Nirvana

gruppi canzoni e concerti
Avatar utente
DevilMaster
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 2363
Iscritto il: 03/05/2004, 17:04
Località: Roma
Contatta:

Nirvana

Messaggio da leggere da DevilMaster » 08/10/2005, 14:40

Immagine

NIRVANA
Ascesa e caduta di un mito grunge
di Claudio Fabretti

Portabandiera del grunge di Seattle, ma anche simbolo del disagio e dell'apatia di un'intera generazione. Ecco come i Nirvana di Kurt Cobain sono riusciti, in soli cinque anni di vita, ad entrare nell'olimpo del rock


 

I Nirvana sono il gruppo pi? rappresentativo del movimento grunge. In pochi anni e con una manciata di album all?attivo, sono riusciti a imporsi come la vera leggenda della scena di Seattle, riuscendo a interpretare l?umore di un?intera generazione e trasformando l?alternative rock in un fenomeno di massa. Il sacrificio del loro leader, Kurt Cobain, ha certamente alimentato il mito, ma l?impatto della musica dei Nirvana sugli anni ?90 ? indiscutibile e si pu? paragonare per certi versi a quello avuto dagli Rem e dagli U2 sul decennio precedente.

Le radici delle band sono individuabili nell'ambiente dei loro colleghi Melvins. Ispirandosi a loro, Kurt Cobain (canto e chitarra), Chris Novoselic (basso) e Chad Channing (batteria) formano i Nirvana e iniziano a suonare usando proprio la strumentazione di seconda mano dei Melvins. In realt?, nessuno dei tre ? di Seattle: Cobain ? nato a Hoquiam (Washington), Novoselic e Channing sono californiani. Ma i loro dischi, insieme a quelli di Pearl Jam e Soundgarden, trasformeranno questa piccola citt? del Nord-Ovest degli States in una fabbrica di successi miliardari.

Dopo aver pubblicato il 45 giri ?Love Buzz/Big Cheese? per l'etichetta simbolo della scena cittadina, la Sub Pop Records, i Nirvana esordiscono a 33 giri con Bleach (1989). Cobain si rivela subito l?anima del gruppo. Le sue capacit? compositive, in bilico tra John Lennon e Sid Vicious, emergono da pezzi come ?About A Girl?, una ballata che preannuncia l'esistenzialismo e la vena desolata del suo stile, ma anche da prototipi grunge come ?School?, ?Blew? e la cover ?Love Buzz? che fissano subito i parametri del sound Nirvana degli anni a venire. Un sound duro e spigoloso, che mescola il blues-rock sporco di Rolling Stones e Stooges con la tradizione hard-rock (dai Led Zeppelin agli Aerosmith) e con il fervore hardcore di Husker Du e Pixies. Il disco e la successiva tourn?e garantiscono alla band un buon successo e la incoraggiano a proseguire, malgrado gi? affiorino i problemi di salute psico-fisica del suo leader.



Ingaggiato alla batteria Dave Grohl (Warren, Ohio), il trio firma con la major Geffen e, nel settembre 1991, pubblica Nevermind. Prodotto da Butch Vig e mixato da Andy Wallace, ? un disco destinato a entrare di diritto nei classici di sempre.

Pochi album, nella storia del rock, hanno infatti saputo incarnare con la stessa intensit? gli umori e le ansie di un'intera generazione. Eppure Kurt Cobain, a registrazioni ultimate, non era soddisfatto.

