POESIE ISTANTANEE 4

Forum dedicato alla poesia e al wiki-poetry project
Avatar utente
nikita
Macchina da scrivere
Macchina da scrivere
Messaggi: 485
Iscritto il: 14/01/2008, 15:24
Località: torino

Re: POESIE ISTANTANEE 4

Messaggio da leggere da nikita » 01/11/2011, 8:23

Ho in mente di falene
da rincorrere per casa
e liberare
se ho peccato
che qualcuno mi perdoni
l'amore puo' far male.
Ho in mente di mani
da stringere
a far male
e occhi che passavano attraverso
e quella convinzione da diluvio universale.
L'amore puo' far male.
L'invidia è una brutta bestia, se ti morde in giovane età...sei fottuto!

Avatar utente
Vita
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 1130
Iscritto il: 04/02/2006, 16:19
Località: nei dintorni di Bloomsbury
Contatta:

Re: POESIE ISTANTANEE 4

Messaggio da leggere da Vita » 01/11/2011, 17:24

nikita ha scritto: Ho in mente di falene
da rincorrere per casa
e liberare
se ho peccato
che qualcuno mi perdoni
l'amore puo' far male.
Ho in mente di mani
da stringere
a far male
e occhi che passavano attraverso
e quella convinzione da diluvio universale.
L'amore puo' far male.
ti adoro, maledetta!!!!
"Combattere e vincere porta il meraviglioso
combattere e perdere porta quasi il divino...
tu sarai sempre tra i due senza scelta..."

Avatar utente
cignonero
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 604
Iscritto il: 19/10/2007, 12:08
Località: Firenze
Contatta:

Re: POESIE ISTANTANEE 4

Messaggio da leggere da cignonero » 02/11/2011, 7:55

Gregory non dorme più come prima.
Mangia ancora baci perugina, certo.
ma non li legge più
quei stupidi messaggi
dentro la stagnola.
preferisce la poesia..
se l'invidia è il motore della economia di pace,
lo spreco è il suo carburante. e in guerra papà?

che volevo dire? Ah si, divertitevi! davvero. ma un angolo dello sguardo lasciatelo
a chi soffre, poiché in guerra molti cadono, non tutti muoiono. mentre in tempo di
pace tutti scambiano eppure c'è sempre qualcuno che perde
http://xoomer.alice.it/fabiandirosa/
http://www.youtube.com/fabiandirosa

Avatar utente
Vita
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 1130
Iscritto il: 04/02/2006, 16:19
Località: nei dintorni di Bloomsbury
Contatta:

Re: POESIE ISTANTANEE 4

Messaggio da leggere da Vita » 02/11/2011, 18:33

ridimensionarti nella
risacca delle tue parole
banali dei tuoi
complimenti da manuale
è un pò come invecchiare;
________ogni giorno scopro una
ruga in più,
mi viene a
ricordare che in fondo
sono viva.
"Combattere e vincere porta il meraviglioso
combattere e perdere porta quasi il divino...
tu sarai sempre tra i due senza scelta..."

Agapito Malteni
Macchina da scrivere
Macchina da scrivere
Messaggi: 220
Iscritto il: 17/04/2010, 13:34

Re: POESIE ISTANTANEE 4

Messaggio da leggere da Agapito Malteni » 04/11/2011, 13:57

E' l'amore che può far male
ho in mente solo te
cerco un varco, una via d'uscita
fuggire da questo pantano
è quasi impossibile
un guado vanamento invocato
l'unica soluzione
è l'amore che può far male
ho in mente solo l'amore.
A.M.

Non c'è più dolore atroce del sapere di non sapere.

Agapito Malteni
Macchina da scrivere
Macchina da scrivere
Messaggi: 220
Iscritto il: 17/04/2010, 13:34

Re: POESIE ISTANTANEE 4

Messaggio da leggere da Agapito Malteni » 04/11/2011, 17:57

Ho in mente solo te.
E' ciò che scrivo,
è ciò che realmente, sento.

