Philip Kindred Dick

Bibliografie e biografie commentate dei grandi scrittori
Avatar utente
carlo
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 7322
Iscritto il: 26/09/2003, 1:02
Località: Roma
Contatta:

Philip Kindred Dick

Messaggio da leggere da carlo » 07/11/2006, 0:36

appena visto... Beh, devil, avevi ragione! imperdibile per chi ama dick e ha letto un oscuro scrutare. Cerco di parlarne meglio quando ho tempo che ora non sto a casa, comunque film sviluppato benissimo attori ottimi ho apprezzato anche il chiappa (k.r.) che di norma odio e in buona parte rispettoso delle atmosfere dickiane. Finalmente un film orifinale ed interessante, rosico di non averlo potuto vedere al cinema, ma lo facevano solo al warner, solo il pomeriggio, come fosse un film per bambini, solo per una settimana... PAZZIA

Avatar utente
DevilMaster
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 2363
Iscritto il: 03/05/2004, 17:04
Località: Roma
Contatta:

Philip Kindred Dick

Messaggio da leggere da DevilMaster » 07/11/2006, 21:26

Già... penso che PAZZIA sia proprio il termine corretto. Io, un film così, l'avrei addirittura proibito ai minori... ;)
WebMaster di

Riflettendo sul "teorema":
- Domani è un altro giorno... -
mi trovo a scontrarmi con la dura realtà....
Ieri,
come del resto oggi,
non c'è stato.

Avatar utente
carlo
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 7322
Iscritto il: 26/09/2003, 1:02
Località: Roma
Contatta:

Philip Kindred Dick

Messaggio da leggere da carlo » 08/11/2006, 3:02

era messo in programma con gli stessi orari de "la gang del bosco" :)

Avatar utente
DevilMaster
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 2363
Iscritto il: 03/05/2004, 17:04
Località: Roma
Contatta:

Philip Kindred Dick

Messaggio da leggere da DevilMaster » 29/12/2006, 4:39

E' uscita... finalmente è uscita... e ce l'ho... e la sto leggendo!!! La trilogia di Valis è di nuovo fra noi!!! :)
WebMaster di

Riflettendo sul "teorema":
- Domani è un altro giorno... -
mi trovo a scontrarmi con la dura realtà....
Ieri,
come del resto oggi,
non c'è stato.

Avatar utente
carlo
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 7322
Iscritto il: 26/09/2003, 1:02
Località: Roma
Contatta:

Philip Kindred Dick

Messaggio da leggere da carlo » 29/12/2006, 14:16

te la sei comprata? comunque te l'ho detto, da mel book store si è sempre trovata, nella versione mondadori per altro, che esteticamente mi sembra la migliore! Comunque quei tre libri.... non so.... per carità, per un amante di Dick son fondamentali, ma vi è troppa "pazzia" dentro... sono inquietanti ma per versi diversi. Preferisco la sua prima produzione, ora sto leggendo noi marziani, e i nostri amici di frolix 8, contemporaneamente, stupendi entrambi... non vedo l'ora di finirlo.
Comunque auguri e complimenti per valis! :) fanucci immagino, è sempre in cofanetto? se non l'ho visto male è un cartone morbido, mentre quello mondadori era bello rigido e di un giallo ipnotico....

degli ultimi anni ho preferito quelli non sci fi, come l'uomo dai denti tutti uguali, o mary e il gigante...

Avatar utente
carlo
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 7322
Iscritto il: 26/09/2003, 1:02
Località: Roma
Contatta:

Philip Kindred Dick

Messaggio da leggere da carlo » 29/12/2006, 14:19

fanucci da quanto ho capito lo sta ripubblicando tutto, e dovrebbe finire entro il 2010, 2015, se continua con 4 o 5 libri l'anno. Io davvero non vedo l'ora di averli tutti.... diventa proprio una bella collezione! Ho trovato su wiki una bella bibliografia, la inserisco:



