati, non siamo esseri umani, e in quanto tali non abbiamo età. ;)
WebMaster di

Riflettendo sul "teorema":
- Domani è un altro giorno... -
mi trovo a scontrarmi con la dura realtà....
Ieri,
come del resto oggi,
non c'è stato.

Avatar utente
Vita
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 1130
Iscritto il: 04/02/2006, 16:19
Località: nei dintorni di Bloomsbury
Contatta:

Recensioni "la cena"

Messaggio da leggere da Vita » 24/05/2007, 14:01

[quote="carlo"]No michela non sto a casa e da fuori evito di leggere le mail di quella casella che se ho cose da salvarmi sul mio pc faccio solo casini... quando torno cercherò di leggere la tua prima delle altre.


Ti prego dimmi che non sei ancora fuori casa, anche perchè altrimenti ti invidio a go go!!!!!!
"Combattere e vincere porta il meraviglioso
combattere e perdere porta quasi il divino...
tu sarai sempre tra i due senza scelta..."

Avatar utente
carlo
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 7322
Iscritto il: 26/09/2003, 1:02
Località: Roma
Contatta:

Recensioni "la cena"

Messaggio da leggere da carlo » 24/05/2007, 14:24

tornato stanotte e risposto or ora, comunque come ti avevo gia detto!

Avatar utente
Vita
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 1130
Iscritto il: 04/02/2006, 16:19
Località: nei dintorni di Bloomsbury
Contatta:

Recensioni "la cena"

Messaggio da leggere da Vita » 06/06/2007, 21:57

Almeno dimmi se ci ho capito qualcosa?
"Combattere e vincere porta il meraviglioso
combattere e perdere porta quasi il divino...
tu sarai sempre tra i due senza scelta..."

Avatar utente
carlo
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 7322
Iscritto il: 26/09/2003, 1:02
Località: Roma
Contatta:

Recensioni "la cena"

Messaggio da leggere da carlo » 07/06/2007, 1:42

[quote=""Vita""]Sono a letto, pc sulla pancia, sigaretta accesa e testa vuota...
La cena è quì vicino a me, ancora calda, ancora impressa nella mia mente.
E avrei così tante cose da dire, che non riesco a porre un ordine che mi consenta di rendere chiaro, palese quello che penso. Avevo detto di voler aspettare per dire cosa ne pensavo, ma questo Carlo, è un libro che non ama le attese. Ti pulsa dentro. Ti fa sorridere, ti fa commuovere e soprattutto ti fa riflettere.
Credo fermamente che questo sia un romanzo da legggere, credo anche che la visione della vita di Henry sia dannatamente pertinente alla realtà, quella nuda e cruda che in fondo tutti abbiamo tentato di nasconderci almeno una volta.
Il vuoto di cui Henry parla verso la fine, quello che dice di lasciae in noi tristi lettori, lo sento in maniera distinta crescere in me. Ed è questo buco che in questo momento mi impedisce di pensare ad appunti e critiche più o meno costruttive da poterti sottoporre. Il fatto è che ora mi sento amareggiata, vergine di fronte alla mia stessa vita, aspetterò quindi che la ragione torni a farsi largo nella mia mente per parlare di tecnicismi e cazzate varie, quello che più conta è quello che uno scrittore lascia... il senso di inadeguatezza a volte, il senso di puro piacere altre. So di non aver perso tempo tra le tue 93 pagine, so di aver catturato qualcosa che mi resterà dentro e questo è più che sufficiente per il momento.


Il finale era geniale... zio Buck non avrebbe saputo fare meglio!


Ps da che non mi arrivava neanche un libro, me ne sono arrivati mille, pdc è arrivato, sap però non l'ho finito ancora perchè poi mi è arrivata la cena e sinceramente avevo troppa voglia di leggerla, ma lo finirò sap e poi te lo spedisco!
Di pdc alcune sono belle altre un pò meno, ma questo è il bello dei libri no?

Ultimo appunto, a proposito di poesie... dannato genio che non sei altro, lo vuoi capire si o no che sei un poeta come pochi? E non dire di no che a noi i modestini ci stanno sul cazzo![/quote]



se ti riferisci a questo, beh, si dici che è bello, quindi direi che hai capito tutto! :) se invece mi avevi mandato commenti negativi o più particolareggati via mail, so che ora sembra una battuta, ma non li ho ricevuti!