Non ho più parole
ho esaurito ogni tesi
ogni punto,
ogni cardine, esautora
l'essenza del mio essere uomo.

Ciò che penso,
è la conseguenza della mia essenza
Aquileia Roma ha segnato il mio fervore
la mia Italianità, grazie ad essa ora, io sono!

Mi piego al suo volere, e sappiate dunque,
che quella donna, ora, è mia madre!

E questi governanti,
"perfetti e  inutili buffoni"
non meritano la nostra attenzione
quando ci parlano,
diamo loro le spalle.

C'è un treno che parte e che unisce..
A.M.

Non c'è più dolore atroce del sapere di non sapere.

Avatar utente
carlo
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 7322
Iscritto il: 26/09/2003, 1:02
Località: Roma
Contatta:

Re: POESIE ISTANTANEE 4

Messaggio da leggere da carlo » 07/11/2011, 18:05

e a volte tutto quello che ho
è quello che non c'è
e quello che non ho
è inutile far finta
che non mi interessi

Agapito Malteni
Macchina da scrivere
Macchina da scrivere
Messaggi: 220
Iscritto il: 17/04/2010, 13:34

Re: POESIE ISTANTANEE 4

Messaggio da leggere da Agapito Malteni » 09/11/2011, 22:58

A volte quello che non c'è,
è quello che ho scritto
e quello che non ho
è ciò che da sempre possiedo;

quello che c'è
è quello che non si vede
e quello che non si vede,
è quello che non c'è.

E' meglio esserci stati
piuttosto che non esserci
è inutile far finta
che è vero il contrario.
A.M.

Non c'è più dolore atroce del sapere di non sapere.

Agapito Malteni
Macchina da scrivere
Macchina da scrivere
Messaggi: 220
Iscritto il: 17/04/2010, 13:34

Re: POESIE ISTANTANEE 4

Messaggio da leggere da Agapito Malteni » 12/11/2011, 1:17

Ricordami chi sono
e proteggimi
perché le forze contrarie
spirano soffi di vento

ricordami il passato
e scappa
A.M.

Non c'è più dolore atroce del sapere di non sapere.

Agapito Malteni
Macchina da scrivere
Macchina da scrivere
Messaggi: 220
Iscritto il: 17/04/2010, 13:34

Re: POESIE ISTANTANEE 4

Messaggio da leggere da Agapito Malteni » 14/11/2011, 14:20

Per poter continuare a vivere il presente
è necessario dimenticare il passato
conservandone pur sempre la memoria
senza tralasciare nulla di ciò che è stato.
A.M.

Non c'è più dolore atroce del sapere di non sapere.

Avatar utente
carlo
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 7322
Iscritto il: 26/09/2003, 1:02
Località: Roma
Contatta:

Re: POESIE ISTANTANEE 4

Messaggio da leggere da carlo » 15/11/2011, 17:56

bella

Agapito Malteni
Macchina da scrivere
Macchina da scrivere
Messaggi: 220
Iscritto il: 17/04/2010, 13:34

Re: POESIE ISTANTANEE 4

Messaggio da leggere da Agapito Malteni » 16/11/2011, 19:16

Grazie.

Per Alessio

In principio sei stato
un soffio di vento
uno zeffiro
un temporale d'agosto
che scalfisce la terra lasciandone il segno
come fa la grandine in mezzo agli ulivi;

lo stesso vento,
ti ha ricondotto a casa
come fa la brezza
con le barche dei pescatori
che le riconduce al porto sicuro

sarai contento oh mio Dio
per come la madre te lo rende
non sarà felice né lieta
ma sapendolo con Voi in paradiso
l'acuito dolore Le sarà più lieve.
A.M.

Non c'è più dolore atroce del sapere di non sapere.

