SCORPIONS

gruppi musicali, canzoni e concerti
Avatar utente
TE_Psycho_81
Macchina da scrivere
Macchina da scrivere
Messaggi: 278
Iscritto il: 14/04/2008, 12:26
Località: Manduria (TA)

SCORPIONS

Messaggio da leggere da TE_Psycho_81 » 21/04/2008, 15:54

Gli Scorpions sono un gruppo hard & heavy tedesco fondato nel 1965 nella città di Hannover dal chitarrista Rudolf Schenker. :666:

Influenzati largamente dall'atmosfera degli anni sessanta, gli Scorpions rimasero famosi per le tracce Rock You Like a Hurricane, Wind of Change, No One Like You e Still Loving You ed altre che divennero un importante punto di riferimento per le successive band di questo genere musicale. :666:

La band vendette in oltre quarant'anni di storia più di 75 milioni di dischi nel mondo ed è considerata come una delle maggiori realtà musicali della storia musicale tedesca e mondiale per il genere hard & heavy. :666:

Rudolf Schenker, fondò il suo primo gruppo musicale nel 1965, fu influenzato, come molti ragazzi del periodo del dopoguerra, dall'invasione in Germania delle tipiche mode degli Stati Uniti, tra cui i jeans, le gomme da masticare ma soprattutto la musica Rock. In più il ragazzo fin da giovane aveva l'irresistibile voglia di prendere una Chitarra Elettrica e suonare di fronte a un grande pubblico. Seguendo le orme che i Beatles negli anni '60 avevano lasciato sul panorama musicale, Rudolf Schenker, appoggiato dai propri genitori, fondò la band che avrebbe dovuto nei suoi piani scalare le vette della musica, ovvero gli Scorpions. :666:

Il fratello di Rudy, Michael e il suo amico Matthias Jabs, erano invece (nel frattempo) molto attratti dalla cultura Rock che stava iniziando a nascere in quei tempi. Rudy Schenker, che era il chitarrista ed il compositore delle liriche del suo ancora sconosciuto gruppo, scriveva ispirato da band presenti sulla scena musicale in quegli anni come Yardbirds, Pretty Things e Spooky Tooth, band, che lui avrebbe voluto quantomeno emulare. Fino a che nel 1969, dopo aver rinominato definitivamente il gruppo in Scorpions, ingaggiò il suo fratello minore Michael e il cantante Klaus Meine ed iniziò a perfezionare i suoi canoni musicali. :666:

Nel 1972 il gruppo, ormai pronto per l'esordio ufficiale nelle scene musicali, rilasciò il suo album di debutto, intitolato Lonesome Crow, con Lothar Heimberg al basso e Wolfgang Dziony alla batteria. :666:

L'album ebbe un discreto successo e gli Scorpions si trovarono in poco tempo ad essere tra i massimi esponenti dell'Hard Rock tedesco del periodo, anche se la lingua usata era l'inglese, usato al posto del tedesco perché tutti i principali gruppi del tempo cantavano in quella lingua. Tale lingua venne anche usata per far capire i testi a una fetta maggiore di persone, cosa che portò appunto "Lonesome Crow" a essere col passare delle settimane un buon successo internazionale. :666:

Durante il Lonesome Crow tour, gli Scorpions suonarono numerose tappe al fianco della band britannica UFO. Questo gruppo offrì un importante ingaggio come chitarrista principale a Michael Schenker che decise perciò di lasciare il gruppo venendo sostituito temporaneamente da Ulrich Roth, un virtuoso chitarrista che precedentemente era membro e fondatore dei Dawn Road. :666:

La partenza di Schenker fece si che gli Scorpions si sciogliessero. Nel 1973 Uli Roth ottenne una proposta da Rudolf di rifondare il gruppo ma il chitarrista preferì rimanere fedele alla sua band, i Dawn Road. Roth, che però desiderava lavorare con Schenker, invitò il musicista a unirsi al suo gruppo. Con un po' di esitazione, Rudolf accettò e completò la formazione della band affiancandosi al bassista Francis Buchholz e al batterista Jürgen Rosenthal. :666:

Dopo poche settimane il cantante Klaus Meine fu inserito nella band e la formazione decise di rinominarsi nuovamente Scorpions, essendo ormai un nome celebre nell'undergound Hard Rock tedesco grazie alla precedente pubblicazione. :666:

Immagine

Michael Schenker fratello del fondatore Rudolf
Ultima modifica di carlo il 11/09/2010, 15:23, modificato 1 volta in totale.
Essendo ogni cosa che ora tu sei, non essere mai altro che non sei...

