Elio e le Storie Tese

gruppi canzoni e concerti
Avatar utente
DevilMaster
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 2363
Iscritto il: 03/05/2004, 17:04
Località: Roma
Contatta:

Elio e le Storie Tese

Messaggio da leggere da DevilMaster » 19/09/2004, 15:14

Mentre a Roma si faceva la notte bianca ( e mentre la Roma, in questo momento, sta andando in bianco con il Messina che sta vincendo 2 a 1 :evil: ), io ero in una localit? denominata Pray (vallefredda) a vedere per la prima volta in vita mia Elio dal vivo. Oltre al fatto che la valle non era fredda solo di nome ma anche di fatto (non avete capito che freddo), ho solo un commento : GRANDISSIMI! :) Oltre al fato che ascoltando Elio ci sono cresciuto e che mi hanno sempre divertito; e mi sono sempre piaciuti, sono rimasto piacevolmente sorpreso perch? mai avrei pensato di assistere anche a un concerto di ottima musica. Bravissimi tecnicamente e con un elio strepitoso devo dire che ho passato veramente un ottima serata. :)
Ultima modifica di DevilMaster il 08/10/2005, 12:57, modificato 1 volta in totale.
WebMaster di

Riflettendo sul "teorema":
- Domani è un altro giorno... -
mi trovo a scontrarmi con la dura realtà....
Ieri,
come del resto oggi,
non c'è stato.

Avatar utente
carlo
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 7322
Iscritto il: 26/09/2003, 1:02
Località: Roma
Contatta:

Elio e le Storie Tese

Messaggio da leggere da carlo » 19/09/2004, 15:21

mai? musicalmente sono uno gruppi pi? tecnici d'italia! L'ispirazione zappiana poi porta a cambi di tempo e a basi di gran qualit?. Io li ho visto un paio di volte, una di queste era a santa cecilia, l'ex auditorium di roma, elio disse da subito che essendo nel centro della classica avrebbero fatto un concerto "diverso". Beh, da brividi... assoli, cover di zappa, arie di verdi riadattate... da rimanere a bocca aperta. Lui ha suonato pure il flauto traverso, non ? che ci capisca molto io, per? mi sembrava davvero davvero bravo... anche perch? per essercisi diplomato al conservatorio...
Insomma, elio e le storie tese, nonostante quel che si creda, non sono solo canzonette...
Cerco di mettere una bio-discografia a seguire! Mi sa comunque che ti sei divertito pi? tu ieri, anche se bere gin lemon ascoltando l'elettro sul tetto di castel sant'angelo... beh, capita raramente!

Avatar utente
carlo
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 7322
Iscritto il: 26/09/2003, 1:02
Località: Roma
Contatta:

R: Elio e le Storie Tese

Messaggio da leggere da carlo » 19/09/2004, 15:33

Immagine

Immagine

http://www.elioelestorietese.it/

Immagine

La Band
Elio e le Storie Tese nasce a Milano nel 1980 ad opera di Elio. Elio prende il nome dalla sua prima canzone che si intitola "Elio".
La prima formazione, che si esibisce nel primo concerto tenutosi nel luglio 1980 alla festa del CAF San Siro davanti a un pubblico di una decina di pensionati, ? composta da Elio (chitarra e voce), Cortellino (basso) e Zuffellato (batteria).
A Cortellino succeder? Chiosco e poi Scaffale, fino all'arrivo nell'85 di Faso, oltre il quale non ? davvero possibile andare.
Zuffellato lascer? il posto a Cosma e poi, dall'entrata di Rocco Tanica nel 1982 fino all'arrivo di Christian Meyer nel 1988, il "posto" scompare, sostituito dalla pi? economica e meno ingombrante Drumulator di Rocco Tanica, del quale i frequentatori del Magia Music Meeting di via Salutati ricorderanno i divertenti siparietti, ogni tre canzoni, per ingannare l'attesa del caricamento della song da registratore a cassetta.
All'inizio Elio, oltre a cantare, ? anche il chitarrista del gruppo poi, quando nell'84 arriva una delle migliori chitarre rock della piazza milanese, Cesareo, preferisce dedicarsi a fare il frontman a tempo pieno con misuratissime incursioni di flauto traverso.
Nel 1988, la bravura e la verve di Christian Meyer hanno ragione della Drumulator e, pi? o meno contemporaneamente, entra nel gruppo Feiez; canta, suona le percussioni, il sax, la chitarra, fa ridere, il tutto a livello Elio e le Storie Tese (cio? altissimo): il sogno di ogni band sulla faccia della terra, durato dieci anni, grazie Feiez.
Nel 1992, all'inizio per volont? di Elio e, ben presto, per acclamazione, entra a far parte della band (pur rimanendo, come dice Elio, "un artista a s?") Mangoni, compagno di classe di Elio al liceo, che viene chiamato a fare se stesso sul palco (un pirla, icona definitiva del pirla che ? in ciascuno di noi) pur essendo nel frattempo diventato marito e padre amorevole nonch? stimato architetto (autore, tra l'altro della "Mangoni Tower" di via Nervesa, facilmente visibile a chi transita sul cavalcavia da Piazzale Bologna a Piazzale Cuoco, guardando verso sinistra).
Ultimo arrivato, nel 1999, Jantoman o, come sempre pi? a furor di popolo sembra accreditarsi, "Uomo" che, in simbiosi perfetta con Rocco Tanica, condivide le numerose e complesse parti di tastiera e costituisce il "polo tecnologico" di Elio e le Storie Tese, in continua dialettica con il versante "analogico" di Faso, Meyer e Cesareo, i performer puri del gruppo.

La Storia
Dal 1980 al 1988 Elio e le Storie Tese si dedicano a diventare fenomeno di culto a Milano e zone limitrofe, con un certo successo, se si considera che nell'88 senza aver mai pubblicato un disco richiamano oltre 4.000 spettatori paganti al Teatro Ciak in una settimana di concerti con il tutto esaurito.
Nel 1989 esce "Elio Samaga Hukapan Kariyana Turu", il loro primo album, che vende di botto 100.000 copie, seguito nei 14 anni successivi da 7 album ufficiali tra cui 2 live.
Nel 1990 stabiliscono il record mondiale dell'epoca per la canzone pi? lunga, suonando dal vivo per 12 ore di seguito lo stesso brano, "Ti Amo", con testo inventato da Elio al momento.
Nel 1991 suonano al concerto del 1? Maggio in Piazza San Giovanni e vengono censurati in diretta RAI: avevano improvvisato un rap dedicato agli scandali insabbiati della Prima Repubblica: meno di due anni dopo Mario Chiesa veniva sorpreso a gettare banconote nel W.C. del suo ufficio al Pio Albergo Trivulzio, il resto ? storia.
Nel 1992 il loro singolo "Pipppero", con la partecipazione de "Le Myst?re des voix bulgares", ? primo in classifica per sei settimane.
Nel 1996 partecipano al Festival di San Remo che vincono piazzandosi al secondo posto, miracolo tutto italiano, ma quelle 4 esibizioni sono gi? storia della televisione. "La terra dei cachi" ? primo in classifica per 8 settimane e l'album "Eat The Phikis" vende oltre 200.000 copie.
Folgorato da quelle performance Rocco Siffredi li chiama a partecipare alla sua produzione pi? ambiziosa, "Rocco e le Storie Tese", di cui firmano anche la colonna sonora, suonata da Rocco Tanica in tempo reale durante il montaggio.
Alla fine del 1998 Feiez muore colpito da ictus, durante un concerto.
Nel 1999 vengono premiati a Dublino come "Best Italian Act" agli European Music Awards di MTV.
Nel 2003 vengono premiati a Milano come "miglior videoclip" agli Italian Music Awards della F.I.M.I.:
rispetto al '99 la decadenza ? evidente.
Tutti gli album da loro pubblicati sono diventati "Disco D'Oro" in Italia.