Avatar utente
hombre sincero
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 2195
Iscritto il: 11/05/2004, 22:03
Località: Livorno

Re: POESIE ISTANTANEE 4

Messaggio da leggere da hombre sincero » 17/11/2011, 11:44

abbraccio un amico
e colorando di silenzio le mie parole
taccio
non sapendo cos'altro aggiungere
Hombre Sincero

Agapito Malteni
Macchina da scrivere
Macchina da scrivere
Messaggi: 220
Iscritto il: 17/04/2010, 13:34

Re: POESIE ISTANTANEE 4

Messaggio da leggere da Agapito Malteni » 19/11/2011, 13:58

ricambio l'abbraccio Hombre.
A.M.

Non c'è più dolore atroce del sapere di non sapere.

Avatar utente
carlo
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 7322
Iscritto il: 26/09/2003, 1:02
Località: Roma
Contatta:

Re: POESIE ISTANTANEE 4

Messaggio da leggere da carlo » 23/11/2011, 20:14

mi accodo

Agapito Malteni
Macchina da scrivere
Macchina da scrivere
Messaggi: 220
Iscritto il: 17/04/2010, 13:34

Re: POESIE ISTANTANEE 4

Messaggio da leggere da Agapito Malteni » 04/12/2011, 10:42

se non t'amassi come t'amo
non saresti il tormento per me
il pensiero che non s'addorme
la preoccupazione che non si placa

se non l'amassi come l'amo
non sarebbe al vertice del triangolo
l'essenza di tutto ciò che unisce
cateti e ipotenuse alla base

se non si amasse come si ama
inutile sarebbe stata la mia vita
tra sodoma  e gomorra
luoghi di perdizione quotidiana

T'amo!
E non posso fare, che dirti T'amo.
Altro scrivere non sò.
A.M.

Non c'è più dolore atroce del sapere di non sapere.

Avatar utente
carlo
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 7322
Iscritto il: 26/09/2003, 1:02
Località: Roma
Contatta:

Re: POESIE ISTANTANEE 4

Messaggio da leggere da carlo » 04/12/2011, 16:12

stupenda

Avatar utente
hombre sincero
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 2195
Iscritto il: 11/05/2004, 22:03
Località: Livorno

Re: POESIE ISTANTANEE 4

Messaggio da leggere da hombre sincero » 04/12/2011, 19:55

Molto bella
Hombre Sincero

Agapito Malteni
Macchina da scrivere
Macchina da scrivere
Messaggi: 220
Iscritto il: 17/04/2010, 13:34

Re: POESIE ISTANTANEE 4

Messaggio da leggere da Agapito Malteni » 08/12/2011, 0:03

grazie.
A.M.

Non c'è più dolore atroce del sapere di non sapere.

Agapito Malteni
Macchina da scrivere
Macchina da scrivere
Messaggi: 220
Iscritto il: 17/04/2010, 13:34

Re: POESIE ISTANTANEE 4

Messaggio da leggere da Agapito Malteni » 08/12/2011, 0:24

non parlatemi
non ho alcuna voglia di ascoltare parole

identiche una dopo l'altra
si defilano nel quieto vivere
dell'incuria di tutti i giorni

che noia, quando alle parole,
non seguono i fatti.

Non per me,
la nenia accarezza l'udito
A.M.

Non c'è più dolore atroce del sapere di non sapere.

Avatar utente
hombre sincero
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 2195
Iscritto il: 11/05/2004, 22:03
Località: Livorno

Re: POESIE ISTANTANEE 4

Messaggio da leggere da hombre sincero » 08/12/2011, 12:20

Una parola,
una parola qualunque, a caso, scazzata,  buttata là,
senza cura, senza esercizio, con refrattaria
noncuranza.
Capita che nella notte, quando tutto dorme,
l'eco generato dalla povera trascurata
produca azioni a catena,
tanto misteriose quanto alte.
Questa eccezione, per qualche arcano disegno
non riproduce affatto la parola gettata fino a esaurirla
ma si sviluppa a tracciare un'espressione, viva, mutevole
e forte, in continuo divenire.
E' bellezza animata da luce propria
e continuerà a dire, vestendosi, cambiando pelle
e altro ancora che non sappiamo.
Qua o altrove affiora un canto
tanto profondo da piangere
e stare in silenzio.
Hombre Sincero