Bibliografia


Racconti
Nota: le opere sono elencate in ordine di pubblicazione

1952
Beyond Lies the Wub (Ora tocca al wub)
The Gun (Il cannone)
The Little Movement (Minibattaglia)
The Skull (Il teschio)
The Variable Man (L'uomo variabile)
1953
The Builder (La barca)
Colony (Colonia)
The Commuter (Il sobborgo dimenticato)
The Cookie Lady (La signora dei biscotti)
The Cosmic Poachers (Pirati cosmici)
The Defenders (I difensori della Terra)
Expendable (Un uomo a rischio)
The Eyes Have It (Invasione oculare)
The Great C (Il grande C)
The Hanging Stranger (L'impiccato)
The Impossible Planet (Pianeta impossibile)
Impostor (Impostore)
The Indefatigable Frog (L'infaticabile ranocchio)
The Infinities (Cavie)
The King of the Elves (Il Re degli Elfi)
Martians Come in Clouds (Nuvole marziane)
Mr. Spaceship (La mente dell'astronave)
Out in the Garden (In giardino)
Paycheck (I labirinti della memoria)
Piper in the Woods (I pifferai)
Planet for Transients (Pianeta alieno)
The Preserving Machine (La macchina salvamusica)
Project: Earth (Progetto: Terra)
Roog (Ruug)
Second Variety (Modello due)
Some Kinds of Life (Un certo tipo di vita)
The Trouble with Bubbles (Il mondo in una bolla)
The World She Wanted (Il mondo che lei voleva)
1954
A World of Talent (Il mondo dei mutanti)
The Last of the Master (L'ultimo dei capi)
Adjustment Team (Squadra riparazioni)
Beyond the Door (Dietro lo sportello)
Breakfast at Twilight (Colazione al crepuscolo)
The Crawlers (Quelli che strisciano)
The Crystal Crypt (La cripta di cristallo)
The Exhibit Piece (Il padiglione del passato)
The Father-thing (La Cosa-padre)
The Golden Man (Non saremo noi)
James P. Crow (Jeams P. Crow)
Jon's World (Il mondo di Jon)
The Little Black Box (I seguaci di Mercer)
Meddler (Il fattore letale)
Of Withered Apples (Mele avvizzite)
A Present for Pat (Un regalo per Pat)
Prize Ship (La nave nemica)
Progeny (Progenie)
Prominent Author (Un autore importante)
Sales Pitch (Vendete e moltiplicatevi)
Shell Game (Rivolta contro la Terra)
The Short Happy Life of the Brown Oxford (Breve vita felice di una scarpa marrone)
Small Town (Piccola città)
Souvenir (Souvenir)
Strange Eden (Strano Eden)
Survey Team (Squadra di ricognizione)
Time Pawn (Il dottor futuro)
Tony and the Beetles (Tony e i coleotteri)
The Turning Wheel (La ruota cosmica)
Upon the Dull Earth (Sulla monotona Terra)
1955
Autofac (Autofac)
Captive Market (Commercio temporale)
The Chromium Fence (Saltare il fosso)
Foster, You're Dead! (Foster, sei morto!)
The Hood Maker (Il fabbricante di cappucci)
Human Is (Umano è)
The Mold of Yancy (Yancy)
Nanny (Nanny)
Psi-man Heal My Child! (Psi)
Service Call (Servizio assistenza)
A Surface Raid (Un incursione in superficie)
Vulcan's Hammer (Vulcano 3)
War Veteran (Veterano di guerra)
1956
A Glass of Darkness (La città sostituita)
Minority Report (Rapporto di minoranza)
Pay for the Printer (Diffidate delle imitazioni)
To Serve the Master (Al servizio del padrone)
1957
Misadjustment (Le illusioni degli altri)
The Unreconstructed M (La macchina)
1958
Null-o (Non-o)
1959
Explorers We (Tornando a casa)
Fair Game (Selvaggina pregiata)
Recall Mechanism (Meccanismo di ricordo)
War Game (Il gioco della guerra)
1963
All We Marsmen (Noi marziani)
The Days of Perky Pat (I giorni di Perky Pat)
If There Were No Benny Cemoli (Se non ci fosse Benny Cemoli)
Stand-by (Presidente di riserva)
What'll We Do With Ragland Park? (Cosa ne facciamo di Ragland Park?)
1964
Cantata 140 (Svegliatevi, dormienti)
A Game of Unchance (Giocate e vincete)
Novelty Act (Uno show originale)
Oh, to be a Blobel! (Oh, essere un blobel!)
Orpheus with Clay Feet (Orfeo dai piedi d'argilla)
Precious Artifact (Il gatto)
The Unteleported Man (Utopia, andata e ritorno)
The War with the Fnools (Bacco, tabacco e... Fnools!)
Waterspider (Pulce d'acqua)
What the Dead Men Say (Quel che dicono i morti)
1965
Project Plowshare (Mrs. Lars, sognatore d'armi)
Retreat Syndrome (Sindrome regressiva)
1966
Holy Quarrel (Teologia per computer)
We Can Remember It For You Wholesale (Ricordiamo per voi)
Your Appointment Will Be Yesterday (Il suo appuntamento è fissato per ieri)
1967
Faith of our Fathers (La fede dei nostri padri)
Return Match (Partita di ritorno)
1968
Not By Its Cover (Legatura di pelle)
The Story To End All Stories (Il racconto che mette fine a tutti i racconti)
1969
A. Lincoln, Simulacrum (A. Lincoln, androide)
The Electric Ant (Formica elettrica)
1972
Cadbury, the Beaver Who Lacked (Cadbury, il castoro scarso)
1974
The Different Stages of Love
The Pre-persons (Le pre-persone)
A Little Something For Us Tempunauts (Noi temponauti)
1979
The Exit Door Leads In (L'ultimo test)
1980
I Hope I Shall Arrive Soon (Spero di arrivare presto)
Rautavaara's Case (Il caso di Rautavaara)
Chains of Air, Web of Aethyr (Catene d'aria, ragnatela d'etere)
1981
The Alien Mind (La mente aliena)
1984
Strange Memories Of Death (Strani ricordi di morte)
1987
The Day Mr. Computer Fell Out of Its Tree (Il giorno che il signor Computer uscì di testa)
The Eye of The Sibyl (L'occhio della sibilla)
Fawn, Look Back
Stability (Stabilità)
1988
Fawn, Look Back
1989
11-17-80
1992
The Name of the Game is Death (Labirinto di morte)