DISCOGRAFIA


Elio - Fiabe Centimetropolitane - Milano 25/5/2004 2004 Cd brul?
Ho fatto due etti e mezzo, lascio? - Belluno 18/03/2004 2004 Cd brul?
Ho fatto due etti e mezzo, lascio? - Cagliari 29/07/2004 2004 Cd brul?
Ho fatto due etti e mezzo, lascio? - Chiari 19/03/2004 2004 Cd brul?
Ho fatto due etti e mezzo, lascio? - Collegno 23/06/2004 2004 Cd brul?
Ho fatto due etti e mezzo, lascio? - Genova 01/05/2004 2004 Cd brul?
Ho fatto due etti e mezzo, lascio? - La Spezia 30/04/2004 2004 Cd brul?
Ho fatto due etti e mezzo, lascio? - Macomer 30/07/2004 2004 Cd brul?
Ho fatto due etti e mezzo, lascio? - Mirandola 16/05/2004 2004 Cd brul?
Ho fatto due etti e mezzo, lascio? - Montichiari 03/07/2004 2004 Cd brul?
Ho fatto due etti e mezzo, lascio? - Parma 16/03/2004 2004 Cd brul?
Ho fatto due etti e mezzo, lascio? - Roma 21/06/2004 2004 Cd brul?
Ho fatto due etti e mezzo, lascio? - Savignano 23/05/2004 2004 Cd brul?
Ho fatto due etti e mezzo, lascio? - Seano Carmignano 29/06/2004 2004 Cd brul?
Ho fatto due etti e mezzo, lascio? - Torino 21/03/2004 2004 Cd brul?
Ho fatto due etti e mezzo, lascio? - Trezzo D'Adda 12/03/2004 2004 Cd brul?
Ho fatto due etti e mezzo, lascio? - Varese 11/03/2004 2004 Cd brul?
Ho fatto due etti e mezzo, lascio? - Verona 13/03/2004 2004 Cd brul?
Ho fatto due etti e mezzo, lascio? Vol. 2 - Ascoli Piceno 11/07/2004 2004 Cd brul?
Ho fatto due etti e mezzo, lascio? Vol. 2 - Bardonecchia 24/07/2004 2004 Cd brul?
Ho fatto due etti e mezzo, lascio? Vol. 2 - Caldogno 17/07/2004 2004 Cd brul?
Ho fatto due etti e mezzo, lascio? Vol. 2 - Carpi 21/07/2004 2004 Cd brul?
Ho fatto due etti e mezzo, lascio? Vol. 2 - Loano 04/08/2004 2004 Cd brul?
Ho fatto due etti e mezzo, lascio? Vol. 2 - Milano 09/07/2004 2004 Cd brul?
Ho fatto due etti e mezzo, lascio? Vol. 2 - Montalto di Castro26/07/2004 2004 Cd brul?
Ho fatto due etti e mezzo, lascio? Vol. 2 - S. Giovanni in Persiceto 04/07/2004 2004 Cd brul?
Ho fatto due etti e mezzo, lascio? Vol. 2 - Tavagnacco 22/07/2004 2004 Cd brul?
Ho fatto due etti e mezzo, lascio? Vol. 2 - Vinadio 16/07/2004 2004 Cd brul?
Non mi chiedermi - Wooden Chicks 2004 Altro
Oratorium 2004 Singoli
Cicciput 2003 Album
Fossi Figo 2003 Singoli
Live at Blue Note, 09/12/2003 2003 Cd brul?
Shpalman? 2003 Singoli
Shpalman? RMX 2003 Singoli
C'e' solo l'Inter 2002 Altro
DeeJay For Christmas 2002 Compilation
Fave Strapazzate 2002 Singoli
Interdet 2001 Compilation
Made In Japan 2001 Album
Olmo & Friends 2001 Compilation
Tapparella (Live) 2001 Singoli
The Lugano Tapes 2001 Dvd/vhs
Che felicit? 2000 Singoli
Fave Club 2000 Singoli
La gente vuole il gol 2000 Singoli
Bis 1999 Singoli
Craccracriccrecr 1999 Album
Disco Music 1999 Singoli
Evviva/La visione 1999 Singoli
La bella canzone di una volta 1999 Singoli
Presidance? 1999 Singoli
Tutti gli uomini del deficiente 1999 Album
L'eterna lotta tra il bene e il male 1998 Singoli
Peerla 1998 Album
Born to be Abramo 1997 Singoli
Born to be Abramo (jb) 1997 Singoli
Del meglio del nostro meglio Vol. 1 1997 Album
E.L.I.O. The Artists Formerly Known As Elio e le Storie Tese 1997 Altro
E.L.I.O. The Artists Formerly Known As Elio e le Storie Tese 1997 Album
Zelig: Il Cabaret - 10 Anni Di Grandi Comici 1997 Dvd/vhs
105 Night Express 1996 Compilation
Eat The Phikis 1996 Album
El Pube 1996 Singoli
Elio e le Storie Segrete 1996 Dvd/vhs
La terra dei cachi (jb) 1996 Singoli
La terra dei cachi (promo) 1996 Singoli
La terra dei cachi (the Rimini tapes) 1996 Singoli
La terra dei cachi - Prezioso remix 1996 Singoli
OSCARrafone 1996 Dvd/vhs
T.V.U.M.D.B./Mio Cuggino 1996 Singoli
T.V.U.M.D.B./Mio Cuggino (jb) 1996 Singoli
Christmas with the yours 1995 Singoli
Nessuno allo stadio 1994 Singoli
Nessuno allo stadio - Strike remix 1994 Singoli
(Gomito a gomito con l') Aborto 1993 Singoli
Entra In Esco Dal Mio Corpo E Ho Molta Paura 1993 Singoli
Esco Dal Mio Corpo E Ho Molta Paura
(Gli inediti 1979-1986) 1993 Album
Not unpreviously unreleased'nt 1993 Singoli
Chi Ha Incastrato Elio e le Storie Tese? 1992 Dvd/vhs
From Bulgaria with love 1992 Compilation
Italyan, Rum Casusu ?ikti 1992 Album
Pipppero? 1992 Singoli
Pipppero? (english version) 1992 Singoli
Pipppero? (jb) 1992 Singoli
Servi Della Gleba 1992 Singoli
Arezzo Wave 1990 1991 Compilation
Born to be Abramo 1990 Singoli
Born to be Abramo (Saturday night strage) 1990 Singoli
The Los Sri Lanka Parakramabahu Brothers featuring Elio e le Storie Tese 1990 Album
Elio Samaga Hukapan Kariyana Turu 1989 Album
Nubi di ieri sul nostro domani odierno (Abitudinario) 1989 Singoli
Lupo Solitario 1988 Compilation
Elementi 1987 Compilation
Musica Metropolitana 1985 Compilation


Immagine


si noti che i cd brul? sono una loro idea, live registrati durante il concerto e venduti all'uscita!

Immagine
links:

http://www.faveromane.org/

http://www.eelst.com/

http://virgelio.virgilio.it/

il sito di Christian Meyer
http://www.christianmeyerdrums.it/


e non dimentichiamo lui, il mitico

Immagine

mangoni!

Avatar utente
DevilMaster
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 2363
Iscritto il: 03/05/2004, 17:04
Località: Roma
Contatta:

Elio e le Storie Tese

Messaggio da leggere da DevilMaster » 19/09/2004, 16:00

Ho fatto due etti e mezzo, lascio? Vol.3 - Pray 18/09/2004 2004 Cd brul?

Puoi aggiungere anche questo alla discografia, che ? quello di ieri sera e che mi sono comprato. :)

Il flauto traverso l'ha suonato anche ieri, oltre a vari altri ammennicoli, e sapevo gi? che musicalmente erano molto bravi ma ascoltarli dal vivo mi ha veramente impressionato. Ad un certo punto hanno pure fatto una versione metal del barbiere di Siviglia. Grandioso. :) Serata conclusa con l'immancabile tapparella. Mangoni ha fatto il coglione come al solito e ho fatto qualche breve filmatino con il cell(la qualit? ? quella che ?). Se riesco, e se il collegamento me lo permette, vedo di postare un link in modo da farveli vedere.

P.S. Non c'entra niente, ma il mio scoramento ha bisogno di essere espresso: incredibile, la Roma ? riuscita a perdere 4 a 3 con il Messina quando era riuscita a sua volta a ribaltare il risultato: da 2 - 1 a 2 - 3. Carlo... le avevo gi? preannunciato che sarebbe stato un anno da dimenticare. :(
WebMaster di

Riflettendo sul "teorema":
- Domani è un altro giorno... -
mi trovo a scontrarmi con la dura realtà....
Ieri,
come del resto oggi,
non c'è stato.

Avatar utente
carlo
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 7322
Iscritto il: 26/09/2003, 1:02
Località: Roma
Contatta:

Elio e le Storie Tese

Messaggio da leggere da carlo » 19/09/2004, 16:52

no comment sul calcio giocato...
daccordo con te su elio, un gran gruppo, che dal vivo da il massimo!