Agapito Malteni
Macchina da scrivere
Macchina da scrivere
Messaggi: 220
Iscritto il: 17/04/2010, 13:34

Re: POESIE ISTANTANEE 4

Messaggio da leggere da Agapito Malteni » 24/12/2011, 10:19

Buon Natale!
Buon Natale all'albero e alla cuccagna
e pure a Santo Stefano e alla Epifania
buon natale all'anno nuovo
e pure a quello vecchio,
e che il Signore l'abbia in gloria vàà!

Buon Natale a tutti Voi amici miei,
per stà festa, siate buoni se potete
e un pensiero delicato dedicatelo alla natività
e al bambinello che avrà freddo questa notte
portate pure una coperta ne avrà tanto bisogno

Buon Natale anche a quanti questa notte
porteranno in cuore la sofferenza della solitudine
accolga il nascituro nel suo cuore questa dote
eredità della modernità delle nostre città
questo è il resto di questo vivere quotidiano.

Buon Natale anche a quanti, di questa nascita..
non ne comprendano il vero significato
che a questi cuori arsi dall'avidità
possa questa luce illuminare il cammino
e non il solo scintillio dei danari, i danari..

Buona Natale bambini miei
seme di questo nuovo Paese che verrà 
forza della nostra speranza futura
nell'attesa che sia migliore nei fatti
questo è scritto nei cuori degli italiani.

Buon Natale a quanti dell'opinione,
hanno costruito il proprio credo
tanta gloria e tanto onore sui propri epitaffi
ma altrettanto onore e gloria troveranno sulle pietre scolpite
se in vita riconosceranno di aver avuto un opinione sbagliata.

Buon Natale anche a chi insegue una bandiera,
un solo ideale.. una poltrona
e al potere di questo paese che non ci rappresenta
e ai loro vitalizi, ai loro privilegi, questo è scritto,
e questo rimarrà a memoria futura delle loro opere.

E infine buon Natale a tutti Voi gente comune
che empio il vostro cuore di speranza
v'attendete l'anno nuovo con l'incertezza di chi và
per strade che non conosce, e la gente che le abita
parla una lingua straniera e il ricordo dei Vostri padri
sia l'ammonimento di ciò che potrebbe ridiventare..

Domani, è Natale, e Natale è Natale ed è giorno di festa.
A.M.

Non c'è più dolore atroce del sapere di non sapere.

Avatar utente
nikita
Macchina da scrivere
Macchina da scrivere
Messaggi: 485
Iscritto il: 14/01/2008, 15:24
Località: torino

Re: POESIE ISTANTANEE 4

Messaggio da leggere da nikita » 29/12/2011, 1:33

Tesoro.
Che cosa siamo?
In questa sera buia e fredda, a sentir la fame
e non aver la forza di mangiare.
Niente di che
e' solo vita
che per alcuni pare erba calpestata
ingiallita.
Passa, per il tempo che trova
questa voglia di dimora
che resta intrappolata
tra le tue mani
in una notte senza domani.
L'invidia è una brutta bestia, se ti morde in giovane età...sei fottuto!

Avatar utente
hombre sincero
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 2195
Iscritto il: 11/05/2004, 22:03
Località: Livorno

Re: POESIE ISTANTANEE 4

Messaggio da leggere da hombre sincero » 30/12/2011, 22:06

Adesso voglio donarti
un sorriso lieve,
quintali di spensieratezza e allegria
da versarti lentamente nella bocca, negli occhi, fra le gambe
e riempirti tutta, fino a renderti
zuppa di canto e serena dolcezza.
Dimenticando il dolore
e tutte le cose brutte.
Auguri
amore
mio.
Ultima modifica di hombre sincero il 31/12/2011, 11:34, modificato 1 volta in totale.
Hombre Sincero

Avatar utente
nikita
Macchina da scrivere
Macchina da scrivere
Messaggi: 485
Iscritto il: 14/01/2008, 15:24
Località: torino

Re: POESIE ISTANTANEE 4

Messaggio da leggere da nikita » 01/01/2012, 10:58

La cosa piu' difficile
e' camminare leggeri
espressione vaga abbonda
sul tuo viso
dimmi
dimmi
non dirmi
correre volando
in un sogno infinito
creato
come una zuppa rimedio.
L'invidia è una brutta bestia, se ti morde in giovane età...sei fottuto!