Romanzi
Nota: le opere sono elencate in ordine di pubblicazione. Tra parentesi la prima versione italiana, e altri titoli con cui è stato pubblicato il romanzo.

1955
Solar Lottery (Il disco di fiamma, pubblicato anche come Lotteria dello spazio)
1956
The World Jones Made (Il mondo che Jones creò, pubblicato anche come E Jones creò il mondo)
The Man Who Japed (Redenzione immorale)
1957
Eye in the Sky (L'occhio nel cielo)
The Cosmic Puppets (La città sostituita)
1959
Time Out of Joint (L'uomo dei giochi a premio; ripubbl. Tempo fuori luogo, Sellerio ISBN 8838911975; ripubbl. Tempo fuor di sesto, Fanucci)
1960
Dr. Futurity (Dottor Futuro, Classici Urania 229)
Vulcan's Hammer (Vulcano 3, "Massimi della fantascienza", Mondadori ISBN 8804285109)
1962
The Man in the High Castle (La svastica sul sole pubblicato anche come L'uomo nell'alto castello), "Tascabili Immaginario Fanucci", Fanucci ISBN 8834710878)
1963
The Game-Players of Titan (I giocatori di Titano, "Tascabili Immaginario Fanucci", Fanucci ISBN 8834710916)
1964
Martian Time-Slip (Noi marziani)
The Simulacra (I simulacri)
Clans of the Alphane Moon (Follia per sette clan ISBN 8804458267)
The Penultimate Truth (La penultima verità)
1965
The Three Stigmata of Palmer Eldritch (Le tre stimmate di Palmer Eldritch)
Dr. Bloodmoney, or How We Got Along After the Bomb (Cronache del dopobomba)
1966
The Crack in Space (Svegliatevi, dormienti)
Now Wait for Last Year (Ilusione di potere)
The Unteleported Man
1967
Counter-Clock World (In senso inverso)
The Zap Gun (Mr. Lars, sognatore d'armi)
The Ganymede Takeover (scritto con Ray Nelson) (L'ora dei grandi vermi)
1968
Do Androids Dream of Electric Sheep? (Il cacciatore di androidi pubblicato anche come Ma gli androidi sognano pecore elettriche? o Blade Runner)
1969
Ubik (Ubik)
Galactic Pot-Healer (Guaritore galattico)
1970
Maze of Death (Labirinto di morte)
Our Friends from Frolix 8 (I nostri amici di Frolix 8)
1972
We Can Build You (Abramo Lincoln, androide)
1974
Flow My Tears, The Policeman Said (Scorrete lacrime, disse il poliziotto)
1975
Confessions of a Crap Artist (Confessioni di un artista di merda)
1976
Deus Irae (scritto con Roger Zelazny) (Deus Irae)
1977
A Scanner Darkly (Un oscuro scrutare)
1981
VALIS (VALIS)
The Divine Invasion (Divina invasione)
1982
The Transmigration of Timothy Archer (La trasmigrazione di Timothy Archer)
The Man Whose Teeth Were All Exactly Alike (L'uomo dai denti tutti uguali)
1985
Radio Free Albemuth (Radio libera Albemuth)
Puttering About in a Small Land (In questo piccolo mondo)
In Milton Lumky Territory (In terra ostile)
1986
Humpty Dumpty in Oakland
1987
Mary and the Giant (Mary e il gigante)
1988
The Broken Bubble
Nick and the Glimmung (per bambini) (Nick e il Glimmung)
1994
Gather Yourselves Together