Avatar utente
DevilMaster
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 2363
Iscritto il: 03/05/2004, 17:04
Località: Roma
Contatta:

Elio e le Storie Tese

Messaggio da leggere da DevilMaster » 20/09/2004, 5:12

Beh, beh...dopo aver visto le immagini incomincio a essere un minimo ottimista.La squadra ha giocato e sono convinto che basta cacciare quella sega di Ferrari, rimettere cufr? al centro e candela sulla fascia e...tutto migliorer? ancora. Cambio il mio pronostico. Ovviamente di scudetto non se ne parla, ma con gli accorgimenti giusti...sto campionato potrebbe essere meno peggiol di quello che pensavo e...un terzo posto(dopo Milan e Juve, spero in questo ordine)lo potremmo pure fare. :)
WebMaster di

Riflettendo sul "teorema":
- Domani è un altro giorno... -
mi trovo a scontrarmi con la dura realtà....
Ieri,
come del resto oggi,
non c'è stato.

Avatar utente
Max_72
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 409
Iscritto il: 21/03/2004, 16:35
Località: L'Aquila
Contatta:

Elio e le Storie Tese

Messaggio da leggere da Max_72 » 20/09/2004, 17:31

Grandi!
Tralasciando i testi che a non tutti possono piacere, credo che musicalmente siano grandissimi!

Avatar utente
DevilMaster
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 2363
Iscritto il: 03/05/2004, 17:04
Località: Roma
Contatta:

Elio e le Storie Tese

Messaggio da leggere da DevilMaster » 09/10/2005, 13:01

Caro 2000

(da una televisione) :
attenzione clamoroso errore di Arnaga e c'? gol di grande montagna! Negativo!
...co ? scemata
( in francese) : puissez un extreme du ser...
una tua piccola holding macchina ma i gemelli, lui...
(voce narrante : Paolo Limiti) : ora abbiamo una canzone straordinaria il titolo ? 2000, di Elio e le Storie Tese. Questa canzone ha una storia incredibile. Pensate che Elio e le Storie Tese la scrissero nel 1957; erano giovanissimi, s'erano appena messi insieme, ed era una canzone che doveva andare al festival di Sanremo. Ecco se fosse arrivata avrebbe rivoluzionato il festival perch? era l'anno prima di volare per cui la canzone italiana avrebbe girato completamente i tacchi con questa 1960. Poi ne fecero un provino Nilla Pizzi e Luciano Benevene, per? la commissione censura della rai disse (Cambio canale) : n pi? alcun fascino n? attrazione n? mistero, n? niente!
...zone venne bocciata e non pot? andare in rai. I ragazzi erano disperati, Elio e le Storie Tese han detto . Invece, beh c'? stato un piccolo accennino perch? a un certo punto Sandra Milo, ricordate famoso film quando lei prese la sberla sulla roulotte eccetera, ecco.Se guardate il film, nella scena del suicidio eh di Sandra in sottofondo sentirete sospirare proprio questo tema. La canzone si chiamava ancora 1960 per? allora, nella pazza notte del conigliaccio. Poi ovviamente non successe niente fino ad oggi ? diventata... ? trionfale questa canzone,ascoltatela subito, ecco, Elio e le Storie Tese nell'ultimissima versionedell'ex 1957, ex 1960 ed oggi... 2000!


Caro 2000, quanto tempo ? gi? passato dal lontano zero. Proprio non te l'aspettavi che toccasse a te, ma la lista d'attesa ? finita. Senti, sai che ci aspettiamo molto dalla tua venuta, tipo un valido vaccino contro L'HIV per amare in Europa senza il problemino del computerino che fa tilt: non ti riconosce (coro: "quattro!" ), lui ti crede (coro: "tre!" ) 900 (coro: "due!" ) e invece sei (coro: "uno!" ) 2000 (coro: "Yeahhh" ). Credi di essere il migliore anno del futuro. Non lo sai che l'anno prossimo c'? l'odissea nello spazio? Senti il peso delle responsabilit?, non ci pensi a quelli che verranno dopo tipo il 4000, il 6000, il 19000, il 30000, tipo 98003 o il 100.000. Non sei nessuno. Ti credi il futuro ma futuro non sei. Nel 100.000 l'uomo si sar? evoluto ed avr? fatto tutto; la natura si sar? rimboschita un po' e volare non sar? un problema. Con un filo d'erba salver? l'umanit?, con le branchie salveremo chi non sa nuotare, e voleremo con facilit?. Quindi, caro il mio 2000, vedi di volare basso.
(Finale del coro) : nooooo nessunoo credi maaaaa aaaaaaaaah


Shpalman

Fra le maschere che un uomo pu? indossare ricordiamo l'argilla.
Fra le maschere che un uomo pu? indossare come non citare il bronzo?
C'? la maschera di ferro,
c'? la maschera di Pippo,
ma la maschera di merda
te la fa solo Shpalman.

[parlato] Dixie e le ragazze della palla al piede tornano domani,
ma adesso ? il momento della cazzuola di Shpalman!

Un tamarro dietro l'angolo voleva incularmi la Vespa.
Un tamarro dietro un altro angolo voleva incularmi la catenina.
Ma io ho chiamato "Shpalman!"
Lui mi ha risposto "Dimmi"
E io gli ho detto: "Vieni qui che c'? bisogno di te per difendere me"
Attenti cattivissimi perch? ? arrivato Shpalman,
che shpalma la merda in faccia
Aiuto arriva Shpalman
che tutti shpalmer?.

Non c'? dubbio che Shpalman sia un amico
con le mani in pasta.
E non credere che a Shpalman gli puoi dire "Tipo, adesso basta"
Perch? si chiama Shpalman
e il nome dice tutto
e ad ogni farabutto tinge il viso color maron,
poi lo asciuga col phon
ti rende shpalmatissimo

Perch? si chiama Shpalman
e shpalma la merda in faccia
aiuto arriva Shpalman
che tutti shpalmer?

Eroe dei nos tri tempi
non temo il faccia a faccia
di merda una focaccia
sul volto shpalmami

Facc! Zic! Briff! Rottprot! Mingh!
Pat Pat! Zic! Zum! Patatracchete!
Uelalalala! Che super sballo!
Nella confezione di Shpalman megatransformer
super action trovi la cartolina del concorso
"spalma il tuo compagno di banco"
e vinci la cazzuola laser di Shpalman.

Perch? ? arrivato Shpalman
che shpalma la merda in faccia
aiuto arriva Shpalman
che tutti shpalmer?
autografi la faccia
di tutti i miei nemici
e il volto gli incornici
con pezzi di pup?
Arrivederci Shpalman,
ci mancherai di brutto
ed ogni farabutto
shpalmato rester?


Servi della gleba

Allora come e' andata con la tipa?
Eh, abbastanza bene.
Hai pucciato il biscotto, o almeno hai limonato?
No ragazzi, non scherziamo. Lei non e' una come tutte le altre.
Bll b b bll parlaci di lei.

Ah, guardate, questa qui' e' una tipa devvero simpaticissima, in gambissima. Mi ha raccontato delle cose delle sue ferie divertentissime, ma tipo che lei era andata la' con un sacco di creme dopo sole, poi ha preso un casino di sole, si e' bruc...
Le hai mostrato il popparuolo?
No ma ho buone possibilita'.
Allora ci vediamo questa sera? Una serata fra amici, una chitarra e uno spinello.
Eh, amici, purtroppo no. Questa sera sono invitato a casa sua per vedere le diapositive del mare, delle sue ferie, poi subito dopo devo accompagnare i suoi genitori che devono prendere il treno perche' sono rimasti senza macchina, l'hanno distrutta, era mia.

Siamo tutti servi della gleba, e abbiamo dentro il cuore una canzone triste.

Servi della gleba a testa alta, verso il triangolino che ci esalta. Niente marijuana ne pasticche: noi si assume solo il due di picche. Servi della gleba in una stanza, anestetizzati da una stronza, come dei simbolici Big Jim : schiacci il tasto ed esce lo sfaccimm.

Ehi, guardate un po' chi si rivede.
Hue ciao ragazzi.
Hai la faccia di legno, dove cazzo eri finito?
Ma no, niente, e' che c' ho un' esame in ballo e poi non sono stato molto bene.
Dicci cosa hai avuto di preciso.
Mah, mi ha detto il medico che ho le papille - Eh? - gustative interrotte, no, poi ci ho il gomito -Cosa? - che fa contatto con il piede.... no no e' che ho delle storiacce con la tipa...
Ah !! Lei ti ha dato il due di picche ?

