Antiamericanismo

gli articoli di riflessione e attualità di M. Pulimanti

Approvi l'antiamericanismo?

Il sondaggio termina il 21/05/2044, 8:36

Certo
2
40%
No, gli americani sono amici nostri
0
Nessun voto
Non lo approvo. Però gli USA dovrebbero essere meno invadenti
3
60%
 
Voti totali: 5

Avatar utente
Mario Pulimanti
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 849
Iscritto il: 12/04/2006, 14:50
Località: Lido di Ostia -Roma

Antiamericanismo

Messaggio da Mario Pulimanti »

:? Sabato, a Collevecchio. Ho scelto un buon posto per leggere. Appoggiato sul tavolo quadrato di legno davanti al cortile di mia suocera, ammiro sul giornale una foto della famosa scultura di Michelangelo, La Pietà. Mi colpisce l’estremo realismo. Il figlio piegato sulle ginocchia della madre afflitta. Sofferenza, tristezza, amore, speranza. Per un lungo minuto rimango immobile. Mentre osservo la riproduzione della statua, la mia mente va al poeta Antonio Valeriano, mio padre. Vabbè, lo ammetto: per un attimo sono stato quasi tentato di abbandonare la fede quindici anni fa, dopo averlo visto lentamente consumato da un cancro allo stomaco. Sicuro: tutta colpa di un’imperfezione genetica, di una sequenza codificante alterata. Cavolo, ho subito scelto tuttavia di non accusare Dio per il mio dolore e ho continuato ad andare a Messa tutte le domeniche. Rammento quello che diceva mio nonno Angelino: “La vita è piena di tragedia, ma è anche piena di bellezza”. Perfetto, davvero splendido. E’ mezzogiorno preciso. Bevo un caffè. Guardo di nuovo il quotidiano. Corrugo la fronte: risorge l’antiamericanismo. Effettivamente l’eurodeputato comunista Rizzo dichiara che gli Stati Uniti fanno rappresaglie come i nazisti. Mmh: lo ha detto, in merito all’attacco di un kamikaze ad un convoglio americano in Afghanistan e alla reazione dei militari americani. Sì, l’antimericanismo italiano è la logica conseguenza dell'ideologia comunista, che é anticapitalista e non può amare il sistema americano che é capitalista per eccellenza. Inoltre non si può escludere che talvolta i militari americani nel difendersi passino i limiti. Non capisco lo stesso. Non si può affermare che gli americani manchino sempre di equilibrio democratico: gli USA non sono il male assoluto. Se nel 1944 non fossero morti molti giovani americani in Normandia e se gli USA non avessero rappresentato una superpotenza nel dopo guerra, noi avremmo i figli di Hitler o di Stalin al comando, non una vera democrazia. Questo non dimentichiamolo. Sono d’accordo con molte delle critiche, ma non con l’odio ideologico. Dopo tutto gli Stati Uniti difendono l’Occidente, combattono contro i terroristi e mandano i loro soldati in gran parte del mondo per quella che può chiamarsi la difesa delle istituzioni democratiche. Ciononostante, alcuni movimenti politici sembrano approfittare di tutte le occasioni per attaccare gli americani. E, anche se in Europa l’antiamericanismo è molto diffuso, spero comunque che l’America continui a difendere il mondo occidentale, nonostante che in Europa siano sempre di più quelli che la criticano e che non sopportano il suo potere. Difatti se gli Usa tornassero all’isolazionismo, tornerebbero per noi europei gravi problemi, anche se molti parlamentari consigliano di cercare una intesa con l’Iran o con i talebani. Ma se l’America si ritirasse, gli accordi con queste forze diventerebbero molto difficili obbligando noi europei ad accordi al ribasso. Scuoto la testa. Sconcertato. Poi, improvvisamente si avvicina mia moglie. Con un sorriso poggia le mani sui fianchi e mi dice dove devo andare. A comprare il pane. Naturalmente.
Ultima modifica di Mario Pulimanti il 12/03/2007, 20:17, modificato 1 volta in totale.
Mario Pulimanti

Avatar utente
Vita
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 1130
Iscritto il: 04/02/2006, 15:19
Località: nei dintorni di Bloomsbury
Contatta:

Antiamericanismo

Messaggio da Vita »

Sono totalmente convinta che Mario abbia ragione!
"Combattere e vincere porta il meraviglioso
combattere e perdere porta quasi il divino...
tu sarai sempre tra i due senza scelta..."