Bibliografia critica
Emmanuel Carrere, Philip Dick 1928-1982: una biografia, Roma-Napoli, Theoria, 1996.
Linda de Feo, Dal corpo al cosmo, Napoli, Cronopio, 2001.
Gianfranco Viviani e Carlo Pagetti (a cura di), Philip K. Dick: il sogno dei simulacri: una completa rassegna di contributi critici sull'opera letteraria dello scrittore americano, Milano, Nord, 1989.
Lawrence Sutin, Divine invasioni: la vita di Philip K. Dick, Roma, Fanucci, 2001.




Adattamenti cinematografici dei lavori di Philip K. Dick
Il romanzo Il cacciatore di androidi è stato trasposto nel film Blade Runner (1982) di Ridley Scott.
Alcune scene di Terminator (The Terminator, 1984), e l'idea della guerra futura dove androidi assassini cercano di intrufolarsi nei rifugi camuffandosi da esseri umani, rimandano in modo chiaro a Second Variety (Modello due, vedi anche Screamers, più avanti), nonostante non sia presente alcun riferimento nei titoli del film. L'altra grande opera che ha ispirato Terminator sembra essere stata il racconto di Harlan Ellison Soldier.
Il film Atto di forza (Total Recall, 1990) di Paul Verhoeven era basato su un suo racconto, Ricordiamo per voi.
Il film francese Confessions d'un Barjo (1992) di Jérôme Boivin è basato su Confessioni di un artista di merda (Confessions of a Crap Artist).
Il film Screamers (1995) era basato su un suo racconto: Modello Due.
Matrix (1999) diretto dai fratelli Wachowsky è una delle massime epressioni dickiane su schermo (o almeno la più conosciuta); gli autori stessi lo citano come riferimento imprescindibile insieme alla Bibbia e ai Manga giapponesi.
Waking Life (2001), diretto da Richard Linklater, è un film che riflette (sembra un trattato di filosofia dickiana) sulla sottile linea che separa lo stato di sonno e quello di veglia. Nell'ultima scena il regista stesso parla delle esperienze dickiane.
Il film Impostor (del 2000 ma distribuito nel 2002) di Gary Fleder è basato su un suo racconto omonimo, come peraltro una serie di telefilm degli anni 60.
Il film Minority Report (2002) di Steven Spielberg è basato sul racconto Rapporto di minoranza.
Paycheck (2003), diretto da John Woo, è tratto dal racconto di Dick I labirinti della memoria.
La "composizione personale" di Dick Strange Memories of Death è stata adattata nell'omonimo cortometraggio da parte degli Yates House Studios, ma il film non è stato ancora distribuito.
Un adattamento cinematografico di Un oscuro scrutare è recentemente uscito negli Stati Uniti. Diretto da Richard Linklater (regista di Waking Life girato con digital rotoscope, la stessa tecnica che viene usata in questo film) e con protagonisti Winona Ryder, Keanu Reeves, e Robert Downey Jr..
Fonti non ufficiali del 2003 parlano di una sceneggiatura scritta dallo scrittore Brandon M. Easton per La svastica sul sole