Ma no, che cosa dite? Lei mi e' molto affezzionata, solo che -uhh-ha delle storie col suo tipo che la rendono infelice, e siccome a lei ci tengo piu' che a me, ho parlato al suo ragazzo e l' ho convinto a ritornare da lei...
Ma non starai mica piangendo?
No, e' che mi e' andata una bruschetta nell'occhio.

L'occhio spento e il viso di cemento, lei e' il mio piccione io il suo monumento.

Servi della gleba a tutta birra, carichi di hl di sburra; cuore in fiamme e maschera di ghiaccio, noi col nostro carico di sfaccio. Servi della gleba planetaria, schiavi della ghiandola mammaria, come dei simbolici Big Jimme: schiacci il tasto ed esce lo sfaccimme.

Lassame canta' sto storneletto.....

[Faso al telefono]: "Ciao, senti, hai 5 minuti? Perche' volevo chiederti due cose... Senti, guarda, sinceramente vado al dunque subito, ci sono rimasto molto male perche' ho saputo che sei uscita con Tafano ieri sera, e... perche'? Scusa, ti ho telefonato a cena, ti ho detto: ci vediamo?, tu hai detto: no, devo studiare. E va beh, se poi esci con lui... cioe', perche' non me lo devi dire? Pensi che sia un problema per me accettare che tu hai una storia? Un uomo? Vedi qualcuno? No, non e' un problema per me perche' io ti voglio bene veramente e non ti chiedo nulla, anzi, magari sono qui a dirti: se hai bisogno di qualcuno io ci sono.

E allora? Che cosa devo fare?

Mi vuoi mettere una scopa in culo cosi' ti ramazzo la stanza?"


Cassonetto differenziato per il frutto del peccato

Il tema della maternita' e' stato sviscerato, discusso, analizzato di gia' .
Ma il suo risvolto vi stupira' , per me che son reietto il tema prediletto e' il tema del cassonetto.

Non sono come come gli altri bimbi che son frutto dell'amore,
io sono sfortunato sono frutto del peccato, e vivo nel cassonetto.

I frutti veri e propri si trovan nel frutteto,
i frutti di mare si trovano nel mare,
i frutti del peccato si trovano nel mare, nel frutteto, dentro al fiume nel laghetto,
nella siepe sotto casa, o piu' probabilmente in un sacchetto, nel cassonetto.

(assolo di chitarra ed orchestra sinfonica)

Donne atletiche donne che si allenano scagliando il feto nel cassonetto dell'amor...
Non dite che non vi era stato detto: "Il passo e' molto breve dal casso al cassonetto".

Ma mettetevi nei panni di chi il cassonetto pulisce, mi trova e non capisce il perche' di tanta incivilta',
poi scende in piazza e sciopera e la colpa e' anche un po' tua,
se non ti batti per un mondo migliore, in cui una madre sappia dove gettare il bebe' .

[inizia effetto "crackers" : Elio mangia i crackers mentre canta]
E gia' lo fan per la pasta, le bottiglie, le pile, e siamo gente civile, e allora dite perche',
per i neonati non c'e' . Perche' ? Non c'e' ? Dov'e' ?
Il cassonetto differenziato per il frutto del peccato.

Cassonetto differenziato per il frutto del peccato, cassonetto differenziato per il frutto del peccato, cassonetto differenziato per il frutto del peccato, cassonetto differenziato per il frutto del peccato, cassonetto differenziato per il frutto del peccato, cassonetto differenziato, cassonetto differenziato.

Lo spazzino e' piu' sereno e poi s'impressiona meno, lo spazzino e piu' faceto perche' sa che trova il feto
-m m m m m m m m- nel cassonetto.

I frutti veri e propri si trovan nel frutteto,
i frutti di mare si trovano nel mare,
i frutti del peccato si trovano nel mare, nel frutteto, dentro al fiume nel laghetto,
nella siepe sotto casa, o piu' probabilmente in un sacchetto, nel cassonetto.
Nel cassonetto, nel cassonetto, nel cassonetto, nel cassonetto, nel Bolivecic .

Cassonetto differenziato per il frutto del peccato, cassonetto differenziato per il frutto del peccato, cassonetto differenziato per il frutto del peccato, cassonetto differenziato per il frutto del peccato, cassonetto differenziato per il frutto del peccato, cassonetto differenziato, cassonetto differenziato, cassonetto differenziato, cassonetto differenziato.

Ah Ah Ah Ah Ah uH.


Uomini col borsello (ragazza che limoni sola)

Tratto dal booklet :


"Al principio dei tempi il dio Budello decise di far dono ad ogni uomo ed ogni donna di borselli e chiavi di borsello in numero eguale: borselli agli uomini, chiavi di borsello alle donne. Fece tuttavia in modo che ad ogni borsello corrispondesse una sola chiave e viceserva, poi li confuse gettandoli sulla terra. Da allora gli esseri umani di sesso opposto si cercano senza posa, nella speranza di trovare colui, o colei, che il fato destino' ad essere loro compagno per la vita.''
Leggenda iberica, XVII sec.



Ragazza che limoni sola, denoti spigliatezza.
Tant'e' che c'e' chi invidioso ti sussurra cosi': bea mona
(che in veneziano vuol dire
[canta Oliver Skardy]
che se te guanto e te scaveso in quatro tochi che no ti mia ca te capisse un casso etc.)
[Elio]
Vai, Riccardo.
[Canta Riccardo Fogli:]
Il ragazzo spigliato col borsello che tal puo' definirsi,
lui lo sa che il borsello contiene quel bisogno d'amore che hai tu, ragazzina spigliata che limoni da sola.

C'e' un amore in ogni borsello.
Se il tuo e' proprio in quello che sfoggia lui
raggiungi il parco Capello col Tuttocitta'
li' trovi un drappello di uomini col borsello,
ma lui reggera' un cartello con scritto ``SONGHE IE''.

Ragazza che limoni sola, fermati un momento e ascolta.
Ti ricordi quel ragazzo, ieri al Parco Capello , che ti guardava negli occhi senza parlare?
Quel ragazzo songhe ie.

Ragazza che limoni sola, limona con fierezza, Sento che tu, dio bonino,
puoi fare breccia nel cuore di un innamorato
con gli occhi di Ben Turpin : lui per te ha progettato un borsello di vero budello.
Frena quel tuo mulinello.
Ragazzina, io ti vedi gia' donna; sara' l'effetto del budello.

C'e' un amore in ogni borsello.
Se il tuo e' proprio in quello che sfoggia lui,
ritorna al Parco Capello , lo troverai la'.
Ma in quel capannello di uomini col borsello
lui solo lo avra' in budello, e gli altri in finto bue.
In finto bue, in finto bue, in finto finto finto finto finto bue.

[Parte Sir Oliver Skardy:]
O ti fia menitea da soa, faghe veder tuti che ti se sgarszoa;
so al Parco Capeo , so sempre a tracoa, el me ripien te fa goa;
versime co a ciave che ti ga in cor, fumite un spineo, fame far l'amor,
l'amor sfacia' che nisuni te ga da', sora go un carteo con scrito so el piu' beo.
Ciuke va de bone parche' se un furegon, mi so qua co Elio scavesa' e me faso un trombon.
Oooooo iiiiiiii.

[parlato di Vittorio Cosma]
Era un luminoso pomeriggio d'aprile e i due giovani Giorgio e Piero si incontrarono nella radura di Sherwood. I ragazzi subito incrociarono i loro peni in segno di reciproca stima, quando sui loro visi stupefatti si dipinse lo stupore. Uno dopo l'altro scoprirono di avere dietro di loro Lady Marian. La ragazza emise un squassante e forte peto. Quando comincio' a correre, rossa in volto, i due ragazzi videro un peto dietro l'altro, sempre piu' potente, e capirono di essere caduti in una trappola.