Avatar utente
Vita
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 1130
Iscritto il: 04/02/2006, 16:19
Località: nei dintorni di Bloomsbury
Contatta:

Recensioni "la cena"

Messaggio da leggere da Vita » 07/06/2007, 13:51

Veramente ti ho mandato la recensione vera via mail! Qst di sopra è un commento
"Combattere e vincere porta il meraviglioso
combattere e perdere porta quasi il divino...
tu sarai sempre tra i due senza scelta..."

Avatar utente
Vita
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 1130
Iscritto il: 04/02/2006, 16:19
Località: nei dintorni di Bloomsbury
Contatta:

Recensioni "la cena"

Messaggio da leggere da Vita » 07/06/2007, 14:02

ti ho rispedito tutto alla mail di direzione.
"Combattere e vincere porta il meraviglioso
combattere e perdere porta quasi il divino...
tu sarai sempre tra i due senza scelta..."

kashino84
Macchina da scrivere
Macchina da scrivere
Messaggi: 369
Iscritto il: 20/04/2005, 18:16
Località: borgo vercelli
Contatta:

Recensioni "la cena"

Messaggio da leggere da kashino84 » 07/06/2007, 14:38

Mi sto leggendo il libro durante i ritagli di tempo, mi pare un libro molto originale ed interessante. Proprio come li scriveva buk!

Avatar utente
carlo
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 7322
Iscritto il: 26/09/2003, 1:02
Località: Roma
Contatta:

Recensioni "la cena"

Messaggio da leggere da carlo » 07/06/2007, 16:16

ricevuta! non mi era mai arrivata ecco perchè non capivo...

Avatar utente
carlo
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 7322
Iscritto il: 26/09/2003, 1:02
Località: Roma
Contatta:

Recensioni "la cena"

Messaggio da leggere da carlo » 18/06/2007, 22:04

Avete presente quando andate in libreria e proprio all’entrata c’è lo scaffale dei libri consigliati? Bene, la cena di Henry è lì che dovrebbe essere. Se così fosse, la storia, sarebbe molto più semplice. Potrei infatti limitarmi a consigliarvi, di andare in libreria e di comprare la Cena. Purtroppo però, non è così che vanno le cose qui in Italia.
No, assolutamente non mi dilungherò sulle solite polemiche (per altro assolutamente giuste) nostrane, circa il degradante stato di declino e di coma della cultura italiana. Non sarò seduta comoda nella mia poltrona a sputare sentenze circa la deprimente, ridicola, frustrante e patetica situazione in cui gli autori emergenti, gli intellettuali, quelli che un tempo furono il centro nevralgico del mondo occidentale, oggi versano. Tutto quello che farò stasera è chiedervi cinque minuti delle vostre vite, il tempo necessario per stuzzicare la vostra curiosità.
Parafrasando quello che una volta qualcuno ha detto, non esistono bei libri e brutti libri, esistono solo libri scritti bene e libri scritti male.
Ebbene, Carlo Trotta sembra aver preso in parola questo monito quando ha deciso di partorire “La Cena di Henry”.

La Cena è un libro facile da sottovalutare. E’ un libricino, come qualcuno potrebbe facilmente arguire dalle sue novantatre pagine. E’ scritto con un linguaggio assolutamente, candidamente comune. I suoi personaggi sono privi di quello spessore psicologico cui i grandi modernisti ci avevo abituato. Il suo peso intellettuale poi, è leggero come una piuma. Tutto questo, se ci si ferma ad una lettura superficiale del romanzo. Se si decide invece di andare oltre le mera pagina stampata, se si cerca di capire cos’è che voleva centrare questo ragazzetto romano, allora signori e signore, la storia cambia completamente.

