bob shaw

Bibliografie e biografie commentate dei grandi scrittori
Avatar utente
carlo
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 7322
Iscritto il: 26/09/2003, 1:02
Località: Roma
Contatta:

bob shaw

Messaggio da leggere da carlo » 05/06/2008, 23:24

Bob Shaw (Belfast, 31 dicembre 1931 – Manchester, 12 febbraio 1996) è stato un autore di fantascienza irlandese.

Nato e cresciuto a Belfast, nell'Irlanda del Nord, negli anni '70 si trasferisce in Inghilterra con moglie e figli a causa dell'instabilità della situazione politica.

Laureato in ingegneria meccanica, lavorò anche come giornalista prima di dedicarsi interamente alla letteratura fantascientifica, nel 1975.

Lo scrittore italiano Vittorio Curtoni, che ha tradotto molte delle opere di Shaw, così parla della sua scrittura:

è uno dei pochi autori capaci di usare con creativa autorità la lingua inglese: la sua sintassi è complessa, armoniosa, costruita su scansioni di ricchezza insolita; il suo lessico è preciso, netto, direi quasi fotografico, del tutto lontano dalle vaghe imprecisioni che una lingua sintetica come l'inglese permette (anzi, stimola)[1].
È stato co-presidente (insieme a Brian Aldiss ed Harry Harrison) del Birmingham Science Fiction Group.




Premi  [modifica]
1967 - Premio Hugo - nomina per il racconto Luce di giorni passati
1967 - Premio Nebula - nomina per il racconto Luce di giorni passati
1976 - John W. Campbell Memorial Award - nomina per il romanzo Sfera orbitale
1986 - British Fantasy Society - vincitore con il romanzo Sfida al cielo
1987 - Arthur C. Clarke Award - nomina per il romanzo Sfida al cielo
1987 - Premio Hugo - nomina con il romanzo Sfida al cielo

Bibliografia  [modifica]

Ciclo di Orbitsville  [modifica]
1975 - Sfera orbitale (Orbitsville), Cosmo Argento n. 55 (Editrice Nord)
1983 - Ritorno a Orbitsville (Orbitsville Departure), Cosmo Argento n. 160 (Editrice Nord)
1990 - I costruttori di Orbitsville (Orbitsville Judgement), Cosmo Argento n. 225 (Editrice Nord)
I titoli sono stati poi raggruppati nell'opera Universo Orbitsville (Editrice Nord)


Ciclo di Warren Peace  [modifica]
1977 - Legione spaziale (Who Goes Here?), Cosmo Argento n. 100 (Editrice Nord)
1993 - Warren Peace
1994 - Rough Dimensions

Ciclo di Land and Overland  [modifica]
1986 - Sfida al cielo (The Ragged Astronauts), Urania n. 1053
1988 - Attacco al cielo (The Wooden Spaceships), Urania n. 1085
1989 - I mondi dell'ignoto (The Fugitive Worlds), Urania n. 1185

Altri romanzi  [modifica]
1954 - The Enchanted Duplicator - scritto con Walt Willis
1967 - Il cieco del non-spazio (Night Walk), Urania n. 909
1668 - Cronomoto (The Two-Timers), Urania n. 740
1969 - The Palace of Eternity
1969 - The Shadow of Heaven
1970 - Un milione di domani (One Million Tomorrows), Urania n. 886
1971 - Uomo al piano zero (Ground Zero Man), Urania n. 596; I Classici di Urania n. 75
1972 - Altri giorni, altri occhi (Other Days, Other Eyes), Urania n. 614; I Classici di Urania n. 85
1976 - Quando i Neutri emergono dalla Terra (A Wreath of Stars), Urania n. 740
1977 - I figli di Medusa (Medusa's Children), Urania n. 874
1978 - Cosmo selvaggio (Ship of Strangers), Urania n. 766
1978 - Antigravitazione per tutti (Vertigo), Urania n. 783; I Classici di Urania n. 179
1979 - Il terzo occhio della mente (Dagger of the Mind), Urania n. 832
1981 - Luna, maledetta luna (The Ceres Solution), Urania n. 957
1984 - Autocombustione umana (Fire Pattern), Urania n. 997
1989 - Killer Planet

Antologie  [modifica]
1973 - Una magnum per Billy Gregg (Tomorrow Lies in Ambush), Urania n. 861
1977 - Una vergogna per l’Italia (Cosmic Kaleidoscope), Urania n. 864
1982 - Locus-Alfa, Locus-Zeta (A Better Mantrap), Urania n. 937
1989 - Dark Night in Toyland

Racconti  [modifica]
1966 - Jumbo (Call Me Dumbo), raccolto in Storie di fantamore, Urania n. 455
1966 - Luce di giorni passati (Light of Other Days), raccolto in Il passo dell'ignoto, Mondadori Omnibus
1970 - La casa dei Guthrie (Invasion of Privacy), raccolto in Il passo dell'ignoto, Mondadori Omnibus
1970 - Primo e unico giorno di scuola (The Happiest Day of Your Life), raccolto in 44 microstorie di fantascienza, Urania n. 815
1971 - Ora! (Gambler's Choice), raccolto in Non cremate il presidente, Urania n. 586
1972 - Mina temporale (Retroactive), raccolto in Buone notizie dal Vaticano, Urania n. 623
1974 - Una sera, volando (A Little Night Flying), raccolto in Il meglio di If 3, Tascabili Mursia 38
1975 - Il mostro uscito dai fumetti (A Uncomic Book Horror Story), raccolto in Gulliver - anno II, n. 3
1976 - Ballata dei rubacorpi (Waltz of Body Snatchers), raccolto in Robot n. 16/17 (1977)
1980 - L'Hilton dell'aldilà (In the Hereafter Hilton), raccolto in Omni n. 7
1981 - Conversione (Conversion)
raccolto in Asimov. Rivista di Fantascienza 2
raccolto in Magia automatica, SIAD Edizioni
1981 - Scegliete il mondo che fa per voi (Go On, Pick a Universe!), raccolto in Heil Hibbler, Urania n. 926
1982 - Cura dimagrante (Cutting Down), raccolto in Paure eccellenti, Horror 17
1991 - Il pranzo dei campioni (Lunch of Champions), raccolto in Millemondiestate 1992

Saggistica  [modifica]
1993 - How to Write Science Fiction
1995 - A Load of Old Bosh

Avatar utente
carlo
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 7322
Iscritto il: 26/09/2003, 1:02
Località: Roma
Contatta:

Re: bob shaw

Messaggio da leggere da carlo » 05/06/2008, 23:28

ho recentemente letto tre romanzi di questo autore, che conoscevo di nome ma di cui non avevo letto nulla precedentemente, cronomoto, cosmo selvaggio, e quando i neutri emergono dalla terra. I primi due devo dire niente di che... "carini", ma nulla di più, da leggere a tempo perso (il libro, che li contiene tutti e tre, è millemondiverno 1985, di urania, comprato da poco a 2 euro...) il terzo invece, basato su un idea decisamente assurda (un mondo antineutrinico all'interno della terra, la cui orbita viene deviata dal passaggio di una cometa antineutrinica, visibile solo grazie ai magniluct, un nuovo paio di occhiali inventato nel futuro che amplia notevolmente la luce) è davvero FICO, prende molto, l'ho letto praticamente in 3 giorni... sempre molto semplice come narrazione, ma con personaggi intriganti, e una storia davvero avvicente, per quanto, ripeto, ASSURDA. Non so quanto sia facile da trovare ma.... almeno quest'ultimo è vivamente consigliato!

Rispondi