Avatar utente
TE_Psycho_81
Macchina da scrivere
Macchina da scrivere
Messaggi: 278
Iscritto il: 14/04/2008, 12:26
Località: Manduria (TA)

Re: SCORPIONS

Messaggio da leggere da TE_Psycho_81 » 21/04/2008, 15:57

Nel 1974 la nuova formazione degli Scorpions pubblicò Fly to the Rainbow, album che ottenne maggiore successo rispetto a Lonesome Crow grazie anche a celebri tracce come "Speedy's Coming" e "Fly to the Rainbow". :666:

Poco dopo l'uscita del disco, Jurgen Rosenthal lasciò la band per arruolarsi nell'esercito e fu sostituito dal batterista belga Rudy Lenners. Il disco era caratterizzato da una incredibile energia e da uno stile hard rock "Ultra pompato" nella sonorità (mai sentito finora nella storia musicale), ma accompagnato comunque da ottime sequenze melodiche. :666:

Dopo un tour la band tornò in studio di registrazione e nel 1975 rilasciò un nuovo album, intitolato In Trance. A partire da questo CD la band iniziò a intrecciare il suo lavoro con quello del famoso produttore Dieter Dierks, che pubblicizzò In Trance a tal punto da farlo essere campione di vendite in Giappone, dove era scoppiata una vera e propria Scorpions - mania. Il disco presentò un suono totalmente rinnovato e gli Scorpions poterono fermamente stabilizzare il loro sound Hard Rock, guadagnando sempre di più l'apporto dei fans. L'album fu seguito da un tour, fatto in compagnia dei Kiss, la band dalla votazione da parte della critica fu chiamata "migliore Live Band al mondo". Nel 1975 gli Scorpions fecero il loro primo tour nel Regno Unito, dove vennero invitati a suonare addirittura nel Cavern Club, luogo di nascita della musica rock, e dove si esibirono così bene da venire totalmente accettati da tutti i fan Inglesi. Tracce come "Dark Lady", "Robot Man" e "In Trance" rimasero celebri nella storia del gruppo. :666:

Nel 1976 gli Scorpions pubblicarono un nuovo album, intitolato Virgin Killer, che fece guadagnare alla band il suo primo disco d'oro il quale ricevette pesanti critiche a causa della sua copertina, la quale mostrava una ragazza preadolescente completamente nuda. Nonostante le controversie, l'album vendette un ottimo numero di copie e ottenne altrettante ottime parole da parte dei critici. Nello stesso anno Virgin Killer fu eletto LP dell'anno in Germania. :666:

Nel 1977 il batterista Rudy Lenners lasciò il gruppo a causa di problemi di salute e fu sostituito dal valido Herman Rarebell, che rimarrà nella band per ben 18 anni. :666:

Il seguito di Virgin Killer, intitolato Taken by Force, fu il primo album degli Scorpions ad essere pubblicato negli Stati Uniti dalla RCA Records, l'etichetta internazionale del gruppo. Il singolo "Steamrock Fever" ottenne un ottimo successo radio e permise all'album di vendere un'ottima quantità di copie. Dopo aver vinto due dischi d'oro in Giappone, la band non poté esimersi dal fare un tour di ringraziamento in quella nazione, tra l'altro diventata quella col secondo mercato musicale mondiale. Trattati forse per la prima volta nella loro carriera da vere superstar, alla fine del tour del '78, Roth lascia la band e, in punto di abbandono aiuta la band a pubblicare il doppio album "Tokyo Tapes", che ora viene considerata una vera e propria icona da collezionare. Nel 1978, dopo una lunga serie di audizioni, Matthias Jabs, miglior amico amico di Michael Schenker divenne il nuovo chitarrista degli Scorpions. :666:

Immagine

Ulrich Roth a un live
Essendo ogni cosa che ora tu sei, non essere mai altro che non sei...

Avatar utente
TE_Psycho_81
Macchina da scrivere
Macchina da scrivere
Messaggi: 278
Iscritto il: 14/04/2008, 12:26
Località: Manduria (TA)

Re: SCORPIONS

Messaggio da leggere da TE_Psycho_81 » 21/04/2008, 15:59

Nel 1979 gli Scorpions lasciarono la RCA per firmare un contratto con la Mercury Records. Dopo un breve ritorno in band di Michael Schenker (durato pochi mesi), Matthias Jabs si impose come "il" Chitarrista del gruppo, grazie al suo virtuosismo e la sua capacità di apprendimento (molte volte studiando le proprie parti durante la Notte) di tutti i programmi del tour Europeo che la band aveva intrapreso (1980), nonostante si fosse appena integrato. Inoltre il suo entusiasmo era contagioso ed il suo modo di suonare era molto più "solido" tecnicamente di quella del precedente Ulrich Roth. :666:

« Gli stessi Scorpions affermarono: “abbiamo finalmente trovato un chitarrista dotato di creatività, virtuosismo e entusiasmo che darà un contributo decisivo al successo del gruppo.” » :666:

Matthias si impose nella tappa tedesca del già citato tour europeo, dove conquistò circa 55000 fan venuti apposta per lui e gli altri membri del gruppo. Ben presto all'interno della band la considerazione su Matthias crebbe al punto da essere valutato ai livelli di Klaus Meine e Rudolf Schenker, inserendosi a pieno titolo nell'asse portante del gruppo. Il disco, uscito con titolo Lovedrive, è considerato uno dei migliori prodotti del gruppo. L'album, che avrebbe dovuto essere (negli obbiettivi della band) il più grande successo Hard Rock mai realizzato in casa Scorpions, centrò in pieno l'obiettivo, e resta (dopo aver ricevuto il premio per il miglior disco dell'anno, davanti ad addirittura Highway to Hell degli AC/DC) tutt'ora uno dei migliori album di sempre del quintetto teutonico. Grazie a tracce immortali come "Loving You Sunday Morning", "Holiday" e la strumentale "Coast to Coast". :666:

L'album fu provocatoriamente votato "Best album sleeve of 1979" dalla rivista Playboy grazie alla sua provocante copertina, in cui un uomo osserva il seno nudo di una donna ricoperto soltanto da una specie di gomma da masticare che si va a collegare direttamente alla sua mano. Lovedrive salì alla posizione #55 delle classifiche americane e vendette cifre molto alte in tutto il mondo. In tutta Europa furono riconosciuti per quello che realmente erano: la miglior rock-band in circolazione. :666:

Finite le registrazioni Michael fu convinto a restare nel gruppo e Matthias Jabs fu licenziato. Dopo poche settimane di tour, Michael fu licenziato nuovamente a causa del suo alcolismo e Jabs tornò nella band. :666.

Nel 1980 la band rilasciò l'album Animal Magnetism. La copertina dell'album era ancora provocante, nella quale una donna è raffigurata in ginocchio di fronte al torso di un uomo. Nonostante ottime tracce come "The Zoo" e "Make It Real", il disco non fu ben accolto dalla critica. :666:

In questo album vediamo la vera ascesa di Matthias Jabs da molti spesso definito più anonimo o di minor rilievo rispetto al suo predecessore, forse anche perché leggermente offuscato nel disco precedente "Lovedrive" dal ritorno (temporaneo) di Michael Schenker, fratello della colonna portante degli Scorpions, Rudolf Schenker. Ma in "Animal Magnetism" Jabs si scatena e dimostra a tutti la sua bravura nel maneggiare la chitarra elettrica. Poco dopo questa uscita, Meine dovette abbandonare momentaneamente a causa di problemi alle corde vocali. :666:
Essendo ogni cosa che ora tu sei, non essere mai altro che non sei...

Avatar utente
TE_Psycho_81
Macchina da scrivere
Macchina da scrivere
Messaggi: 278
Iscritto il: 14/04/2008, 12:26
Località: Manduria (TA)

Re: SCORPIONS

Messaggio da leggere da TE_Psycho_81 » 21/04/2008, 16:02

Nel 1981 Klaus perde la voce così gravemente che non potrà più parlare correttamente;

I medici per questo gli consigliano di cambiare mestiere, abbandonando la carriera di cantante. :666.

Temendo di essere un peso della band in quelle condizioni, Klaus volle abbandonare la band, ma il sostegno dei suoi quattro compagni fece il miracolo, e, dopo due operazioni alle corde vocali e un lungo periodo di riadattamento vocale delle stesse, il trauma passò, e anzi, alla sua ricomparsa sulle scene si notò che la sua voce fosse più alta di quella di un tempo. :666:

Durante la convalescenza di Meine, la band iniziò a lavorare su un nuovo album, poi pubblicato nel 1982 con titolo Blackout con la voce del cantante ufficiale in perfetto ordine, il disco fu votato miglior album Hard Rock dell'anno, vincendo il disco di platino e oro. :666:

Il disco vendette cifre spaventose piazziandosi undicesimo in Inghilterra, primo in Germania, negli U.S.A., in Francia, in Giappone, Austria, Svezia e Svizzera. :666:

Gli Scorpions presentarono Blackout nel loro secondo tour U.S.A. (supportati dai giovani Iron Maiden), iniziato a registrare nel 1981 e interrotto a causa del problema di Meine. :666:

Le tracce musicali dell'album ebbero un successo uno dietro l'altro, facendo in modo che milioni di persone nel mondo (molte più di quante c'è ne fossero mai state prima) si riunissero sotto una bandiera, ovviamente sotto il segno degli Scorpions. :666:

Nel disco Don Dokken cantante della band Dokken che prende il suo nome collaborò notevolmente alle parti corale per permettere a Meine di non sforzarsi troppo e di completare quindi le sue cure. Blackout divenne uno dei best sellers del gruppo grazie a ottime come "Dynamite", "Can't Live Without You", "When the Smoke Is Going Down", "Arizona", "Blackout" e "No One Like You". :666:

Nel gigantesco Blackout World Tour sarà la prima ed ultima volta che gli Scorpions useranno una mascotte nei loro concerti: era la cover della copertina di Blackout. Da Blackout nei loro concerti gli Scorpions crearono "la piramide": tutti i componenti formavano una piramide umana, altre volte la piramide era formata solo da Rudolf Schenker (sempre alla sinistra), Matthias Jabs (sempre alla destra) e Klaus Meine che stava sempre sulle gambe dei compagni. Da questo album in poi fino ad oggi Matthias Jabs progettò la Explorer 90, che con il passare degli anni modificò molto. Oggi esistono molti tipi della chitarra, per esempio la 90 stars che diversamente dalla normale è ricoperta in alcuni punti da delle stelline, la Explorer 90 nera con le stelle, chiamata 90 galaxy e molte altre. :666:

Il 29 Maggio 1983 la band partecipò al US Festival che si tenne al Glen Helen park a San Bernadino, California, insieme a altre fasome band tra le quali: Judas Priest, Van Halen, Ozzy Osbourne, U2, The Clash e altri. :666:
Essendo ogni cosa che ora tu sei, non essere mai altro che non sei...

Avatar utente
TE_Psycho_81
Macchina da scrivere
Macchina da scrivere
Messaggi: 278
Iscritto il: 14/04/2008, 12:26
Località: Manduria (TA)

Re: SCORPIONS

Messaggio da leggere da TE_Psycho_81 » 21/04/2008, 16:04

Nel 1984 uscì un nuovo album, intitolato Love at First Sting, uno degli album più venduti della storia del rock, che catapultò gli Scorpions nell'empireo del Rock e li trasformò in autentiche star internazionali (non che prima non lo fassero stati). :666:

Il disco scalò le classifiche e divenne doppio platino ma fu nuovamente criticato a causa della sua copertina che mostrava un uomo baciare una donna facendole allo stesso tempo un tatuaggio sulla coscia. :666:

Molti negozi rifiutarono di vendere questo disco e il fatto divenne una gag del film satirico This Is Spinal Tap. MTV fece inoltre a lungo girare i video di "Rock You Like a Hurricane", "Bad Boys Running Wild", "Big City Nights" e "Still Loving You", contribuendo di fatto al successo del disco. :666:

Love at First Sting divenne, uno dei primi 5 album rock di tutti i tempi, un grande merito deve essere dato a tracce come "Rock You Like a Hurricane", "Bad Boys Running Wild" e "Still Loving You". Definiti dai Rolling Stones "Eroi dell'heavy metal", gli Scorpions furono ammessi nel club dei 30 migliori gruppi rock di sempre, mentre il singolo "Still Loving You" diventava un vero e proprio must internazionale, da 1 milione e 700 mila copie vendute solo in Francia (i francesi addirittura arrivarono ad affermare che Still Loving You era la vera espressione della musica nel mondo, superiore anche a qualsiasi pezzo dei Beatles). :666:

In questi anni i loro concerti erano sempre esplosivi per la presenza esagerata, ma perfettamente riuscita, di luci ed effetti sonori. C'erano tante band promettenti o già affermate ai tempi, come Metallica, Bon Jovi, Iron Maiden, Def Leppard, tutti gruppi che sarebbero diventati storici di lì a poco, ma la band di Germania veniva prima di tutto, ed infatti le stesse band prima citate li seguivano e accompagnavano rispettosamente in ogni concerto mondiale, cercando di imparare cosa volesse dire avere successo. :666:

Nel 1985 gli Scorpions registrarono il live album World Wide Live, che giunse alla posizione #17 delle classifiche americane. :666:

Sempre nel 1985 gli Scorpions suonarono al festival tenutosi a Rio de Janeiro con nome Rock in Rio insieme a altri gruppi tra i quali AC/DC, Iron Maiden, Queen, Whitesnake, Yes e Ozzy Osbourne. :666:

Nel 1986, quando per la prima volta gli Scorpions, suonando al leggendario festival Monsters of Rock, si esibirono in un paese dell'allora blocco comunista, ancora in piena guerra fredda con l'occidente. Per permettersi questo gli Scorpions dovettero sfoggiare un concerto maestoso, che li fece appoggiare anche dai fan dell'europa dell'est, ottenuto suonando una bill a dir poco di tutto rispetto (Rock You Like a Hurricane, No One Like You, Blackout, Big City Nights, Dynamite, Bad Boys Running Wild, Coast to coast e The Zoo), bill che sfondò letteralmente il muro di diffidenza dell'oltre cortina di ferro nei confronti di uno stile sonoro prettamente occidentale. :666:
Essendo ogni cosa che ora tu sei, non essere mai altro che non sei...

Avatar utente
TE_Psycho_81
Macchina da scrivere
Macchina da scrivere
Messaggi: 278
Iscritto il: 14/04/2008, 12:26
Località: Manduria (TA)

Re: SCORPIONS

Messaggio da leggere da TE_Psycho_81 » 21/04/2008, 16:05

Nel 1988 la band registrò un nuovo album, intitolato Savage Amusement. L'album si piazzò al numero tre delle classifiche annuali U.S.A. e al primo in quelle Europee, e fu seguito da un ennesimo tour mondiale. Il disco nonostante presentasse un sound a tratti più vicino alle sonorità pop paragonabili allo stile dei Def Leppard, si rivelò un buon successo e vendette bene. :666:

Durante il Savage Amusement tour gli Scorpions divennero il primo gruppo dell'ovest a suonare nell'Unione Sovietica con un concerto a San Pietroburgo. Nel 1988 gli Scorpions andarono al Monster of Rock per la seconda volta facendo da Headliner insieme ai Van Halen. :666:

L'anno seguente la band tornò nuovamente in Russia per una apparizione al Moscow Music Peace Festival e, come risultato, ottenne una ottima popolarità in quest'area. :666:

Nell'agosto 1989, gli Scorpions furono invitati dalle stesse autorità sovietiche ad esibirsi a San Pietroburgo. Era la prima volta in assoluto che un complesso Hard Rock occidentale si esibiva nell'allora Unione Sovietica, e, in compagnia di altre band occidentali quali Bon Jovi, Motley Crue, Skid Row, Cinderella e Ozzy Osbourne, la band si esibì di fronte a 260 mila rock fan russi, al Moscow's Lenin Stadium. :666:

Volendosi definitivamente distaccare dal suono prodotto nell'ultimo album, gli Scorpions licenziarono Dieter Dierks e assunsero come nuovo manager Keith Olsen. Tornati in studio, nel 1990 rilasciarono Crazy World, disco che, grazie ad un nuovo sound e a testi più partecipi alla travagliata scena politica del periodo, divenne un successo di vendite, con la sola Wind of Change che fu pubblicata come singolo la band riuscì a incassare una mostruosa somma di denare che ammontava a 7 milioni circa. :666:

La ballata "Wind of Change", fu la canzone hit del 1991 in tutto il mondo, occupando la posizione numero 1 delle hit parade di ben 11 nazioni e ricevendo il World Music Award come miglior canzone che un gruppo tedesco abbia mai fatto. :666:

Dopo l'uscita di Crazy World gli Scorpions dissero in una intervista:

« Giornalista: Quando avete composto "Crazy World" era un periodo diverso, oggi avete un'altro album intitolato "Face The Heat" (1993). Nel frattempo il mondo è cambiato. Avreste mai pensato che questo sarebbe accaduto? » :666:
 
« Klaus Meine: Quando abbiamo composto le canzoni per "Crazy World" e particolarmente Wind of Change', c'era molta speranza, era caduto il muro di Berlino, tutti speravamo in una pace globale, ma oggi ci sono più conflitti nel mondo. Negli anni 90 il mondo è diventato più violento, e la musica deve rispecchiare i tempi, come è avvenuto in modo perfetto con Wind of Change. "Face the Heat" dice di affrontare la vita; Siamo una band tedesca e viaggiamo il mondo intero, e come musicisti ci sentiamo parte della comunità mondiale e non possiamo nasconderci e evitare i problemi, bisogna affrontarli e l'unico modo per cambiare in meglio è di farlo tutti insieme. » :666:
Essendo ogni cosa che ora tu sei, non essere mai altro che non sei...