La Cena di Henry è un libro complicato. Al suo interno si muovono smaniose, forze opposte di Eros e di Thanatos.
Si passa dalla pulsione di morte fortemente centrifuga del suo protagonista, ad attimi di assoluta poesia che generano in opposizione un’energia centripeta.
L’eroe del romanzo è Henry. Un burattino pirandelliano che prende vita al di fuori delle pagine del suo autore, che si circonda di conoscenze, mai amicizie, probabili come Gina e il barista anonimo ed altre un poco più improbabili come Adolf Hitler e Charles Bukowski.
Henry è un eroe sui generis. Sembra passare dall’essere di cartone, vuoto e poco interessante all’essere un essere umano in carne ed ossa, che mangia, fa sesso e non ne capisce l’essenza, che ha manie di grandezza, che ride, piange e che ha paura di morire.
Gli altri personaggi invece pur avendo ruoli sempre marginali alla storia, vivono attimi di assoluta poesia nel loro straziante realismo.
Questo è un romanzo sociale. L’autore infatti, ricalca gli insegnamenti naturalisti e veristi nel tentare di regalare al lettore delle piccole istantanee della sua società, ma è anche un romanzo esistenzialista nel dramma amletico del suo protagonista che poi si risolve nel non avere abbastanza tempo.
E’ un romanzo fantasy, che sposa realtà e finzione nell’incontro epocale di Henry con Zio Buk, con Hitler e poi con Kilgore Trout alter ego del famoso scrittore Kurt Vonnegut.
E’ poi un romanzo meta-letterario con continui richiami alla cultura occidentale, a volte espliciti come nel caso dei Malavoglia, del Piccolo Principe, di Rosso Malpelo, altre un po’ meno come nel caso del personaggio Riccardo cuore codardo.
Ma è soprattutto una picaresca. Il lettore infatti segue pagina per pagina la crescita interiore di Henry, orfano del suo creatore che per la strada tra incontri, peripezie e violenza giunge alla maturità, che nel suo caso specifico coincide con l’arrivo del disincanto prima dei suoi compagni di vita e poi nostro. Al lettore infatti, Henry lascia un amaro regalo: un grosso buco nell’anima, metafora forse un po’ troppo iperbolica delle nostre esistenze.
Dal punto di vista stilistico poi, Carlo, sulla scia di tutto il suo romanzo, stravolge anche i canoni lessicali e semantici della lingua italiana. La prima pagina del libro si presenta al lettore in modo del tutto inusuale. Con un tronco di frase che si ripete fino alla sua totale costruzione. Il libro tutto, è pervaso da una serie di esilaranti note a piè di pagina che si fanno burla dell’autore e del lettore insieme e poi le uscite del dizionario della lingua italiana, i paragrafi nei paragrafi e molto altro ancora. Non esiste punteggiatura, non c’è spazio per maiuscole e pause ed infondo è forse proprio questo il senso dell’intero romanzo, perché nella vita vera tutto è permeato dalla frenesia, dall’ossessionante ticchettare delle lancette impazzite dei nostri orologi. Il ritmo della storia diventa in questo modo incalzante e trasporta piano, piano il lettore in un vortice di sensazioni che oscillano tra il carnale ed il sublime e che nel mezzo tocca il picco di una perfetta parabola e che poi riscende, ma mai si appiana. Tutto quello che Carlo ci dona, sono una serie di spazi bianchi che si traducono nei nostri spazi mentali e una passione travolgente per i punti di sospensione che sposano quelle che dovrebbero essere le nostre riflessioni e che ho trovato particolarmente geniali.
Ma non solo… Il libro si fonde e si infonde di prosa e poesia, così semplicemente messe l’una accanto all’altra, ma il tono dell’autore è così intenso che in alcuni momenti il lettore fatica a distinguere il verso dalla prosa.
Credo, anzi dentro me sono certa che Carlo avrebbe potuto e forse dovuto pretendere qualcosa di più dalla pubblicazione di questo romanzo, ma questa è un’altra storia che probabilmente neanche ci riguarda.
Certo il pensiero che al giorno d’oggi la grandezza d’animo, l’intelligenza e la profondità siano valori sorpassati, mi deprime e mi terrorizza, ma sono fiduciosa e guardo con speranza al futuro, perché non posso, non voglio credere che una mente di questo calibro debba restare nell’ombra.

Michela Belli

Avatar utente
carlo
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 7322
Iscritto il: 26/09/2003, 1:02
Località: Roma
Contatta:

Recensioni "la cena"

Messaggio da leggere da carlo » 18/06/2007, 22:07

Concordo, una mente di questo calibro non può restare nell'ombra! Grazie mille Michela, davvero :) appena possibile metto anche su carlotrotta.it

kashino84
Macchina da scrivere
Macchina da scrivere
Messaggi: 369
Iscritto il: 20/04/2005, 18:16
Località: borgo vercelli
Contatta:

Recensioni "la cena"

Messaggio da leggere da kashino84 » 10/07/2007, 15:01

Mi sono letto tutta la cena e mi e' piacxiuta, il suo punto di forza e' l'originalita' e la sua vicinanza a Buk. Certo e' innovativo rispetto a certi libri che escono ultimamente, anzi merita di piu' attenzione! Un altra cosa mi ricorda la vicinanza allo stile di Benni, puo' essere anche penalizzante, ma non lo e' affatto perche' rimane tutta intatta la sua idea originale e forse e' ancora piu' complicata.

