Cercando un artista non si trova? Chi ? ma soprattutto chi non ? Angelo Zabaglio

Gli articoli di Elisabetta Bilei sugli artisti emergenti
BettaBilei
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 36
Iscritto il: 29/06/2004, 19:11
Località: Mestre

Cercando un artista non si trova? Chi ? ma soprattutto chi non ? Angelo Zabaglio

Messaggio da leggere da BettaBilei » 14/10/2005, 12:24

Cosa ti stimola a sputare addosso al mondo il tuo essere poeta?
Il bisogno umano di guadagnare qualcosa per sopravvivere, quindi il mio essere poeta -in occidente- si riconduce al denaro e di conseguenza all?essere libero. In realt? mi sento pi? uno sceneggiatore che un poeta, a finale le mie non sono poesie sono cavoli miei privati che metto su carta.

Sei un artista o ti ci senti?
A questa domanda non rispondo in quanto non conosco la definizione della parola ?artista? e penso non si possa neanche definire. Non credo nell?arte, sono agnostico in tal senso.

Come ? stato concepito "Non tutti i dubbi sono di plastica"?
Inizialmente stampavo il libretto in ciclostile fotocopia e mi piazzavo davanti le universit? per venderlo ad offerta libera (ne avr? venduti forse un 300 copie). Quindi il libro era gi? concepito parecchi mesi prima dell?incontro con l?Arcipelago Edizioni. Posso dire che tutto ? nato cos?: durante uno slam poetry (o poetry slam) a Milano un bel ragazzo pelato di nome Marco Borroni (accompagnato da un tal Gomez) mi si avvicina e mi lascia il suo biglietto da visita, per mesi non ci siamo sentiti finch? non vedo il suo libro in vendita ad un raduno Hip Hop. Lo contatto e m?invita ad alcune serate in Padania. Qui mi notano i tipi dell?Arcipelago Edizioni e subito gli mollo la copia del libro in fotocopia. Mi dicono ?Ok si pu? fare, facciamo? gli dico ?Io non sgancio una lira? lui dice ?Ok si pu? fare lo stesso, facciamo lo stesso? quindi ci si mette al lavoro e si sistemano i testi, si aggiunge, si toglie, si modifica e finalmente dopo mesi di travaglio ci nasce questo figlioletto ermafrodita.

Come prosegue ora la vita del figlioletto ermafrodita?
Il figlioletto non cresce, le 168 pagine non sono aumentate n? hanno preso colore. Ma per fortuna cammina e si muove, quindi potrete incontrarlo in giro per l?Italia senza neanche accorgervene.

E come va, invece, la vita professionale di uno sceneggiatore che non si sente artista?
Scrivere sceneggiature su commissione mi ha insegnato a razionalizzare l?esistenza. Scrivendo poesie e racconti totalmente concepiti da me avevo imparato a spaziare con la fantasia, la sceneggiatura mi trattiene con i piedi al terreno. Non si tratta semplicemente di un linguaggio differente di scrittura, a mio avviso, scrivendo film hai una marea di limitazioni che bloccano i percorsi creativi come il protagonista di Brazil durante il sogno nel quale vengono innalzati palazzi che gli ostacolano il volo. Ma il bello ? proprio questo, trovare scappatoie, scorciatoie e strade nuove e mai esplorate. Dal punto di vista economico poi ? un?ancora di salvezza. Uno dei miei sogni ? scrivere un bel film popolare e campare di diritti d?autore per poi fare quel cavolo che voglio io successivamente.

Progetti o pensieri di progetti in atto?
In campo cinematografico sto scrivendo una sceneggiatura per un lungo, ne inizier? una nuova a breve e credo far? il runner su qualche set. La poesia continua ad esser scritta e continueranno i reading pubblici con i Folli Tra Fogli di Milano, con l?Anonima Scrittori e spero di portare in giro per pub o piazze un piccolo spettacolo/lettura con il maestro Marco ?Fascino? Russo. Continua anche la collaborazione con la rivista Underground Press e con la rivista Toilet. ? in preparazione una raccolta di racconti con testi editi ed inediti, per ora sto ritoccando le bozze con dei legali al fine di evitare denunce o/e querele. Poi: alcune mie foto saranno esposte fino a fine novembre nella mostra collettiva Arti Visive 2005 di Latina. In campo non professionale ma spirituale, ho ripreso ad andare a messa la domenica, erano anni che non ascoltavo la santa messa. ? affascinante sentire con quanto orgoglio un prete parla di amore, fede e miracoli ad un gruppo di mortali.
etta

djmelonarpo
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato
Messaggi: 8
Iscritto il: 16/12/2004, 15:50
Località: latina
Contatta:

Cercando un artista non si trova? Chi ? ma soprattutto chi non ? Angelo Zabaglio

Messaggio da leggere da djmelonarpo » 15/10/2005, 18:48

angelo zabaglio ? un grande, sentirlo slammeggiare dal vivo ? uno spettacolo incredibile. vedere (ed ascoltare) per credere

Avatar utente
carlo
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 7322
Iscritto il: 26/09/2003, 1:02
Località: Roma
Contatta:

Cercando un artista non si trova? Chi ? ma soprattutto chi non ? Angelo Zabaglio

Messaggio da leggere da carlo » 29/03/2006, 13:38

AVVISO AI SOCI DEL CIRCOLO RICREATIVO B2 DI LATINA*
READING LETTERARIO

ANGELO ZABAGLIO
Voce e testi
MARCO RUSSO
Musiche e suoni




Mercoled? 29 marzo ore 22:00
CIRCOLO RICREATIVO ?B2?
VIA DEI PICENI 4/6 (LT)



INGRESSO GRATUITO
*l?iscrizione al circolo ricreativo potr? essere effettuata
gratuitamente la sera stessa


Angelo Zabaglio
Slammer poeta. Collabora con il collettivo ?Anonima
Scrittori? e ?Folli Tra Fogli?. Creatore e montatore di
numerosi video-arte. Compone musica rap-elettronica, con
lo pseudonimo ?Vertigo?. Nato in una fredda notte di agosto
del 1979. Disoccupato. Colleziona cerini spenti.
Scribacchia sceneggiature per passione. Ha pubblicato un
paio di romanzi, parecchi racconti e un volume di poesie
incomprensibili, in alternativa deglutisce senza reagire.
Molte notizie su di lui al sito www.angelozabaglio.it
Marco Russo
Nato a Latina, pianista diplomato al conservatorio
S.Cecilia di Roma nonch? tastierista e compositore con
all?attivo concerti e numerose colonne sonore per
cortometraggi e spettacoli teatrali. Da sempre influenzato
da varie correnti musicali, spesso tra loro contrastanti si
muove attraverso generi differenti dando per?, in
quest?ultimo periodo, sempre pi? spazio all?elettronica.

Rispondi