POESIE ISTANTANEE 4

Forum dedicato alla poesia e al wiki-poetry project
Agapito Malteni
Macchina da scrivere
Macchina da scrivere
Messaggi: 220
Iscritto il: 17/04/2010, 12:34

Re: POESIE ISTANTANEE 4

Messaggio da Agapito Malteni »

Scrivi foss'anche solo per disappunto, ma scrivi.
Quando sei in disaccordo con ciò che ti meriti
quando sei in disaccordo con ciò che possiedi
quando sei in contrasto con la tua coscienza
scrivi foss'anche solo per non restare inermi
scrivi e detta le regole del pensiero a chi ti legge

Sette sono i pensieri, e sette sono le regole
sette sono i giorni della settimana
sette sono i vizi capitali
A.M.

Non c'è più dolore atroce del sapere di non sapere.

antonio
Penna Bic
Penna Bic
Messaggi: 23
Iscritto il: 17/02/2005, 11:04
Località: Napoli

Re: POESIE ISTANTANEE 4

Messaggio da antonio »

Colori intensi
quasi ho pianto
per quel che ho fatto,
per chi l'ho fatto,
un istante
sono perso,
è stato bello
era da tanto.

antonio
Penna Bic
Penna Bic
Messaggi: 23
Iscritto il: 17/02/2005, 11:04
Località: Napoli

Re: POESIE ISTANTANEE 4

Messaggio da antonio »

Illudo a meraviglia,
non c'entro!
Fantasia m'è troppo amica.
Ma ti guardo e ti invidio Realtà
non menti.
Io sì

Agapito Malteni
Macchina da scrivere
Macchina da scrivere
Messaggi: 220
Iscritto il: 17/04/2010, 12:34

Re: POESIE ISTANTANEE 4

Messaggio da Agapito Malteni »

Per quel che non ho fatto ho pianto
per quel che avrei potuto fare..
nessuna voglia di vivere in un mondo fatato
nessuna voglia di vivere in un mondo farlocco

Guardarti e invidiarti a fondo realtà che non consco
Non menti mai nel tuo campionario di mediocrità
ma se penso che devo vincere la mia paura
in questa piazza banale dove l'acqua lava la vergogna
mi basta copiare versi per dire che l'inganno è tutto qua
e parlare con coraggio per trovarlo nelle parole che si scrivono
nella libertà che offre la misera quotidianità
per sopportare la mia paura d'essere scoperto banale e analfabeta
scarso a sentimenti e avaro a dimostrare il senso dell'amore
bianco o rosso che sia è pur sempre amore ..
m'illudo a meraviglia e sospeso come nell'aria aspetto
il lento fluire millenario del fiume andare verso il mare
quando meno te lo aspetti arriva l'ora della poesia
d'intensi colori si sveste quando ti coglie
immenso è il carico che tramonta all'arancione
scalpito e affondo nel pianto per quel ch'è stato.
A.M.

Non c'è più dolore atroce del sapere di non sapere.

antonio
Penna Bic
Penna Bic
Messaggi: 23
Iscritto il: 17/02/2005, 11:04
Località: Napoli

Re: POESIE ISTANTANEE 4

Messaggio da antonio »

da troppo  ormai
non è più mia
L’ho donata a  te

Da troppo ormai
L’ho rinchiusa in te
Che porti via

Agapito Malteni
Macchina da scrivere
Macchina da scrivere
Messaggi: 220
Iscritto il: 17/04/2010, 12:34

Re: POESIE ISTANTANEE 4

Messaggio da Agapito Malteni »

da troppo tempo ormai ho rinunciato
questo tempo non mi appartiene
l'ho donato alle ore passate;

da troppo tempo ormai o riposto le ali
questo volare senza meta è finito
l'ho rinchiuso nel vento che porta via.
A.M.

Non c'è più dolore atroce del sapere di non sapere.