Agapito Malteni
Macchina da scrivere
Macchina da scrivere
Messaggi: 220
Iscritto il: 17/04/2010, 13:34

Re: POESIE ISTANTANEE 4

Messaggio da leggere da Agapito Malteni » 01/01/2012, 12:04

E' il sogno che ci induce a camminare leggeri
e ad essere sempre a un passo sopra le nuvole
fino ad elevare la nostra anima simile agli dei;

mentre la realtà, sempre più fà assomigliare il corpo
a qualcosa che lo degrada alla vita animale.
A.M.

Non c'è più dolore atroce del sapere di non sapere.

Agapito Malteni
Macchina da scrivere
Macchina da scrivere
Messaggi: 220
Iscritto il: 17/04/2010, 13:34

Re: POESIE ISTANTANEE 4

Messaggio da leggere da Agapito Malteni » 02/01/2012, 11:52

Fossi libero di scegliere,
opterei di vivere in un sogno
dentro il quale camminare a passo svelto
con orgoglio,
reclamando a voce alta
ciò che sono dentro l'anima.

Uno uomo libero voglio essere
non per me lo devo,
ma alla mia coscenza
A.M.

Non c'è più dolore atroce del sapere di non sapere.

Agapito Malteni
Macchina da scrivere
Macchina da scrivere
Messaggi: 220
Iscritto il: 17/04/2010, 13:34

Re: POESIE ISTANTANEE 4

Messaggio da leggere da Agapito Malteni » 05/01/2012, 16:04

Libero, ma da cosa?

Ho le mani libere
le parole non mi mancano,
la mente vola nello spazio libero
le mie gambe percorrono sentieri
eppure non mi sento abbastaza libero...

Voglio essere libero!
Lasciate che io lo urli al mondo
che io lo scriva sui blog, sulla carta...
Ho voglia di libertà.
A.M.

Non c'è più dolore atroce del sapere di non sapere.

Avatar utente
hombre sincero
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 2195
Iscritto il: 11/05/2004, 22:03
Località: Livorno

Re: POESIE ISTANTANEE 4

Messaggio da leggere da hombre sincero » 05/01/2012, 16:21

Essere libero
come chi non ha niente da perdere.
Libero di far nulla, di dire
quel che passa per la testa
e per le strade,
nei campi assolati
e negli ombrosi boschi,
sulle scogliere bagnate
e nelle dune di sabbia desolate,
nel respiro strozzato da una pena silente
e nel casino colorato dei mercati.
Così, senza censura o aspettativa,
e mentre tutto muove qua e altrove
Inventarsi liberamente
una storia vera
Che parli di un'immortalità a caso.
Hombre Sincero

Agapito Malteni
Macchina da scrivere
Macchina da scrivere
Messaggi: 220
Iscritto il: 17/04/2010, 13:34

Re: POESIE ISTANTANEE 4

Messaggio da leggere da Agapito Malteni » 06/01/2012, 23:06

libertà e immortalità
si muovono sullo stesso tratto
chi è libero, possiede già la sua immortalità
assioma indipendente!
A.M.

Non c'è più dolore atroce del sapere di non sapere.

Agapito Malteni
Macchina da scrivere
Macchina da scrivere
Messaggi: 220
Iscritto il: 17/04/2010, 13:34

Re: POESIE ISTANTANEE 4

Messaggio da leggere da Agapito Malteni » 07/01/2012, 13:25

Nulla di irripetibile
è la storia che muove i suoi passi lenti
tornando a nascere laddove la terra è fertile
nella stupidità umana.
A.M.