Non perdonava a Gary Gersh e a Andy Wallace, rispettivamente discografico e produttore, di aver voluto mettere le mani sul materiale, accentuandone dinamica e profondit?, e smussandone gli angoli. Stava commettendo un errore colossale. Proprio l'equilibrio, infatti, ? il segreto di questo lavoro, capace di mescolare con le giuste proporzioni hard-rock e melodia, asprezza del suono e nitidezza degli arrangiamenti, furia punk iconoclasta e malinconia esistenziale. La peculiarit? dei Nirvana ? di saper associare al sarcasmo nichilista del punk un talento melodico sconosciuto a gran parte delle formazioni che emergono nello stesso periodo. E poi ci sono i testi: una perfetta fusione fra musica e vita, in grado di creare una simbiosi mitica fra artista e pubblico che tocca il suo apice in ?Smell like teen spirit?, il grido rabbioso che apre l'opera e rimarr? negli annali a simboleggiare lo spirito, apatico e sarcastico, di un'intera generazione (lo rivisiter? anche in un'interessante versione "sensuale" Tori Amos).



Rinunciando in parte alla durezza del precedente ?Bleach?, Cobain d? sfogo ai suoi demoni in una serie di ballate nevrotiche, che ricordano da vicino quelle del suo grande maestro, Neil Young. Ascoltare per credere pezzi come ?In Bloom?, ?Lithium? e ?On A Plain?, che donano al disco un tormentato vigore. Ma a conquistare il pubblico sono anche l'autobiografica ?Come As You Are?, il lamento acustico di ?Polly?, il bisbiglio moribondo di ?Something In The Way?. L'album (quasi 10 milioni di copie vendute, contro le 30mila dell'esordio) diventer? uno dei maggiori successi discografici di tutti i tempi, senza alienare tuttavia ai Nirvana le simpatie delle frange pi? "dure e pure" del loro pubblico. L'urlo di Cobain, quasi distaccato, ma al tempo stesso vivo e struggente, diventa in breve tempo uno dei simboli pi? potenti del rock di fine secolo. E la musica di Seattle porta alla luce un'altra America, popolata di giovani disadattati e inquieti che, da underground, assurgono improvvisamente a fenomeni di costume.



Nel dicembre 1992 la Geffen pubblica Incesticide, raccolta di rarit? registrate alla BBC, singoli inediti su album e versioni alternative. Poi, nel settembre del 1993, dopo una serie di speculazioni sullo stato di salute di Cobain, esce In Utero. Prodotto da Steve Albini, guru della scena alternative e del punk pi? duro, il disco viene inciso in due sole settimane. ? una miscela di canzoni rabbiose e desolate (?Rape Me?, ?Serve The Servants?, ?Pennyroyal Tea? e, soprattutto, ?All Apologies?, ripresa poi anche da Sin?ad O?Connor) e di esagitate esplosioni rumoristiche al limite della cacofonia (?Scentless Apprentice?, ?Frances Farmer Will Have Her Revenge On Seattle?, ?Milk It? e l'autoironica ?Radio Friendly Unit Shifter?). Molto pi? debole di ?Nevermind?, l?album riflette soprattutto l?odissea personale di Cobain, sposatosi nel frattempo con Courtney Love delle Hole. E? la testimonianza di un cupo, inguaribile senso di impotenza e fatalismo.



Il disco ottiene un buon successo di vendite, anche se aliena in parte al gruppo le simpatie di quella "Mtv generation" che li aveva consumati come l?ennesima ?sensazione? del momento. Ma proprio su Mtv i Nirvana ripropongono, in un?affascinante chiave acustica, molti dei loro successi, incidendo il fortunatissimo Unplugged in New York. Testimonianza di un concerto del novembre 1993, l?album svela l?anima sofferente delle canzoni di Cobain. Spogliati degli orpelli hard-rock, i brani dei Nirvana si rivelano struggenti confessioni di un incurabile disagio esistenziale. Un?atmosfera di tragedia imminente pervade le rivisitazioni di ?Pennyroyal Tea?, ?All Apologies?, ?Come As You Are? e ?About A Girl?. Ma a dare nerbo al disco sono anche alcune cover come ?The Man Who Sold The World? di David Bowie, ?Lake Of Fire? e ?Oh Me? dei Meat Puppets e una straziante versione del classico di Leadbelly ?Where Did You Sleep Last Night?. Nello stesso periodo, la Geffen pubblica anche la videocassetta ?Live! Tonight! Soldout!?, una storia musicale nervosa e ironica dei Nirvana ricostruita con spezzoni di interviste e filmati amatoriali alternati ad alcune esibizioni dal vivo. La dimensione pi? selvaggia ed elettrica dei concerti della band di Seattle sar? invece testimoniata dal live From the muddy banks of Wishkah.