Avatar utente
Vita
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 1130
Iscritto il: 04/02/2006, 15:19
Località: nei dintorni di Bloomsbury
Contatta:

Antiamericanismo

Messaggio da Vita »

Purtoppo ora non ho tempo per un comme nto più intelligente.
"Combattere e vincere porta il meraviglioso
combattere e perdere porta quasi il divino...
tu sarai sempre tra i due senza scelta..."

Avatar utente
dixit
Macchina da scrivere
Macchina da scrivere
Messaggi: 132
Iscritto il: 31/01/2005, 14:12
Località: (TV)
Contatta:

Antiamericanismo

Messaggio da dixit »

Insomma... sono abbastanza in disaccordo. E non sono comunista. Il terrorismo minaccia quei paesi che invadono gli altri e coloro che s'intromettono negli affari politici degli altri paesi. Gli Usa hanno una tradizione storica lunga tutta la loro esistenza di interferenze negli altri paesi. Le guerre in medioriente promosse e condotte dagli americani hanno causato uno stato globale di crisi economica. Già solo il fatto di voler imporre anche con la forza l'uso del dollaro sull'euro nei paesi africani e mediorientali dovrebbe dirti qualcosa.
Gli investitori arabi preferiscono investire in dollari anziché in euro, per non vedersi bloccati i loro conti con l'accusa di essere terroristi.
Il terrorismo non è univoco, lo fanno tutti a questo mondo. Gli americani molto più degli altri. Anche quando bombardano i civili per dissuaderli dall'aiutare la resistenza.
Pensiamoci. L'Italia è un Paese con una propria sovranità. Se dobbiamo rendere conto a qualcun'altro facciamolo in Europa, non oltre oceano. dalla seconda guerra mondiale e dai nazisti ormai son passati 60 anni abbondanti. il presente è oggi ed è molto diverso da allora.

Avatar utente
dixit
Macchina da scrivere
Macchina da scrivere
Messaggi: 132
Iscritto il: 31/01/2005, 14:12
Località: (TV)
Contatta:

Antiamericanismo

Messaggio da dixit »

"Ma se l’America si ritirasse, gli accordi con queste forze diventerebbero molto difficili obbligando noi europei ad accordi al ribasso."
Vorrei commentare in particolare questa frase.
Prima della guerra in afganistan, prima della guerra in Iraq, l'Europa e l'Italia stavano concludendo importanti affari con i paesi del medioriente. Oggi, dopo le guerre ed il controllo sul territorio degli Usa, per poter fare affari con questi paesi è necessario avere il benestare degli americani. Oggi l'Italia e l'Europa raccolgono le briciole fatte cadere sul pavimento dal banchetto spropositato degli americani.
Io non ce l'ho con il popolo americano. Hanno fatto tante belle cose per la cultura occidentale. Io ce l'ho con l'amministrazione Bush & family (family in senso lato) e con l'idea che l'economia mondiale si possa guidare tramite l'uso della forza, in un delirio bellico inarrestabile.

kashino84
Macchina da scrivere
Macchina da scrivere
Messaggi: 369
Iscritto il: 20/04/2005, 17:16
Località: borgo vercelli
Contatta:

Antiamericanismo

Messaggio da kashino84 »

Io credo in un certo tipo di antimericanismo, non quello propugnato politicamente in Italia, ma contro molte politiche agressive americane. Questo grande paese aggredisce per fini economici paesi la quale non c'entra nulla con il terrorismo o ne sono del tutto al di fuori. In oltre c'e' la grande questione ambientale. Gli usa consumano una grande percentuale di risorse del nostro pianeta inquinandolo e prosciugandolo del tutto.