Il vitello dai piedi di balsa

Dal booklet :
Tutti noi abbiamo, o abbiamo avuto, un luogo fantastico dove rifugiarci sognando ad occhi aperti, lontano dalla gravita' delle cose materiali; con la forza dell'immaginazione, la stanza dei giochi si trasforma in castello incantato, la piccola aiuola diventa il magico giardino di Foieiaux. A questo punto i miei piccoli lettori si chiederanno: ``Ma, e il luogo fantastico di Elio e le Storie Tese ? Eh ? Dov'e' il luogo fantastico di Elio e le Storie Tese ? Dov'e' ? Eh ? Si', si', ci dite dov'e' il luogo fantastico di Elio e le Storie Tese ? No, a parte gli scherzi, dov'e' ? Ehi tipo, cagaci, dov'e' ? Nel senso, dov'e' il luogo fantastico di Elio e le Storie Tese ?''. Il curioso e' premiato con questa rivelazione: il luogo fantastico di Elio e le Storie Tese e' nel boschetto della mia fantasia. In esso vivono molti animali, quattro. Essi sono tutti vitelli, apparentemente identici; in realta' si differenziano per i piedi, che sono - a seconda del genere di vitello - piedi di balsa, piedi di cobalto, piedi di spugna e piedi tonnati. Tutto sembra andare per il meglio, nel boschetto della mia fantasia; finche' un brutto giorno...

Nel boschetto della mia fantasia c'e' un fottio di animaletti un po' matti inventati da me, che mi fanno ridere quando sono triste, che mi fanno ridere quando sono felice, che mi fanno ridere quando sono medio; in pratica mi fanno ridere sempre, quel fottio di animaletti inventati da me.

C'e' il vitello con i piedi di balsa il vitello con i piedi di spugna e indovina chi c'e'? C' e' pure il vitello coi piedi di cobalto , c'e' il vitello coi piedi tonnati quattro ne ho inventati, sono gli animali della mia e della tua fantasia.

Ma un giorno il vitello dai piedi di balsa si reco' dal vitello coi piedi di cobalto. Gli disse "C'e' il vitello coi piedi tonnati che parla molto male di te: sostiene che i tuoi piedi non sono di vero cobalto ma sono soltanto quattro piedi di pane ricoperti da un sottile strato di cobalto".

[canta Ruggeri]
"Mio caro vitello dai piedi di balsa, la tua storia e' falsa: l'amico vitello coi piedi di spugna mi ha svelato la verita' :egli ha nascosto una microspia nei tuoi piedi di balsa e nei piedi tonnati, cosi' ha scoperto che tu, solo tu,
[pezzo di chitarra dei Pink Floyd]
sempre tu, anche tu, nient'altro che tu, proprio tu sei il vitello dai piedi di balsa inventore di una storia falsa.
Accusavi il vitello dai piedi tonnati e per questo i tuoi piedi saranno asportati".

[Mangoni:] Ma la legge prevede una pena aggiuntiva per questo reato: l'ascolto forzato di":
(pezzo dei Los Sri Lanka Parakramabahu Brothers)

Nel boschetto della mia fantasia ora c'e' un vitello senza piu' i piedi che invoca pieta',
quand'ecco che un piccolo amico si avvicina:
"Mi presento, son l'orsetto ricchione e come avrai intuito adesso t'inculo".

Frrrrrrr....


Il vitello dai piedi di balsa reprise

Tratto dal booklet:
Avevamo lasciato lo sventurato vitello dagli ex piedi di balsa, riconosciuto colpevole di calunnia dal Sinedrio bovino, alle prese con l'intraprendente orsetto ricchione. Quella che segue e' la cronaca dei fatti successivi, raccontati un po' per bocca dello stesso vitello colpevole, un po' attraverso i commenti del severo vitello dai piedi di cobalto e del saggio vitello dai piedi di spugna. ma alla fine e' l'amore che vince.



[intro di Claudio Bisio:]
"Dai, Cuba dei Gibson Brothers va bene, ma dopo. Bravo Elio, bravo Fogli, bravi Chieftains, bravi tutti, bello il budello, ecc., belle le sonorita' molto intense, come l'altra volta, mi piace. Sai cosa non m'e' piaciuto? Posso dirtelo?"
"Dimmi, dimmi"
"Il finale del vitello"
"Si'?"
"Cioe' , bello il vitello, bello il finale, pero' questo orsetto che arriva e dice... posso dire la parola?"
"Si"
"Ti inculo"
"Eh..."
"No, l'hai detta tu!"
"E allora?"
"Perche' ? Cioe' , cosa succede..."
"Ehhh"
"...dopo?..."
"Dopo"
"Ehhh"





[si alternano Ruggeri ed Elio]
Amico orsacchiotto, ti vedi barzotto e sento uno spinotto
- Non avere paura mai-.
Se questa avventura da un lato mi attira, dall'altro mi spaventa un po'
- Del tuo giovane corpo -.
Ma questa in fondo e' la vita mia
- Bovino -
ed io vivo con gioia - Corpo nato per l'amore -
questa mia condizione di vitello busone
perche' ho capito che io, solo io, sempre io, anche io, nient'altro che io, proprio io ero il vitello dai piedi di balsa inventore di una storia falsa, ma tu mi hai trasformato in vitello busone, e quel buso marone che bello sapere che c'e' Il vitello dai piedi di balsa, ba ba ba ba ba ba ba ba balsa, il vitello dai piedi di balsa ha composto una canzone salsa.


Cartoni animati giapponesi

Tratto dal booklet:
Dal diario di bordo: "Milano, addi' 3 maggio 1992. ? l'ultimo giorno utile per la consegna in tipografia dei testi definitivi di Italyan, rum casusu ?ikty. A tutt'oggi, "Cartoni animati giapponesi" non ha un testo definitivo. Come si puo' dedurre dal titolo, l'ipotesi di partenza (Aprile 1991) era quella di parlare dei cartoni animati giapponesi, da cui l'iniziativa di far eseguire da Le Myste're des voix bulgares un frammento che recita "Cartoni animati giapponesi, cartoni animati bulgari". Dato l'ottimo livello della performance vocale, il collettivo aziendale Casusu delibera di includere il frammento medesimo nella versione definitiva, qualunque sia l'evoluzione della parte letteraria. Una seconda stesura (luglio 1991) precede un repentino cambio di direzione: l'ubertosa cittadina di Camogli (GE) si rivela galeotta per il simpatico complessino, che in villeggiatura compone "Cartoni animati giapponesi"; a dispetto del titolo, il brano tratta dell'educazione sentimentale di un giovane che si affaccia sul mondo dell'amore e ne conosce gli aspetti piu' contraddittori busen, extra busen,anal, pregnant, fistfuck, spritzende,rasierte . Ma, al grido di "Oltre! Oltre", Elio e le Storie Tese decidono di osare l'inosato: nel mese di dicembre dello stesso anno danno vita alla quarta versione di "Cartoni animati giapponesi". Questa volta l'argomento, svincolato svincolato dai binari stilistici dell'inconsueto, viene affrontato con l'usuale carica di simpatia e calore umano (si parla dei cartoni animati giapponesi). Durante i mesi di marzo - aprile 1992, la ripetuta visione notturna delle vendite televisive di gioielli della SM di Valenza Po (AL) rivela ai nostri l'esistenza - all'interno dell'azienda - di alcune figure carismatiche: Sergio, Davide, il dottor Nino, ma specialmente il fratello di Sergio, Antonio. L'avvenimento e la composizione di "Cartoni animati giapponesi" sono un tutt'uno. ? il capolavoro. Elio e le Storie Tese tuttavia temporeggiano e, come da perizia notarile depositata in data odierna, non possiedono ancora la versione definitiva di "Cartoni animati giapponesi" (sono tuttavia in grado di fornire, al magistrato inquirente o comunque agli aventi titolo, copia fotostatica del lavoro precedente a riprova del fatto che non stanno mica li' a grattarsi i coglioni). Cartoni animati 1 ? 2 ? 4 ? Uni misto di 1, 2 e 4 ? Educazione sentimentale ? Figure carismatiche aziendali ? Cartoni animati giapponesi strumentale ? Scopriamolo insieme nel seguito di questa fantastica avventura''.



Sono un ragazzo e mi alleno come un pazzo,
con le ragazze di tutte le stazze,
pratico l'anal e l'arte del bondaggio
come si vede nel mio cortometraggio

Viva il rasierte che e' pratico e diverte
tanto il peloso quanto il non peloso.
Geme lo schiavo, si astiene il perditempo.
Non piu' barriere ma amore a tutto campo.

Anal il bondaggio per rasierte non peloso poi ragazzo come pazzo perditempo e schiavo geme.
Ma se parliamo d'amore
so quant' e' importante limonare.
Mille maniere d'amare
con gli amici puoi sperimentare
ma bada c'e' uno scoglio d'affrontare,
prima e' necessario limonare.

[Bisio:]
Ma chi sono? Sono quei matti di Elio e le Storie Tese che, con dopo essere stati a casa,
hanno dedicato una musichina.