Premi
Premio Hugo
Miglior romanzo
1963 - La svastica sul sole (vincitore)
1975 - Flow My Tears, The Policeman Said (candidato)
Miglior racconto
1968 - Faith of Our Fathers (candidato)
Premio Nebula
Miglior romanzo
1965 - Dr. Bloodmoney (candidato)
1965 - The Three Stigmata of Palmer Eldritch (candidato)
1968 - Do Androids Dream of Electric Sheep? (candidato)
1974 - Flow My Tears, The Policeman Said (candidato)
1982 - The Transmigration of Timothy Archer (candidato)

Avatar utente
DevilMaster
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 2363
Iscritto il: 03/05/2004, 17:04
Località: Roma
Contatta:

Philip Kindred Dick

Messaggio da leggere da DevilMaster » 29/12/2006, 18:56

Carlo, sono un sacco di anni che la mondadori non la stampa e da Mel Book, ti assicuro, l'ho cercata molto spesso. Nuova, negli ultimi due anni, non c'è mai stata e invece, usata, non posso certamente averne la certezza non andandoci tutti i giorni, non posso dire che non ci sia mai stata ma di sicuro posso dire che non ho mai avuto la suerte di trovarla.
Ti pare che con tutte le volte che vado da Mel non me la sarei comprata da tempo? Ovviamente avrei preferito la vecchia versione della Mondadori, ma visto che non ho avuto questa fortuna, ti assicuro che sono già ben felice del mio cofanetto in cartone "floscio" visto che fondamentalmente la cosa che più mi interessava era poter leggere la trilogia di Valis. Niente mi vieta, se un domani dovessi trovarla da qualche parte, di comprarmi anche la versione mondadori con il suo splendido cofanetto di marmo intarsiato con fili dorati. :P

Per quanto riguarda il testo in se, mi sono letto la prima metà di Valis e l'impressione che ne ho ricevuto per ora sono:

- Che sebbene sia scritto in modo strano, trovo che allo stesso tempo sia inconfondibilmente un testo che solo Dick avrebbe potuto scrivere.

- Che forse sarò io ormai ad essere assuefatto alla scrittura di pkd, ma da un punto di vista stilistico lo trovo, almeno per ora, scritto decisamente meglio di tanti altri libri scritti dall'autore nel passato (se escludiamo il periodo di illuminazione tipo Ubik, le tre stimmate, etc).

- Che in effetti, sempre fino ad ora, non considero quello che sto leggendo un romanzo, ma più una specie di autobiografiatrattatodifilosofiaediteologia lo potrei definire un libro autoteofilosofico. ;)

- Che, comunque, per ora devo dire che mi sta piacendo molto anche se, ovviamente, in modo molto diverso dagli altri libri che mi sono piaciuti molto di questo autore. Diciamo che lo sto trovando "molto interessante".

- Che, e con questo concludo, "non esistono libri morali (non pericolosi) o libri immorali (pericolosi), esistono solo libri scritti bene o scritti male" (O. Wilde). ;)

Noi marziani l'ho letto e non mi è dispiaciuto per niente, mentre Frolix 8 mi manca (anche questo è una delle ultime uscite fanucci) e penso che dopo la trilogia sarà il mio prossimo acquisto dickiano.
Fammi sapere, quando l'hai finito, cosa ne pensi.

Bella Carletto, tanti auguri anche a te. :)
WebMaster di

Riflettendo sul "teorema":
- Domani è un altro giorno... -
mi trovo a scontrarmi con la dura realtà....
Ieri,
come del resto oggi,
non c'è stato.

Avatar utente
carlo
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 7322
Iscritto il: 26/09/2003, 1:02
Località: Roma
Contatta:

Philip Kindred Dick

Messaggio da leggere da carlo » 29/12/2006, 20:56

ma ce l'ho rivisto da poco! fai un paio di mesi fa, al piano di sopra, non tra quelli di dick nello scaffale ma sul tavolo... cmq l'importante è quel che c'è dentro :) frolix 8 sto a metà e come sempre, mi sembra un libro stupendo....

buona trilogia!