Non c'è più dolore atroce del sapere di non sapere.

Avatar utente
hombre sincero
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 2195
Iscritto il: 11/05/2004, 22:03
Località: Livorno

Re: POESIE ISTANTANEE 4

Messaggio da leggere da hombre sincero » 13/01/2012, 16:32

Ripeto i passi lenti,
deriva quotidiana priva di direzione,
in un labirinto di passeggiate e pensieri
da scalare.
Come il cane
mi trovo a pisciare
sempre sugli stessi spigoli.
Hombre Sincero

Agapito Malteni
Macchina da scrivere
Macchina da scrivere
Messaggi: 220
Iscritto il: 17/04/2010, 13:34

Re: POESIE ISTANTANEE 4

Messaggio da leggere da Agapito Malteni » 14/01/2012, 23:15

dallo stesso latrato,
si riconosce un figlio d'un cane;

dagli stessi escrementi,
riconosce i suoi passi..

il suo odore distingue dagli altri.
A.M.

Non c'è più dolore atroce del sapere di non sapere.

Avatar utente
hombre sincero
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 2195
Iscritto il: 11/05/2004, 22:03
Località: Livorno

Re: POESIE ISTANTANEE 4

Messaggio da leggere da hombre sincero » 15/01/2012, 22:14

In giardino, la rosa,
quella accanto alle calle,
sta morendo; mi dicono che è vecchia.
Irgo aveva quindici anni
quando il veterinario lo addormentò.
Non so mica se lui davvero
non stava capendo.
Capita che anche le persone amate
muoiano
in mille modi diversi.
Poi venne fuori che
la morte era solo un’invenzione, cioè
moriva solo chi era stanco di vivere,
ma era più come dormire
e chi ne aveva voglia, continuava altrove
a fare le proprie cose.
Come dicevo, un mattino, qualcuno
sinceramente, disse alla gente
di non aver paura
e donò alla morte una speranza.
Dopo poco, arrivarono i soliti detrattori
ma il loro lavoro lento e laborioso
non riuscì minimamente a scalfire
ciò che divenne
verità.
L’estremo attimo
assunse la sostanza della continuità
e per incanto, le persone iniziarono a morire
sorridenti.
Tutto continuava come sempre, ma i popoli
si nutrivano dell’eterna serenità che avvolgeva il mondo,
restituendo poi, il proprio intimo essere
a un amorevole ricongiungimento.
Poi pensai che le previsioni meteo davano per venerdì prossimo
nuvola nera con fulmine rosso
e meno male!
Che qui fa un cazzo di caldo
che non si dorme.
Hombre Sincero

Agapito Malteni
Macchina da scrivere
Macchina da scrivere
Messaggi: 220
Iscritto il: 17/04/2010, 13:34

Re: POESIE ISTANTANEE 4

Messaggio da leggere da Agapito Malteni » 16/01/2012, 0:50

Con calma iniziammo a morire
ad uno ad uno cademmo sotto i colpi del nemico
è l'amore per la guerra che distingue gli uomini dalle bestie
istinti primordiali a distinguere gli animali.. dai vegetali
chiedo rose da piantare nel giardino dei ciliegi in fiore
mandorli che in primavera sembrano branchi di pecore pascenti
è così che alla morte si dona la speranza
le stagioni una dopo l'altra segnano il passo per tutti
A.M.

Non c'è più dolore atroce del sapere di non sapere.

Agapito Malteni
Macchina da scrivere
Macchina da scrivere
Messaggi: 220
Iscritto il: 17/04/2010, 13:34

Re: POESIE ISTANTANEE 4

Messaggio da leggere da Agapito Malteni » 21/01/2012, 9:37

Leggo i pensieri di mio padre
e li traduco inseguendo la sua idea
come fà il gatto con topo
fino a quando un giorno...

In un giorno d'autunno
arrivò in un baleno
forte come un treno la notizia:
Che Guevara era morto!!