Avatar utente
carlo
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 7322
Iscritto il: 26/09/2003, 1:02
Località: Roma
Contatta:

Recensioni "la cena"

Messaggio da leggere da carlo » 10/07/2007, 17:43

è tutto un omaggio a benni buk e vonnegut, e mi fa piacere che si noti tanto, in fondo, di mio non saprei scrivere senza quello che ho letto prima.... e non è comunque detto che io sappia farlo! Se ti va mandami un commento anche negativo alla nuova mail @gmail.com, o qualche riga che possa pubblicare sul mio sito personale, solo se hai voglia ovviamente! a settembre riprendo pure quella di michela e la inserisco

kashino84
Macchina da scrivere
Macchina da scrivere
Messaggi: 369
Iscritto il: 20/04/2005, 18:16
Località: borgo vercelli
Contatta:

Recensioni "la cena"

Messaggio da leggere da kashino84 » 10/07/2007, 18:03

Ti mandero' presto qualcosa! Cmq alla fine mi e' piaciuto veramente il tuo libro.

Avatar utente
Vita
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 1130
Iscritto il: 04/02/2006, 16:19
Località: nei dintorni di Bloomsbury
Contatta:

Recensioni "la cena"

Messaggio da leggere da Vita » 10/07/2007, 19:55

Hi Push my Push.
Tanto lo so che già te ne sei tornato al mare e non ho fatto in tempo a salutarti!!!!
Dammi tue notizie.
michela
"Combattere e vincere porta il meraviglioso
combattere e perdere porta quasi il divino...
tu sarai sempre tra i due senza scelta..."

Avatar utente
carlo
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 7322
Iscritto il: 26/09/2003, 1:02
Località: Roma
Contatta:

Recensioni "la cena"

Messaggio da leggere da carlo » 11/07/2007, 3:14

direi bene poco abbronzato e ingrassato, come sempre al mare da me, ora sto a roma fino a lunedì che sabato ho un matrimonio e mille cose da fare di cui 934 per voialtri, e poi me ne riscappo a non prendere il sole se non da dentro il mare e a riingrassare :)

Avatar utente
DevilMaster
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 2363
Iscritto il: 03/05/2004, 17:04
Località: Roma
Contatta:

Recensioni "la cena"

Messaggio da leggere da DevilMaster » 11/07/2007, 14:33

Tsk... l'unica persona al mondo che ingrassa d'estate e dimagrisce d'inverno. :lol: :roll:
WebMaster di

Riflettendo sul "teorema":
- Domani è un altro giorno... -
mi trovo a scontrarmi con la dura realtà....
Ieri,
come del resto oggi,
non c'è stato.

Avatar utente
carlo
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 7322
Iscritto il: 26/09/2003, 1:02
Località: Roma
Contatta:

Recensioni "la cena"

Messaggio da leggere da carlo » 11/07/2007, 15:19

e mi sbianco pure

Jack Shark
Macchina da scrivere
Macchina da scrivere
Messaggi: 191
Iscritto il: 24/04/2007, 8:31
Località: Castiglione del Lago (PG)
Contatta:

Recensioni "la cena"

Messaggio da leggere da Jack Shark » 11/07/2007, 17:05

Io l'estate la dedico a zanzare tigre ed eritemi solari. Viva l'inverno!!!
'm the Invisible Man
Incredible how you can see right through me
http://digidownload.libero.it/colorific ... index.html
http://ilpredatore.splinder.com/

Avatar utente
Flavia
Macchina da scrivere
Macchina da scrivere
Messaggi: 107
Iscritto il: 06/11/2006, 17:12
Località: Messina
Contatta:

Recensioni "la cena"

Messaggio da leggere da Flavia » 12/07/2007, 14:57

che scherziamo? Viva l'estate invece ed il Mare ed il sole....
Immagine

Immagine
Immagine

Jack Shark
Macchina da scrivere
Macchina da scrivere
Messaggi: 191
Iscritto il: 24/04/2007, 8:31
Località: Castiglione del Lago (PG)
Contatta:

Recensioni "la cena"

Messaggio da leggere da Jack Shark » 12/07/2007, 15:13

Facciamo primavera? :wink:
'm the Invisible Man
Incredible how you can see right through me
http://digidownload.libero.it/colorific ... index.html
http://ilpredatore.splinder.com/

Avatar utente
Vita
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 1130
Iscritto il: 04/02/2006, 16:19
Località: nei dintorni di Bloomsbury
Contatta:

Recensioni "la cena"

Messaggio da leggere da Vita » 12/07/2007, 17:49

[quote=""DevilMaster""]Tsk... l'unica persona al mondo che ingrassa d'estate e dimagrisce d'inverno. :lol: :roll:[/quote]


io anche ingrasso in estate e dimagrisco in inverno...
"Combattere e vincere porta il meraviglioso
combattere e perdere porta quasi il divino...
tu sarai sempre tra i due senza scelta..."

