Migliorare la produttività in Italia

gli articoli di riflessione e attualità di M. Pulimanti
Avatar utente
Mario Pulimanti
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 849
Iscritto il: 12/04/2006, 15:50
Località: Lido di Ostia -Roma

Migliorare la produttività in Italia

Messaggio da leggere da Mario Pulimanti » 07/10/2016, 16:23

Migliorare la produttività in Italia

Un eventuale aumento del Pil (Prodotto Interno Lordo) non sarebbe sufficiente per migliorare l’economia italiana. Infatti PIL è la ricchezza che un certo Paese è in grado di produrre nell’arco temporale di un anno, trattandosi della somma totale dei beni e dei servizi che si producono per essere consumati all’interno di uno Stato. Facendo un conteggio preciso del PIL si è in grado di determinare la ricchezza di un Paese per l’anno in questione, facendo un rapporto tra il prodotto interno lordo e il numero delle persone che vivono in quel determinato Paese. In questo modo si ottiene il reddito medio di ogni cittadino, quindi si può individuare il valore della ricchezza del Paese in questione e definire se si tratta di uno Stato ricco o meno. Perciò, per ottenere un miglioramento economico in Italia, sarebbe necessaria una crescita economica che venisse percepita come tale da tutti i ceti sociali e in particolare dal cosiddetto ceto medio. Un incremento del Pil che avvantaggi solo alcuni settori otterrebbe, al contrario, il risultato di aumentare le differenze sociali a tutto svantaggio dei ceti meno abbienti, cioè di coloro che già hanno pagato alla crisi il prezzo più alto con la conseguenza che i ricchi sarebbero più ricchi e il ceto medio sempre più povero. Per assurdo si potrebbe dire che il ceto medio sarebbe più povero di prima, tenuto conto che alcune risorse ambientali sono già state un po’ danneggiate per aumentare i pil precedenti.
Mario Pulimanti (Lido di Ostia -Roma)
:boxing:
Allegati
53xA3U.jpg
53xA3U.jpg (17.44 KiB) Visto 1075 volte

Rispondi