Avatar utente
cignonero
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 604
Iscritto il: 19/10/2007, 11:08
Località: Firenze
Contatta:

Re: POESIE ISTANTANEE 4

Messaggio da cignonero »

per gli haiku, prego scrivere nell'apposita sezione
se l'invidia è il motore della economia di pace,
lo spreco è il suo carburante. e in guerra papà?

che volevo dire? Ah si, divertitevi! davvero. ma un angolo dello sguardo lasciatelo
a chi soffre, poiché in guerra molti cadono, non tutti muoiono. mentre in tempo di
pace tutti scambiano eppure c'è sempre qualcuno che perde
http://xoomer.alice.it/fabiandirosa/
http://www.youtube.com/fabiandirosa

Agapito Malteni
Macchina da scrivere
Macchina da scrivere
Messaggi: 220
Iscritto il: 17/04/2010, 12:34

Re: POESIE ISTANTANEE 4

Messaggio da Agapito Malteni »

e adesso che farò.. non so che scrivere
scriverò un haiku fuori sezione
non so se avrò i colleghi di partito
pronti a imitare la mia forma di protesta
e se poi mi costerà cara
son pronto a pagare con un fischio e senza karma
mi tocchera stare in questa casa tanto bella

niente di nuovo sul fronte occidentale
terminata la mia forma di protesta
torno a fare ciò che so fare
a rime sciolte carta penna e calamaio
faccio lo scultore di parole e a caso
sotto lo sguardo attento della sentinella
chiedo venia per questa mia semimisera

niente da dire, non faccio di tutt'erba un fascio
delle rime non scritte ne faccio buon uso
le tengo per le mie prossime tentazioni
tutto il resto su questo fronte è già vecchio.
A.M.

Non c'è più dolore atroce del sapere di non sapere.

Agapito Malteni
Macchina da scrivere
Macchina da scrivere
Messaggi: 220
Iscritto il: 17/04/2010, 12:34

Re: POESIE ISTANTANEE 4

Messaggio da Agapito Malteni »

tutto il resto è niente, tranne il fatto
che il profumo dell'erba verde
arriva sempre in primavera
ed è in questa stagione che mi cambio d'abito
e che il mio folle pensare annuisce e fugge!

Primavera d'intorno quando tutto in un lampo tace
allo spettacolo di un giardino di mandorli in fiore
come branco di pecore pascenti quei petali bianchi
come neve sollazzano la terra nera arsa dal gelo delle nevi invernali
inifinti orizzonti, dalle case imbiancate a calce in quest'azzurro natale
cinguettio d'uccelli, e profumi nell'aria che sanno di selvatico
questa è la vita, è la primavera che scampoli di speranza espande
chi è che tesse questo mosaico e ci invita a continuare
a credere che domani sarà migliore ..

In questo scampolo  di vita in questo mare inevoluzione
sfido il tempo a scalfire le mie certezze
e continuo a credere in ciò che teorizzo da sempre e..
che il tempo è galantuomo e che a torto o a ragione
prima o poi verrà fuori il mondo che cerchiamo
in quest'allegria senza tempo
in questo gioco nostalgico ad acchiappafantasmi
non saprei più dove cercare per sapere tutto ciò che siamo
per avere il giusto contendere senza carnevalismi in essere

Chi vuol essere a carnevale è sempre festa in maschera
chi vuol essere sempre giovane allora lieto sia perché..
lascio le mie cose in un cortile in un bel giorno di primavera
lascio le mie parole e le mie canzoni appartengono a voi tutti
chiudio gli occhi e sento cani abbaiare nella sera dei miracoli
rinuncio alla mia gioia pago giusto e sono felice per ciò che sono stato
non voglio andare via ma mi costringono le circostanze
sulla scia della corrente scivolo col mio barcarolo verso quel tempo che verrà
"da oggi Roma avrà un altro Dio io me ne vado via!"

Grazie Lucio!
A.M.

Non c'è più dolore atroce del sapere di non sapere.

Agapito Malteni
Macchina da scrivere
Macchina da scrivere
Messaggi: 220
Iscritto il: 17/04/2010, 12:34

Re: POESIE ISTANTANEE 4

Messaggio da Agapito Malteni »

Da oggi a Roma..
e da domani, l'intermezzo di Mascagni
allo scoccare dell'ora tornerà in palcoscenico
e gli strumenti torneranno finalmente a suonare
e il silenzio interrotto sarà l'inizio di un nuovo modo d'intendere
aspetto con fede l'inizio di un nuovo tempo.
A.M.

Non c'è più dolore atroce del sapere di non sapere.

Rispondi