Avatar utente
TE_Psycho_81
Macchina da scrivere
Macchina da scrivere
Messaggi: 278
Iscritto il: 14/04/2008, 12:26
Località: Manduria (TA)

Re: SCORPIONS

Messaggio da leggere da TE_Psycho_81 » 21/04/2008, 16:09

Dopo l'uscita di Crazy World, Francis Buchholz lasciò il gruppo e fu sostituito da Ralph Rieckermann. :666:

In questo periodo voci iniziarono a sostenere che gli Scorpions erano in crisi finanziaria e che non potevano perciò sostenere più nuove pubblicazioni. In tutta risposta, la band licenziò il nuovo manager accusandolo di essere un imbroglione e un calunniatore. :666:

Nel 1993 gli Scorpions rilasciarono Face the Heat con il nuovo produttore Bruce Fairbairn. Il suond del disco si rivelò più metallico e fece si che molti fans, insoddisfatti, abbandonassero la band. Nonostante questo fatto i singoli "Alien Nation" e "Under the Same Sun" ottennero un buon successo, imparagonabile però a quello raggiunto dal precedente "Wind of Change". :666:

In una intervista su "Face the Heat", Klaus Meine disse:

« Klaus Meine: Ho composto questa canzone (Under the Same Sun) insieme a Mark Hudson, un compositore americano; Bruce fairbairn mi ha detto "Klaus" perché non componi una canzone insieme a qualcun'altro, per vedere cosa succede. Cosi mi sono incontrato con Mark Hudson che aveva composto un paio di canzoni sul nostro ultimo album. Lui è un grande appassionato dei Beatles come anche io, con questa ottica siamo andati in un ristorante italiano cantando canzoni dei Beatles, un dopo l'altra. Il padrone del ristorante ci ha detto "dovete tornare domani sera e cantare per noi, vi daremo da mangiare Gratis. Il giorno dopo Mark è venuto a trovarmi con una chitarra da 30 dollari e mi ha fatto sentire la canzone "Under the Same Sun"; avevo la mia Video-camera e gli ho detto "Aspetta mark che faccio un video" La stessa sera siamo andati in studio a vancouvere abbiamo suonato la canzone; Quello che si sente sul disco è la session originale. » :666:
 

Nella stessa intervista:

« Giornalista: Siete insieme da più di 20 anni, evete avuto moltissimo successo e il vostro album più popolare è stato il penultimo Crazy World che ha venduto più di 7 Milioni di copie.
Klaus Meine: Ed ha avuto molto successo anche in Italia. Siamo molto contenti del responso che abbiamo dall'Italia. :666:

Giornalista: Quale il vosro traguardo per il futuro, ora che avete avuto tutto? :666:

Rudolf Schenker: Non abbiamo avuto tutto, perché il mondo sta cambiando. E quando questo accade pensi di aver fatto qualcosa di grande, ma era solo grande in quel momento; Il tempo però ci offre molte possibilità, sta a noi trovarle. Quando ti ritroverai di nuovo al centro dell'attenzione saprai se stai suonando in un contesto unico. Te ne renderai conto e penserai: si, stiamo facendo di nuovo la storia. Questo è il segreto, mai perdere la voglia, cercare di creare sempre un momento speciale. Non ripeterti mai - con Face the Heat sia musicalmente che per quanto riguarda i testi, sentiamo di aver fatto un passo avanti. » :666:
 

Nel 1994 gli Scorpions vinsero per la seconda volta il World Music Award, successo amplificato da un concerto in tributo a Elvis Presley, assieme a Michael Jackson, tenutosi a Memphis. Nel 1995 fu rilasciato un nuovo live album, Live Bites, il quale documentò le esibizionì dal Savage Amusement Tour del 1988 al Face the Heat Tour del 1994. :666:

Prima dell'uscita del tredicesimo disco da studio, Pure Instinct del 1996, il batterista Herman Rarebell lasciò il gruppo per fondare una casa discografica. Curt Cress suonò sull'album prima che James Kottak divenisse il sostituto permanente. Pure Instinct presentò un notevole quantità di ballate e i singoli "Wild Child" e "You and I" ottennero un moderato successo. :666:

Girando non solo Europa, U.S.A. e Sudamerica, ma anche l'Asia, dove in Malesia, Tailandia e Filippine, la band continuava tranquillamente a fare vendite record e a raccogliere dischi d'oro. :666:

Nel novembre 1996 Jabs, Meine, Schenker, Kottak e Rieckermann furono la prima band famosa nella storia ad esibirsi davanti ai fan del Libano, con un concerto a Beirut al termine della lungha guerra civile. :666:

Nel 1999 fu pubblicato Eye II Eye che presentò un cambio stilistico del gruppo, il quale utilizzò elementi mixati di derivazione pop e techno. :666:

Il disco fu mal accolto dai fan e il video del singolo "To Be No. 1", interpretato da Monica Lewinsky, rimase simbolo dell'insuccesso di questo album. Sulla cover di "Eye to Eye" erano presenti solo i membri storici, ovvero Jabs, Meine e Schenker. :666:

L'album fu ancora una volta eccellente nei giudizi della critica e del pubblico generico, che ne esaltavano ancora una volta la musicalità, la creatività e le liriche. :666:

Matthias JabsInvece fu pessimo il resoconto dei fan "rockettari", che, a causa della involuzione prettamente rock della band, consideravano gli Scorpions di Eye to Eye la fine di un mito. Con la collaborazione della Berlin Philharmonic, il gruppo rilasciò un nuovo album, Moment of Glory, che fece riaffiorare le critiche sulla band, accusata di aver imitato l'idea della thrash metal band Metallica presentata nell'album S&M, composto con la collaborazione della San Francisco Symphony. :666:

Gli Scorpions si difesero sostenendo che questo progetto era già nato nel 1995 ma non aveva mai trovato modo di realizzarsi, ma comunque il disco si rivelò scarso in qualità e vendette poche copie. :666:

Nel 2001 gli Scorpions pubblicarono Acoustica, album live con rivisitazioni in chiave acustica dei loro brani più celebri. Scarsamente apprezzato dai fan, anche quest'album non riuscì a risollevare le sorti del gruppo. :666:
Essendo ogni cosa che ora tu sei, non essere mai altro che non sei...

Avatar utente
TE_Psycho_81
Macchina da scrivere
Macchina da scrivere
Messaggi: 278
Iscritto il: 14/04/2008, 12:26
Località: Manduria (TA)

Re: SCORPIONS

Messaggio da leggere da TE_Psycho_81 » 21/04/2008, 16:11

Nel 2004 gli Scorpions decisero di tornare al suono dei vecchi tempi, uscì Unbreakable, disco che presentò un sound più pesante e ben gestito da tracce come "New Generation", "Love 'em Or Leave 'em" e "Deep And Dark", che vendette più dei precedenti e permise al gruppo di partire per un tour al fianco dei Judas Priest. :666:

Questo album ha portato ad un tour mondiale nel 2005 e nel [2006], si può ricordare il concerto al Wacken Open Air Festival del edizione 2006, che si tiene annualmente a Wacken, vicino a Amburgo in Germania. Intitolato "A Night To Remember" il coerto durò quasi 3 ore con un totale di 62000 fans, nonché per i membri del gruppo: Quella sera, infatti, al di fuori della linea di corrente (Rudolf Schenker, Klaus Meine, Matthias Jabs, James Kottak, Pawel Maciwoda) Erano presenti anche Uli Jon Roth (chitarrista del 1974 1978 ), Michael Schenker (anche chitarrista, nel 1972 e 1979, e il fratello minore, Rudolf), come pure qu'Hermann Rarebell (batterista dal 1977 al 1995), tutti i salì sul palco insieme (Uli aveva già fatto una comparsa con il gruppo, il Outdoor Theatre di Colmar, nel settembre 2005, ma Michael ha su di lui è stato ricomposto sul palco con la Scorpions dopo la visita del Calore Il Volto di album per un paio di canzoni durante un concerto acustico Bucarest). Come un gruppo al completo, esteso e più da Tyson Schenker, il figlio di Michael e il chitarrista più veloce Inferno, ha svolto il famoso "Bolero di Ravel". Questo concerto è stato filmato. Il DVD è stato rilasciato ufficialmente 10décembre in Francia e in tutto il mondo. :666:

Nel 2006 gli Scorpions pubblicarono il DVD 1 Night in Vienna che presentò 14 tracce live e un documetario completo sul gruppo. Il 25 maggio 2007 è uscito in tutto il mondo un nuovo album del gruppo, intitolato Humanity - Hour 1, il 21esimo degli Scorpions, che ha presentato sonorità inedite per la band e più vicine al nu metal, sicuramente il miglior album della band dagli anni novanta in poi. Il 2 giugno 2007 gli Scorpions si sono esibiti, dopo 8 anni di assenza, in Italia per suonare al festival "Gods of Metal" all'idroscalo di Milano. :666:

Ci sarà Humanity Hour II?, parole del cantante Klaus Meine:

« Questo è cio che tutti si stanno chiedendo. potrebbe essere, chi lo sa?, adesso noi abbiamo iniziato il nuovo tour, il bello è che le canzoni vecchie stanno bene con quelle nuove. Ci sono molti fans la fuori, tra questi ci sono quelli di vecchia data e anche ragazzi giovani. Finora abbiamo suonato a Londra e a Parigi e li c’erano molti giovani, il bello è che cantano canzoni che sono state scritte prima che nascessero, e questo è molto bello. è molto bello vedere la gente che gode sentendo questa nuova musica. »  :666:
Essendo ogni cosa che ora tu sei, non essere mai altro che non sei...