Avatar utente
DevilMaster
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 2363
Iscritto il: 03/05/2004, 17:04
Località: Roma
Contatta:

Philip Kindred Dick

Messaggio da leggere da DevilMaster » 30/12/2006, 0:10

Ammetto di non andarci da almeno due/tre mesi... ma se proprio in questo periodo hanno tirato fuori una giacenza di magazzino quando erano due anni che andavo nella speranza di trovarlo, beh... sono proprio degli str°#*!!! ;)

Grazie, comunque. A te, ovviamente, buon frolix 8 e noi marziani. :)
WebMaster di

Riflettendo sul "teorema":
- Domani è un altro giorno... -
mi trovo a scontrarmi con la dura realtà....
Ieri,
come del resto oggi,
non c'è stato.

Avatar utente
DevilMaster
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 2363
Iscritto il: 03/05/2004, 17:04
Località: Roma
Contatta:

Philip Kindred Dick

Messaggio da leggere da DevilMaster » 03/04/2007, 3:15

Ma nemmeno un commentino su Il paradiso Maoista?
Me l'hanno regalato il giorno stesso che è uscito, ma ammetto che non l'ho ancora incominciato (sono in un periodo di letture più "storiche" che "narrative").
Pare che in Italia sia inedito e che sia il primo vero romanzo di Dick (anche se poi in america pare che stia uscendo/scito/scirà un inedito vero, cioé un testo ritrovato e mai pubblicato prima anche in usa, ma di cui non so se è precedente o meno rispetto a questo).
Carlo, non l'hai ancora letto nemmeno tu?
WebMaster di

Riflettendo sul "teorema":
- Domani è un altro giorno... -
mi trovo a scontrarmi con la dura realtà....
Ieri,
come del resto oggi,
non c'è stato.

Avatar utente
Massimo Baglione
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 1737
Iscritto il: 12/09/2005, 21:26
Località: Belluno
Contatta:

Philip Kindred Dick

Messaggio da leggere da Massimo Baglione » 03/04/2007, 6:43

Io neppure l'avevo mai sentito!

Avatar utente
carlo
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 7322
Iscritto il: 26/09/2003, 1:02
Località: Roma
Contatta:

Philip Kindred Dick

Messaggio da leggere da carlo » 03/04/2007, 14:18

il paradiso maiosta no, gli ultimi che ho letto sono e jones creò il mondo, e l'androide abramo lincoln, buoni entrambi ma non all'altezza di molti altri, ora sto leggendo altri autori, appena posso me lo cerco!


Avatar utente
carlo
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 7322
Iscritto il: 26/09/2003, 1:02
Località: Roma
Contatta:

Philip Kindred Dick

Messaggio da leggere da carlo » 09/12/2007, 15:51

il paradiso maoista lo sta leggendo la mia ragazza credo quindi entro circa 9 mesi lo inizierò anche io....

Avatar utente
Massimo Baglione
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 1737
Iscritto il: 12/09/2005, 21:26
Località: Belluno
Contatta:

Philip Kindred Dick

Messaggio da leggere da Massimo Baglione » 10/12/2007, 12:40

9 mesi?
Cosa hai combinato? ;-)

Avatar utente
DevilMaster
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 2363
Iscritto il: 03/05/2004, 17:04
Località: Roma
Contatta:

Philip Kindred Dick

Messaggio da leggere da DevilMaster » 11/12/2007, 13:08

Suppongo, e spero per lui, che intendesse dire che la ragazza è un po' lenta nel leggere e che prima che lo finisca passeranno almeno nove mesi. :P

Spero vivamente per lui, e per il mondo intero (mio dio un piccolo trotta noooo ;)), che intendesse dire solo questo. ;)
WebMaster di

Riflettendo sul "teorema":
- Domani è un altro giorno... -
mi trovo a scontrarmi con la dura realtà....
Ieri,
come del resto oggi,
non c'è stato.