Viva il contatto tra lingue differenti,
viva il contagio che genera degenti,
viva il limone che e' frutto prelibato,
viva l'imene che e' brutto lacerato.

Docce chiare, docce scure, teenage ,animal contemplo, baby busen fermo posta piu' un barile di vasella.

Ma se parliamo d'amore
so quant' e' importante limonare.
Mille maniere d'amare
con gli amici puoi sperimentare,
ma e' tempo di cartoni giapponesi.

Cartoni animati giapponesi, cartoni animati bulgari.

Ha la barba spaziata

Cadono la sburra giapponese
Mangiano la terra giapponese
Alga misurata
Voglio i miei cartoni di cobalto
Actaruso e Capitan Arlocco
Cartoni animati giapponesi
Voglio un'alabarda giapponese
fatta di mercurio giapponese
Cartoni animati

Maria Sannia
Fave di Fuca giapponesi

Mario Pastore

[segue voce campionata Marco MAsini che simula l'orgasmo e termina con:]

Sperma
Sperma


Cinquecento

Elio e le Storie Tese dedicano questa canzone alla Fiat Cinquecento.
Come faranno 4 elefanti a stare in una Cinquecento?
Due davanti e due di dietro.
Come faro' a far l'amore in Cinquecento, con te davanti e il cambio dietro turbato dal presentimento di Cinquecento casse integrazioni, Cinquecento bei milioni, Cinquecento voti alle elezioni ?

Elio e le Storie Tese dedicano questa belissima canzone alla Fiat Cinquecento.
E sono 50000 di bocca e 100000 scopare.

Cinquecento, coi tuoi problemi di avviamento, quell'avventura del momento. Cinquecento, brum bruuuuuuum.

Cinquecento, in camporella Cinquecento. E il posteggio e' facilitato.

Elio e le Storie Tese hanno dedicato questa simpaticissima canzone alla Fiat Cinquecento.


Supergiovane

Tratto dal booklet:
Come e' noto il nemico n. 1 dei giovani e' il governo, alleato coi matusa per impedire ai giovani di essere tali. I pochi giovani che osano opporsi al governo fanno una brutta fine: vengono ibernati fino alla maggiore eta' dopodich? disibernati ma allora e' troppo tardi: infatti a quel punto non sono piu' giovani. Ma un bel giorno i giovani vengono vendicati da un nuovo supereroe - Supergiovane - che da' la caccia al governo con armi progettate da un pool di tecnici balistici giovani (miccette, raudi, bombette puzzolenti, gavettoni, jaguarmatic, sbiancate, l'allegro chirurgo, il piccolo chimico etc.) fino ad affrontarlo nello scontro finale. Ci sono pero' anche le armi incruente (si tratta comunque di armi giovani) che sono la sua vera forza: la simpatia, l'umorismo, la gioia di vivere e l'argento vivo addosso. Un'arma terribile, usata solo quando non se ne puo' fare a meno, e' "Figlio di puttana": se pronunciata all'indirizzo del governo, lo fa piangere (a volte il governo cerca di difendersi con "Lascia stare mia madre", ma non funziona). La sua tattica mimetica consiste nel nascondersi sotto il tavolo del governo e coprirsi gli occhi (a volte con la frangia di capelli ossigenati). Il governo - genralmente - cerca di fermarlo scatenandogli contro un'avanguardia di matusa rimproveratori e di secchioni. L'unica sostanza pericolosa per SG e' la minestra, che il governo riesce a propinargli attraverso una mamma al soldo dei matusa ma infiltrata nell'entourage di SG. Il veicolo di SG e' un motorino elaborato Pinasco con marmitta a espansione, cilindrata non dichiarata, stereo, cartolina tenuta con la molletta fra i raggi per fare crrr, ma privo della ruota davanti (la quale costituisce un peso inutile dato che SG e' in impennata perenne). Una stecca di marlboro sotto la manica della maglietta a maniche corte arrotolate costituisce un ulteriore elemento distintivo e intimidatorio.




[Supergiovane-Mangoni grida:]
Argento vivo, sbiancate, figu, oklahoma, sigarette, puttano, paciugo, garelli, smarmittare, figa, figa pelosa, figlio di puttana, porco diesel ...

[Il matusa Diego Abatantuono risponde:]
Ma ragazzi, io lavoro tutto il giorno, tiro il carrello, scarico la frutta dentro nel verziere... mi arriva il primo fesso con la moto a scureggietta e mi sveglia!

Chi e' quel giovanotto indisponente con la Vespa scoppiettante che disturba la mia pubblica quiete? Vedo un quacchecosa sul giubbotto, poi c'e' scritto che c'e' scritto? SG. Chevvordi' ? Che e' , Sandro Giacobbe? Impossibile, Sandro non ha lo spessore; e poi c' ha il mantellino, minimo dev'essere, che so, un illusionista, un contorsionista. No, ma e' un supereroe.

[Mangoni]
L' hai detto, matusa. Sono Supergiovane.

[Abatantuono]
Eh, ma ditele prima le cose, no?

[Elio]
Sfreccia, impenna, esclama porco dito, io rimango abbrustolito dalle fiamme espulse dalla petomarmitta : motociclo o motocarrozzetta, sgomma inchioda va a manetta, fa cagare addosso i matusa e il governo. Lui le stordisce con le fiale puzzolenti, poi li subissa di cingomma nei capelli e li finisce sputazzando il riso colla penna Bic.

Mi piace quel ragazzo . Perche'? Sto diventando forse ricchione? Ma ditemi in sostanza se c'e' qualcuno che affronti il governo e i matusa con grinta e simpatica verve come quel matto di Supergiovane. Supergiovane.

Subdolo il governo si avvicina travestito da piscina traboccante di analcolico biondo . Il giovane si tuffa nella vasca come un vero Giamburrasca, ma a contatto con il liquido esclama " Ma vaffancuore questo e' il terribile analcolico moro . Aiuto Supergiovane!"

Scatta Supergiovane e derapa soccorrendo il Catopel il Canopeta il Capotel il Catop Catoblepa Catoblepa . Supergiovane derapa soccorrendo il Catoblepa, che purtroppo sta tirando le cuoia. "Addio Supergiovane. Per me ormai e' finita" "No!" "L'analcolico moro e' entrato in circolo" "Non dire cosi' amico catoblepa. ecco, prendi questo!" "No, ma... cosa...?" "Ah" "Ah" "Sss" "Ah h h " "Ah... Catoblepa?! Catoblepa. No. Assassini. No. Governo bastardo."

Catoblepa catoblepa, io ti dono le mie Tepa per il viaggio che conduce all'aldila' . catoblepa, catoblepa, catoblepa, catoblepa. Catoblepa, tu mio amico morto, io vendicherotti, tu. E Supergiovane da' fuoco a uno spinello col quale affumica il governo, che, all'istante, passa all'uso di eroina e muore pieno di overdose .

Mi piace quel ragazzo. Perche'? Sto diventando forse ricchione? Ma ditemi in sostanza se c'e' qualcuno che affronti il governo e i matusa con grinta e simpatica verve come quel matto di Supergiovane ,Supergiovane .

In un tripudio di miccette il governo esplode e i suoi brandelli in cielo compongono la scritta ZIO CANTANTE, che sta a significare lo scorno dei matusa mentre i giovani limonano felici esaminando giornali tipo Lando , che ritornano alla luce dopo un'era di arbitrario oscuramento, grazie al provvido intervento che opero' quel sacramento di Supergiovane. Supergiovane, Supergiovane salva il giovane, libera la giovane. Super, Super, Supergiovane.

Cantiamo insieme la nostra gratitudine - gratitudine- a questo raro esempio di -rettitudine- perche' siamo una -moltitudine- . Super -super-, super -super-, Supergiovane. E ora cantiamo la nostra -longitudine- , latitudine -latitudine- Cosa c'e' nel mare? -La torpedine- . Cosa c'e' in Friuli? -Trieste ed Udine- . Bravi. -Grazie-. Prego. -Bravo-. Grazie. -Tenchius-. Tenchius. -Fenchius-. Fenchius. -Tenchius supermuch!-

E non e' finita: per festeggiare, offro cocacola con l'aspirina a tutti. -Yeah-. E fra dieci minuti voglio vedervi tutti in acido. -Yeah- . E ricordatevi: ovunque ci sia un giovane in difficolta' ovunque ci siano persone, cose, animali, citta' , fiumi, fiori, governi, marche di automobili che cerchino di limitare la vostra gioventu', la ci sara' lui con le sue miccette sempre accese. Perche' Supergiovane e' allegria piu', Bulgaria piu' , sciatalgia piu' piu' piu' .