Avatar utente
TE_Psycho_81
Macchina da scrivere
Macchina da scrivere
Messaggi: 278
Iscritto il: 14/04/2008, 12:26
Località: Manduria (TA)

Re: SCORPIONS

Messaggio da leggere da TE_Psycho_81 » 21/04/2008, 16:12

Il suono Hard Rock prodotto dagli Scorpions, ispirò molte band successive a loro, come Accept, Motley Crue, Iron Maiden e molti altri. Gli Scorpions ebbero un ruolo notevole di ispiratori, contribuendo molto alla nascita di vari sottogeneri dell'Heavy Metal e del Rock in generale. Nel primo album, Lonesome Crow, gli Scorpions avevano le basi di gruppi che erano nati pochi anni prima come Led Zeppelin, Rolling Stones, Beatles e i The Yardbirds. In Lonesome Crow il suono era ancora molto grezzo ma era sulla strada giusta, il suo sound poteva ricardore il Rock inglese dei primi anni '60. :666:

Con l'arrivo di Ulrich Roth gli Scorpions, nel 1974 pubblicano Fly to the Rainbow. Il disco era caratterizzato da una incredibile energia e da uno stile Hard Rock "ultra pompato" nella sonorità (mai sentito fino ad allora nella storia musicale) infatti gli Scorpions furono il primo gruppo che usò le due chitarre, la chitarra "ritmica" e la chitarra "solista", nel loro caso Rudolf Schenker fu la chitarra ritmica e Ulrich Roth la chitarra solista. Con Roth gli Scorpions negli anni '70 pubblicarono anche i capolavori In Trance (1975), Virgin Killer (1976) e Taken by Force (1977). :666:

Con la venuta di Matthias Jabs negli anni 80 gli Scorpions guadagnarono molta più fama di quella avuta con il precedente Roth. :666:

Negli anni 80 gli Scorpions pubblicano Lovedrive (1979), Animal Magnetism (1980), Blackout (1982), Love at First Sting (1984) e Savage Amusement (1988). Lovedrive è un album di puro Hard Rock, che vinse numerosi premi tra le quali quelle di "miglior disco dell'anno", Animal Magnetism invece ha un suono che ricarda il Rock dei Deep Purple, Blackout è una perla dell'Hard Rock, una vera e propria icona da collezionare, Love at First Sting contiene classici del Rock ottantiano come Still Loving You, Rock You Like a Hurricane, Big City Nights e molte altre, Savage Amusement mostra che gli Scorpions sono sempre al picco degli ascolti, contiene qualche classico. :666:

Negli anni 90 l'Hard Rock ha un calo di ascolti e molti gruppi si sciolgono o non producono più album di qualità, gli Scorpions non si sciolsero ma come molti altri gruppi come AC/DC, Iron Maiden e altri riscontrarono un calo di ascolti; a parte Crazy World che è un ottimo album ci fu un declino, l'ultimo album accettabile fu Face the Heat che presentò un suono molto pesante ma che registro un calo di ascolti in confronto a gli altri album. Pure Instinct e Eye to Eye furono un buco nell'acqua a parte qualche traccia. Ma nel 2004 gli Scorpions tornarono gloriosi con un nuovo album, fresco degno del loro nome, nel 2007 hanno pubblicato Humanity Hour 1 che viene gia considerato un classico della band. :666:
Essendo ogni cosa che ora tu sei, non essere mai altro che non sei...

Avatar utente
TE_Psycho_81
Macchina da scrivere
Macchina da scrivere
Messaggi: 278
Iscritto il: 14/04/2008, 12:26
Località: Manduria (TA)

Re: SCORPIONS

Messaggio da leggere da TE_Psycho_81 » 21/04/2008, 16:14

ovviamente le fonti vengono da wikipedia e dal mio "archivio"... :666:
Essendo ogni cosa che ora tu sei, non essere mai altro che non sei...

Rispondi