Con calma e a brutto grugno
tutti morimmo, traditi come lui
ognuno portò con se la sua idea
percepimmo che qualcosa finiva.

Un inganno, e il principio della fine
cominciò a contare i suo giorni
e la rivoluzione è persa del tutto
è la fine del principio dell'idea.
A.M.

Non c'è più dolore atroce del sapere di non sapere.

Agapito Malteni
Macchina da scrivere
Macchina da scrivere
Messaggi: 220
Iscritto il: 17/04/2010, 13:34

Re: POESIE ISTANTANEE 4

Messaggio da leggere da Agapito Malteni » 26/01/2012, 23:57

non possiedo più un nome
in cambio ho un numero tatuato
all'appello rispondo a voce alta
10444 è il mio nuovo nome..
A.M.

Non c'è più dolore atroce del sapere di non sapere.

Agapito Malteni
Macchina da scrivere
Macchina da scrivere
Messaggi: 220
Iscritto il: 17/04/2010, 13:34

Re: POESIE ISTANTANEE 4

Messaggio da leggere da Agapito Malteni » 28/01/2012, 10:43

die arbeit macht frei
ora che sono libero per davero
qualcuno per me ricordi il mio nome
che lo dica ad alta voce all'infinito
perchè io non sò più leggere e scrivere

die arbeit macht frei
voi che passate, dite al mio bambino
che l'ultima parola che ho pronunciato,
è stato il suo nome
e per me scanditelo ad alta voce

die arbeit macht frei
ricordatevi com'ero quand'ero un uomo
e riflettete ora che mi hanno tolto la dignità
le sembianze e le fattezze dell'essere umano
e nel segno del mio nome vigilate

die arbeit macht frei
tutto ciò che rende liberi davvero
è l'aria che respiriamo,
la terra, la natura, gli spazi aperti, il mare,
tutto il resto, è niente.
A.M.

Non c'è più dolore atroce del sapere di non sapere.

Agapito Malteni
Macchina da scrivere
Macchina da scrivere
Messaggi: 220
Iscritto il: 17/04/2010, 13:34

Re: POESIE ISTANTANEE 4

Messaggio da leggere da Agapito Malteni » 29/01/2012, 10:25

Le promesse si mantengono
ed io non ne sono capace
non le ho mai mantenute
per piprizia, per volontà
per inadempieza, ma..
Ho amato il padre, l'uomo, lo zio.
Ho amato il silenzio il tuo silenzio.
Ho amato tutto quello che facevi.
Ho amato il vino che bevevi.
Il caffé che bevevi nel bicchiere.
Tu eri lo zio senza prole ed io il nipote,
ed ora, tocca a me.
Sono io ora lo zio senza prole.. e tu sei nell'aria
in quella che respiro sui prati delle Murgie
con i tuoi amati cani, Diana, Kelly, Lady,
sono certo che ti hanno aspettato in questi anni
per accompagnarti nel tuo nuovo viaggio.
A.M.

Non c'è più dolore atroce del sapere di non sapere.

Agapito Malteni
Macchina da scrivere
Macchina da scrivere
Messaggi: 220
Iscritto il: 17/04/2010, 13:34

Re: POESIE ISTANTANEE 4

Messaggio da leggere da Agapito Malteni » 04/02/2012, 9:52

Viaggi, parole, opere:

versi ansimanti che nuotano nel silenzio che si documenta
solo attraverso le parole che si scrivono;
io ti scrivo, tu mi leggi, ti cerco ma non ci sei
ti sogno invocando le cose più belle
e la tua amicizia mi necessita ed è certamente all'olimpo delle cose a me gradite
ti ho deluso, ma tu, lo sai, io sono venale di sentimenti legato alla storia alla nostra
ti amato, e ti amo come amerei mia madre, mio fratello, come non mai amato me stesso
chi crede ancora come me nell'amicizia, è un ingenuo, un bambino, ed io lo sono.
A.M.

Non c'è più dolore atroce del sapere di non sapere.

Rispondi