Fave, fave, fave fuca .

E' allegria , e' simpatia, e' sciatalgia.

Siamo forse secchioni? -No- . Siamo forse matusa? -No- . Siamo forse governi? -No-. Siamo forse checchineris? -No-. Siamo forse bulicci? -No-. Iarrusi? Buhi? Puppi? Posapiano? Orecchioni? Mangiatori di fave? Orrendi? Rammedati? Giui'sci? Meiu'si? Magutti? Fende'ri? Finestrati? Oietti? Samanettati? Rauti'ti? Semeiu'ti? Aperitaviti? Aperitivi? -Si-.

[segue messaggio lasciato nella segreteria telefonica di Rocko Tanica]:
[Rocko Tanica]
Salve, lasciate se volete un messaggio dopo il beep:
[Voce femminile]
"Voglio avvisarvi che le ragazze di Bologna che domani verranno a Milano sono tutte minorenni, percio' non vorrei che ti trovassi qualche sorpresa. Rego'..regolati ."
WebMaster di

Riflettendo sul "teorema":
- Domani è un altro giorno... -
mi trovo a scontrarmi con la dura realtà....
Ieri,
come del resto oggi,
non c'è stato.

Avatar utente
DevilMaster
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 2363
Iscritto il: 03/05/2004, 17:04
Località: Roma
Contatta:

Elio e le Storie Tese

Messaggio da leggere da DevilMaster » 09/10/2005, 13:25

Li adoro! :)
Eheheheheh... mi sto facendo un'overdose di Elio. :)
WebMaster di

Riflettendo sul "teorema":
- Domani è un altro giorno... -
mi trovo a scontrarmi con la dura realtà....
Ieri,
come del resto oggi,
non c'è stato.

Avatar utente
DevilMaster
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 2363
Iscritto il: 03/05/2004, 17:04
Località: Roma
Contatta:

Elio e le Storie Tese

Messaggio da leggere da DevilMaster » 09/10/2005, 13:28

Tapparella

Brufolazzi,
tapparella gi? e poltiglia,
pi? ascella purificata:
ti ricordi che meraviglia
la festa delle medie?

"Tu non vieni!".
Non importa, sai, ci avevo judo.
Ma se serve vi porto i dischi
cos? potrete ballare i lenti.
"Porta pure ma non entri!".

Ma perch? siete cos??
Io che credevo, io che speravo.
Parteciper?, mi autoinviter?,
dannata festa delle medie!

Mi presento:
"Burp, haha, ciao ragazzi!"
Faccio un vento e gli cambio il clima,
temporeggio bevendo spuma;
chiedo Fonzi e mi danno avanzi.
Cristo, perch??

Parapiglia: scatta il gioco della bottiglia.
Se avr? culo potr?
"Tu non giochi!"
baciare
"Abbiam fatto le squadre prima!"
palpare
"Ma se aspetti fra un po' finiamo!"
amare.
S? va b? per? poi balliamo.
"Non ci rompere i coglioni!".

Sul piatto gira un gegheg?,
danzo da solo e me ne vanto.
Fantastico zimbello, io.
Non consumer?, non deglutir?
questa amarissima aranciata.

(Canale sinistro - voce al contrario:)
Questa parte vocale ? stata registrata
con il nastro al contrario girato a mano.
Non ? vero.

(Canale destro:)
"Ue', ciao, amici, come state?"
"Ciao, e allora, come stai?"
"Bella questa festa eh?"
"Bellissima!"
"Oh, ma... mi fa piacere che sei venuto,
perch? sai chi ti saluta un casino?
"Chi?"
"STO CAZZO!!!"
"Cio?... sei un boccalone!"

Eh, va b?, che scherzo del menga,
cio?, veramente, che intelligenza scarsa!
Sempre questi soliti scherzi.
A me questa festa non mi piace - No -
? frivola, non mi va gi?, - invitato no -
c'? della gente che non ci sta dentro - niente Fonzi no -
Non mi hanno invitato.
Non mi hanno dato le Fonzi - sul bicchiere no -
Sul bicchiere di plastica non c'? scritto il mio nome,
- niente nome, no - non si pu? fare
un ballo lento - ballo lento no -
un ballo forte - ballo forte no -
un gioco della scopa - la bottiglia no -
un gioco della bottiglia - gioco scopa no -
non si pu? fare niente,
non c'? amicizia, oh,
non c'? - amicizia no - convenienza,
non c'? - cortesia no - cortesia,
- convenienza no -
e arrivando non ho visto neanche
l'ampio parcheggio - ampio parcheggio no -
all'ingresso. Insomma, dai, basta, finiamola l?.

Basta!
Questa festa ? insoddisfacente,
ma ne ho un'altra nella mia mente.
Una festa molto particolare
dove saranno invitati tutti:
molti amici, molti nemici e anche Panino.

Forza, Panino
(ripetuto 32 volte)

Ghost track (al contrario):
Questo ? un brano riguardante la festa delle medie.
Esso consta di varie parti inerenti, che so, la pratica
della vessazione per qualche tempo del giovane
alle prese con la festa delle medie,
e codesta attivit? riguarda l'ascella
di quello stesso giovane, un'altra ? la parte finale
che dice prevalentemente Forza P?nino.

Uollano


Essere donna oggi

Tratto dal booklet:
Secoli di pregiudizi e disinformazione hanno messo in cattiva luce il fenomeno mestruale presso il grosso pubblico. Troppo spesso la donna colpita da questa bizzarra quanto innocua patologia ha sofferto dell'ostilita' dei conoscenti, quanto del discredito che certa cattiva stampa ha gettato sul simpatico sciaquone (evento peraltro abbastanza diffuso presso certe popolazioni). Ecco che Elio e le Storie Tese dicono 'basta' a questa criminalizzazione, e si propongono come ideali continuatori di un'usanza - il ciclo mensile appunto - che si perde nella notte dei tempi e rischiava di scomparire a causa dell'insensibilita' dei piu'; quella stessa insensibilita' che aveva generato negli anni 50 il binomio 'mestruazioni - disagio' e che cede il passo oggi ad una visione piu' completa e rassicurante, in virtu' della quale "quei giorni" vengono vissuti come un momento di fantasia, gioia, intimita', colore.



Tu, cinque giorni di tristezza e poi corri incontro alla vita.
Tu, - io ? - col tuo paracadute, ti getti in volo e vai - azzo vuoi ? -: atterri nel giardino di casa, poi ti muovi sicura e fresca come in un mattino di primavera.

Nella tua cameretta c'e' un signore che aziona la pressa suoi tuoi piccoli amici di ovatta che invocano aiuto, ma lui te li ruba e va via. Tu piangi e insegui i tuoi morbidi teneri, fradici tappi per la figa pelosa.

E da oggi, i tuoi tappi per la figa pelosa li trovi anche nella confezione magnum da ottanta pezzi; i suoi bei sigaroni morbidoni.

Ma vorrei farti una domanda: ti sei accorta che io sono un ometto ? E vorrei fartene un'altra: hai le mestruazioni ?

Shh. Dormi ora. ? tutto finito.

Protagonista del tuo tempo, protagonista della tua sessualita'.

Essere donna oggi, vivere il prodigio del tuo ciclo mensile ostentando sicumera.
Essere donna oggi, aspirare al ruolo che la storia ti deve: quello di simpatica, paciosa, imprevedibile nocchiero di un prelievo proiettato verso il mare del duemila al grido di "Cazzo, subito".
Essere donna oggi, non piu' cagafigli, bensi' dolce e caparbia cagatrice dei tuoi figli. Come Loretta Goggi nella Freccia Nera, o in Maledetta Primavera mente autonoma.
Donna, roccaforte quando il flusso e' piu' copioso, sbarazzina quando e' il caso o marangona di un clitoride mai domo, al grido di "Hah ggh aaaa ssi'iii".

Ma vorrei farti una domanda: ti sei accorta che io sono un ometto ? E vorrei fartene un'altra: hai le mestruazioni ?

Protagonista del tuo tempo, protagonista della tua sessualita'.
Protagonista del tuo tempo, protagonista della tua sessualita'.
Piccole donne, grandi labbra; piccolo uomo grandi labbra apprezzera'.
Probabilmente non mi accoppio, ma le tue trombe di Falloppio suonero'.
Protagonista del tuo w?rstel di cotone.