Avatar utente
DevilMaster
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 2363
Iscritto il: 03/05/2004, 17:04
Località: Roma
Contatta:

Recensioni "la cena"

Messaggio da leggere da DevilMaster » 12/07/2007, 20:26

[quote=""Vita""][quote=""DevilMaster""]Tsk... l'unica persona al mondo che ingrassa d'estate e dimagrisce d'inverno. :lol: :roll:[/quote]


io anche ingrasso in estate e dimagrisco in inverno...[/quote]

Non avevo dubbi...
WebMaster di

Riflettendo sul "teorema":
- Domani è un altro giorno... -
mi trovo a scontrarmi con la dura realtà....
Ieri,
come del resto oggi,
non c'è stato.

Avatar utente
Vita
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 1130
Iscritto il: 04/02/2006, 16:19
Località: nei dintorni di Bloomsbury
Contatta:

Recensioni "la cena"

Messaggio da leggere da Vita » 13/07/2007, 12:43

guarda Dev che se tu mangiassi la mle di gelati che ingurgito io d'estate e tracanassi i litri di birra che bevo io... alla fine anche tu ingrasseresti in estate!
"Combattere e vincere porta il meraviglioso
combattere e perdere porta quasi il divino...
tu sarai sempre tra i due senza scelta..."

Jack Shark
Macchina da scrivere
Macchina da scrivere
Messaggi: 191
Iscritto il: 24/04/2007, 8:31
Località: Castiglione del Lago (PG)
Contatta:

Recensioni "la cena"

Messaggio da leggere da Jack Shark » 13/07/2007, 14:45

Litri di birra? Complimenti!

A me ne basta una (rigorosamente doppio malto) per vedere il mondo circostante girarmi intorno come una trottola. Ma d'estate non posso farne a meno. Meno male che posso contare sul guidatore sobrio (mia moglie) che mi riporta a casa.

Consiglio per non ingrassare troppo.
Tutte le domeniche mi alzo alle 7:00 e mi faccio 50 kilometri in bici.
'm the Invisible Man
Incredible how you can see right through me
http://digidownload.libero.it/colorific ... index.html
http://ilpredatore.splinder.com/

Avatar utente
DevilMaster
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 2363
Iscritto il: 03/05/2004, 17:04
Località: Roma
Contatta:

Recensioni "la cena"

Messaggio da leggere da DevilMaster » 13/07/2007, 17:13

Ehehehe... guarda, per quanto riguarda i gelati... puo' esse' pure, ma per quanto riguarda la birra... ho seri dubbi di ingurgitarne meno di te.
Comunque, la norma è che d'estate la maggior parte delle persone è più "magra" rispetto all'inverno (per una miriade di motivi come la temperatura, milioni di persone che si fanno un culo così per dimagrire prima di presentarsi in spiaggia, perché d'estate in genere si fa più movimento, si nuota, si va a pesca, in barca a vela, in windsurf, si fanno le partite a calcetto con gli amici, a tennis, il metabolismo cambia e si mangiano cibi diversi rispetto all'inverno... ), poi se voi fate il contrario... niente da dire, semplicemente "non è normale"... il che, a differenza delle persone che giudicano, può esser visto come un complimento o come un offesa.;)
Premesso ciò... era solo una battuta... sai, quelle cose che si dicono tanto per dire. Che ne so, uno torna dalle vacanze in sardegna bianco ed è classico dire: oh, sei l'unico che va in vacanza in sardegna e torni più bianco di quando sei partito. E' ovvio che non è "l'unico" e che ce ne sono anche altri... ma questi altri, non sono poi molti. Ora sappiamo che anche tu fai parte degli altri: complimenti. :P ;)

X Jack
Preferisco alzarmi quando il mio corpo e la mia mente hanno deciso di essersi riposati abbastanza (qualunque ora sia) e andarmi a fare un'oretta di corsa al parco la sera... piuttosto che svegliarmi alle sette per andare in bicicletta. ;)
WebMaster di

Riflettendo sul "teorema":
- Domani è un altro giorno... -
mi trovo a scontrarmi con la dura realtà....
Ieri,
come del resto oggi,
non c'è stato.

Rispondi