Avatar utente
Vita
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 1130
Iscritto il: 04/02/2006, 16:19
Località: nei dintorni di Bloomsbury
Contatta:

Philip Kindred Dick

Messaggio da leggere da Vita » 11/12/2007, 17:28

devo dire che mi state incuriosendo...
un titolo per iniziare che sia caratteristico al punto giusto?
"Combattere e vincere porta il meraviglioso
combattere e perdere porta quasi il divino...
tu sarai sempre tra i due senza scelta..."

Avatar utente
DevilMaster
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 2363
Iscritto il: 03/05/2004, 17:04
Località: Roma
Contatta:

Philip Kindred Dick

Messaggio da leggere da DevilMaster » 11/12/2007, 20:03

Beh, io iniziai con La svastica sul sole... ma con il senno di poi non era sicuramente il miglior libro per iniziare Dick. Facendo un ragionamento assurdo e quindi ipotizzando di dover leggere un primo libro di dick adesso che ne ho letti quasi una quarantina forse inizierei con Ubik e/o le tre stimmate di Palmer Eldritch. Sono due libri per molti versi simili in cui gli argomenti trattati si ripropongono nella maggior parte dei libri di PKD (anche se affrontati in modo diverso).
Comunque Carlo probabilmente ti consiglierebbe di leggerlo in ordine cronologico e quindi di iniziare da Lotteria dello spazio (che fino a poco tempo fa era considerato il primo romanzo di Dick). Personalmente ho letto Lotteria dello spazio dopo moooolti altri libri di Dick e devo ammettere che non mi è dispiaciuto affatto. Non so però se mi è piaciuto perché ero ormai entrato nell'ottica dickiana e quindi non so se consigliartelo per iniziare. Il libro che mi ha fatto iniziare a perdere la testa per Dick è sicuramente Ubik (il mio secondo libro di dick) e quello che me l'ha fatta perdere completamente è stato Le stimmate di Palmer Eldritch (che è stato invece il quarto o quinto che ho letto di quest'autore), per cui ritorno al mio consiglio originario: parti da uno di questi due (fra l'altro, se ti vuoi fare un idea più precisa della storia, ho scritto la recensione del secondo sul mio sito).

P.s.
La recensione la trovi qui: http://www.devilhouse.org/indez/mod-pag ... d-16.phtml
WebMaster di

Riflettendo sul "teorema":
- Domani è un altro giorno... -
mi trovo a scontrarmi con la dura realtà....
Ieri,
come del resto oggi,
non c'è stato.

Avatar utente
carlo
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 7322
Iscritto il: 26/09/2003, 1:02
Località: Roma
Contatta:

Philip Kindred Dick

Messaggio da leggere da carlo » 09/01/2008, 1:56

9 mesi è stato casuale!
sul dick concordo piu o meno con devil, e ovviamente come lui anticipa consiglio di leggerlo in modo piu o meno cronologico, sicuramente di non iniziare dagli ultimi....

io ho quasi finito la biografia "divine invasioni", davvero interessante (mi manca ancora da vedere il vhs!) e devo dire che aiuta molto a capire tanti suoi personaggi, sopratutti degli ultimi anni, credo sia un testo importante per gli amanti di pkd.

Avatar utente
DevilMaster
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 2363
Iscritto il: 03/05/2004, 17:04
Località: Roma
Contatta:

Philip Kindred Dick

Messaggio da leggere da DevilMaster » 10/01/2008, 19:23

Ehehehehehe... io invece di quel cofanetto (divine invasioni) ho visto il vhs mentre del libro ho letto pochissime pagine (prima o poi lo riprenderò). :lol:
WebMaster di

Riflettendo sul "teorema":
- Domani è un altro giorno... -
mi trovo a scontrarmi con la dura realtà....
Ieri,
come del resto oggi,
non c'è stato.

Avatar utente
carlo
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 7322
Iscritto il: 26/09/2003, 1:02
Località: Roma
Contatta:

Philip Kindred Dick

Messaggio da leggere da carlo » 12/01/2008, 15:27

grandi, sempre al contrario :) io ho preferito prima il libro, che è molto lento, a tratti ripetitivo, ma anche molto interessante per capire meglio, proprio perchè mi pare di aver capito che libro e film dicano le stesse cose...

Rispondi