Pork e Cindy

Tratto dal booklet:

Una storia dei nostri giorni, un fatto vero. Un crudo spaccato di realta' analizzato lucidamente da noi. L'ascoltatore distratto potrebbe intravedere una mancanza di partecipazione emotiva da parte nostra. Cio' e' falso, ma questo all'ascoltatore distratto non importa molto; non a caso il popolare detto popolare recita "Ascoltatore distratto = figlio di puttana".

Rochenrol pam pam gapstei abuda A i.

Lui si chiama Pork e guida una Ford gialla del '56 con i Turbo ai finestrini placidi e le tendine parasole sul lunotto posteriore, e ogni sera tornera' da lei.

Lei -oh yes- si chiama Cindy e incassa tanti dindi, e Pork lo sa percio' la sfrutta placido. Le dice "vai sulla tua strada, Cindy, vai sulla tua strada. Cindy vai, e cindy vai vai.

vai-v-vai v-vai v-vai-vai, vai-v-va-vai v-vai v-vai.

Ma non prendermi la Ford (no no no.) perche' ha le ruote in lega, e l'albero a basso momento d'inerzia, e ho paura (paura) che me la rovinerai, che me la rovineraieaou" (che me la rovineraieaou brop).

Lui si chiama Pork, e al suono della sveglia si alza controvoglia , si lava i denti, fa colazione placido, poi prende la sua Ford, esce da garage, saluta la sua Cindy, le requisisce i dindi, lei e' un po' debilitata perche' ha la figa spanata.

vai vai vai vo vai vo vai vo vai vvo vai vo vai vi vo vaiv. Nai-n-nai n-nai-n-nai-n-nai-n-nai n-na-nai n-nai n-naii. Rochenrol pam pam gapstei abuda A i.

(segue assolo di batteria come Moby Dick dei "Led Seppelin")
WebMaster di

Riflettendo sul "teorema":
- Domani è un altro giorno... -
mi trovo a scontrarmi con la dura realtà....
Ieri,
come del resto oggi,
non c'è stato.

Avatar utente
DevilMaster
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 2363
Iscritto il: 03/05/2004, 17:04
Località: Roma
Contatta:

Elio e le Storie Tese

Messaggio da leggere da DevilMaster » 09/10/2005, 13:42

La vendetta del fantasma formaggino

Intro dal booklet dell'album:
Una popolare barzelletta narra le gesta di un francese, un inglese e un italiano che si sfidano a trascorrere una notte nel castello infestato dal Fantasma Formaggino; colui che resistera' piu' a lungo sara' il vincitore. Come e' noto, i primi due fuggono terrorizzati alla vista dello spettro che appare pronunciando la proverbiale sentenza "Sono il Fantasma Formaggino". L'italiano invece lo beffa, rispondendogli "E io ti spalmo sul panino". Fin qui la trama originale. Pochi pero' conoscono l'epilogo della vicenda, peraltro inventato da noi, nel quale a causa di una falla spazio-temporale Elio incontra i due sfortunati stranieri con i quali stabilisce una singolare alleanza: al fine di punire il vanaglorioso italiano i tre organizzano una beffa ai suoi danni, ma gli effetti dell'iniziativa si rivelano, ahime', incontrollabili.

[Presenti varie citazioni dall'opera di Gianni Morandi]


Ciunga ciun ciunga ciunga ciun ciunga ciun ciunga ciunga ciunga ciun ciunga ciun ciunga ciun ciunga.

Stavo andando a cento all'ora per trovar l' anima mia che non c'era, ma il motore si e' fermato nel bel mezzo della via. Hai messo l'antigelo col freddo che fa? L'hai messo cola'? Si. Hai visto se il livello e' tra min e max? Si. Ma il mio vano motore e' troppo vano e poco motore; lo illuminero' , sei forte papa' , con una candela di cera che non c'era.

Decidetti percio'oo di inoltrarmi in mezzo al bosco, ma non c'era un sentiero gia' battuto e la nebbia gia' saliva. A un tratto vidi due corpi stesi che mi sembravano inanimati, ma che morti non eran. Eran l'Inglese ed il Francese delle barzellette. Fu allora che scivolai su qualcosa che mi sembrava un pezzo di merda ma che merda non era. Era un pezzo di pane sul quale era spalmato un formaggino. Sdraiato sopra il prato mi domandai dove fossi capitato, a allora mi risposi cosi' : sono capitato sopra un prato dove mi son domandato "Dove sono capitato?". Ecco la risposta al mio quesito: sono capitato sopra un prato dove sono scivolato. Aiuto. Mi sono bloccato. Sono in un circolo vizioso. Sono socio. so-cio : ero nel mondo delle barzellette e stavo assistendo al finale della barzelletta del Fantasma Formaggino , dove l'italiano vince mentre l'Inglese ed il Francese perdo'no.

Al risveglio di costoro chiesi dove fosse l'italiano che non c'era: mi rispo'sero quando avro' voglia mi risposero' pero' adesso no, mi tengo la moglie che ho, la moglie che ho.

Fine della prima parte.

Inizio della seconda parte

In effetti l'Italiano era andato dentro un'altra barzelletta ... quella dove un'orologio vien gettato da una torre e si fa a gara a chi lo prende prima ch'esso tocchi terra spaccandosi. E allora l'Italiano cosa fa te lo porta un'ora indietro, poi raggiunge il marciapiede sottostante in largo anticipo, raccoglie al volo l'orologio ed in sostanza vince, vince, si, l'Italiano vince, e con lui vince l'Italia intera. E se uno svizzero ti dice:"Italiano pizza spaghetti mandolino mamma, mamma lo sai chi c'e'? E' arrivato il merendero , tu non arrossire, e non abbassare il capo, ma digli: primo tu non prendi parte neanche ad una barzelletta. Due eee eeehehe. Treno dell'amore portami con te. Qua trovi la gioia, cinquinate il fiume, seeei .

Questo era un'esempio dell'arguzia che ci permette di spopolare nelle barzellette. Non e' soltanto l'amor che regna nella nostra splendida terra, ma torniamo nel bosco.

I due uomini nel bosco nel frattempo avevan deciso che era giunta l'ora della riscossa nei confronti dell'italiano. Mi fecero cosi' travestire da Fantasma Formaggino per trarre in inganno l'italiano- a pizz'- : quest'ultimo credette di trovarsi a tu per tu con il fantasma del Fantasma Formaggino. A quel punto pronunciai le fatidiche parole io : "Sono il Fantasma Formaggino io". "Impossibile" - disse lui - "ti ho appena spalmato" Evidentemente no - dissi io - se no non sarei qui. "Beh, io ti spalmero' ancora, e gia' pregusto' il tuo sapore sul panino". No no, non mi spalmerai perche' del coltello buon uso non fai. Per mano di inglese stavolta cadrai, per man di francese scherzato verrai. Permani pure della tua opinione, ma su quel panino non mi spalmerai. Giammai, giammai, non lo spalmerai. Su questo panino non lo spalmerai. Giammai, giammai, non lo spalmerai. Su questo panino non mi spalme, mi spalme, miss spalme.

...I te vurri'a vasa'...

E l'italiano cantava, cantava, e alla fine le disperate invocazioni giunsero alle orecchie del suo divino protettore, il dio della barzelletta, che disse:
(parte Diego Abatantuono :)
"Tu hai osato modificare il finale della barzelletta del Fantasma Formaggino, ed io che di mestiere faccio il Dio non posso assolutamente soprassedere a questo vizio di forma".

Gino Bramieri e' molto piu' indulgente. Ti prego, sii accondiscendente e concedimi l'amnistia.

"L'amnistia ? Eh, no ! Tu morirai della stessa morte che tocco' al tuo predecessore, cio? il Formaggino, diciamo, e fra le risate a profusione verrai spalmato su quel panone con un coltellino. Te', beccati questo. Pr".

E questa e' la descrizione, la descrizione della mia morte.

scurreggioni a profusione tipici che li ascolti in macchina e al semaforo tutti ti guardano schifati
WebMaster di

Riflettendo sul "teorema":
- Domani è un altro giorno... -
mi trovo a scontrarmi con la dura realtà....
Ieri,
come del resto oggi,
non c'è stato.

Avatar utente
carlo
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 7322
Iscritto il: 26/09/2003, 1:02
Località: Roma
Contatta:

Elio e le Storie Tese

Messaggio da leggere da carlo » 09/10/2005, 16:55

Grandi... unica nota positiva della notte bianca a roma!

Rispondi