Avatar utente
carlo
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 7322
Iscritto il: 26/09/2003, 0:02
Località: Roma
Contatta:

Antiamericanismo

Messaggio da carlo »

non sono comunista ma non posso assolutamente concordare con Mario questa volta, che gli americani ci abbian "salvato" 60 anni fa non mi obbliga a sostare alla loro politca estera ne a prendere il loro paese come (pessimo) modello sociale ed economico (un economia che strangola le piccole imprese e un paese con quello tasso d'omicidi, per nulla frenati dalla pena di morte...) per altro mi sembra utile ricordare che prima di "invaderci" gli americano hanno provato ad accordarsi col governo mussolini prima, e con la mafia poi, senza mai perdere di vista un controllo occulto della nostra democrazia (vedi gladio o varie interfernze cia, o il rapimento dell'iman, per portarlo in paesi ove è applicata la tortura, per rimanere in tempi recenti).
L'appoggio al di la di ogni logica alle politiche israeliane in medio oriente, la guerra all'iraq, un ottimo modo per importare una democrazia poco desiderata i cui morti non si contano più, la nuova corsa agli armamenti, la non ratifica del trattato di kyoto e tutte le politiche ambientali volte a smentire l'effetto serra e i danni dell'inquinamento, danni ormai sotto gli occhi di tutti, mi portano in antipatia non il paese, sicuramente stupendo, non il popolo, di certo ricco di personalità degne di rispetto e stima, tra cui praticamente tutti i miei autori preferiti, ma l'amministrazione si.... Il governo Bush è senza dubbio il più dannoso visto negli ultimi decenni a livello internazionale.

Avatar utente
Mario Pulimanti
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 849
Iscritto il: 12/04/2006, 14:50
Località: Lido di Ostia -Roma

Antiamericanismo

Messaggio da Mario Pulimanti »

Vabbè, Carlo: colpito e affondato!
A big hug
Mario Pulimanti

Avatar utente
Vita
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 1130
Iscritto il: 04/02/2006, 15:19
Località: nei dintorni di Bloomsbury
Contatta:

Antiamericanismo

Messaggio da Vita »

[quote=""kashino84""]Io credo in un certo tipo di antimericanismo, non quello propugnato politicamente in Italia, ma contro molte politiche agressive americane. Questo grande paese aggredisce per fini economici paesi la quale non c'entra nulla con il terrorismo o ne sono del tutto al di fuori. In oltre c'e' la grande questione ambientale. Gli usa consumano una grande percentuale di risorse del nostro pianeta inquinandolo e prosciugandolo del tutto.[/quote]+


Dimenticavo che noi europei invece non usiamo shampoo, non usiamo condizionatori, luce, gas, acqua. plastica, petrolio in generale, etc etc :D
"Combattere e vincere porta il meraviglioso
combattere e perdere porta quasi il divino...
tu sarai sempre tra i due senza scelta..."

Avatar utente
Vita
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 1130
Iscritto il: 04/02/2006, 15:19
Località: nei dintorni di Bloomsbury
Contatta:

Antiamericanismo

Messaggio da Vita »

Il governo Bush è senza dubbio il più dannoso visto negli ultimi decenni a livello internazionale.

Sebbene credo che Carlo sappia bene cos penso io degli Usa, devo dire che anche io malgrado ami l'America penso che Bush sia stato la rovina degli ultimi anni..
La cosa che più mi ha delusa dell'amministrazione in questione è stato il fatto che nonostante le polemiche interne alla fine gli americani l'hanno rieletto a Bush, ma ho un amico nella navy che mi ha detto che molti americani credono che avendo iniziato lui la guerra è con lui che dve finire, ma come direbbe mia nonna stamm frisc...
"Combattere e vincere porta il meraviglioso
combattere e perdere porta quasi il divino...
tu sarai sempre tra i due senza scelta..."

Rispondi