Ma il successo non servir? a guarire il biondo idolo punk di Seattle. Come prima di lui Jimi Hendrix e Jim Morrison, anche Kurt Cobain porter? ad estreme conseguenze la sua autodistruzione. Dopo lunghi e dolorosi mesi dedicati a un tour europeo, l'8 aprile 1994 il leader dei Nirvana si toglie la vita con un colpo di pistola, consacrandosi per sempre al culto dei fan. Nel suo messaggio d?addio, un epitaffio: ?It?s better to burn out than to fade away?, ?meglio bruciarsi che svanire a poco a poco?. E? un verso di "My my, hey hey", la canzone del suo maestro Neil Young. Un anno dopo, il cantautore canadese render? omaggio alla memoria del suo discepolo dedicandogli "Sleep With Angels".



Neanche Kurt Cobain sfuggir? purtroppo all'immancabile operazione commerciale post-mortem, che porter? alla "riesumazione" del suo ultimo brano prima del suicidio, "You Know You're Right", allo scopo di vendere qualche copia in pi? dell'antologia The Best Of Nirvana (tredici classici della formazione di Seattle). E su altri presunti 109 brani inediti, nascosti in qualche cassaforte, ? gi? iniziata la battaglia legale tra Courtney Love, Krist Novoselic e Dave Grohl. "Capisci, ci sono un sacco di soldi di mezzo", ha ammesso la Love. Ma ? solo l'ennesimo litigio sulle briciole dei defunti nella storia del rock.

tratto da http://www.ondarock.it/Nirvana.html
Ultima modifica di carlo il 11/09/2010, 15:13, modificato 1 volta in totale.
WebMaster di

Riflettendo sul "teorema":
- Domani è un altro giorno... -
mi trovo a scontrarmi con la dura realtà....
Ieri,
come del resto oggi,
non c'è stato.

Avatar utente
DevilMaster
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 2363
Iscritto il: 03/05/2004, 17:04
Località: Roma
Contatta:

Nirvana

Messaggio da leggere da DevilMaster » 08/10/2005, 14:46

Album: Nevermind


Smells Like Teen Spirit

Load up on guns, bring your friends
It's fun to lose and to pretend
She's over bored and self assured
Oh no, I know a dirty word
Hello, hello, hello, how low?

I'm worse at what I do best
And for this gift I feel blessed
Our little group has always been
And always will until the end

Hello, hello, hello, how low?

And I forget just why I taste
Oh yeah, I guess it makes me smile
I found it hard, it was hard to find
Oh well, whatever, nevermind

hello, hello, hello, how low?

With the lights out it's less dangerous
Here we are now, entertain us
I feel stupid and contagious
A mulatto
An albino
A mosquito
My Libido
Yay, a denial



In Bloom

Sell the kids for food
Weather changes moods
Spring is here again
Reproductive glands
He's the one
Who likes all the pretty songs
And he likes to sing along
And he likes to shoot his gun
But he knows not what it means
And I say aahh

We can have some more
Nature is a whore
Bruises on the fruit
Tender age in bloom



Come As You Are

Come as you are, as you were
As I want you to be
As a friend, as a friend, as an old enemy
Take your time, hurry up
The choice is your, don't be late
Take a rest as a friend as an old memoria
Come dowsed in mud, soaked in bleach
As I want you to be
As a trend, as a friend, as an old memoria

And I swear that I don't have a gun
No I don't have a gun



Breed

I don't care if I'm old
I don't mind if I don't have a mind
Get away from your home
I'm afraid of a ghost
Even if you have
Even if you need
I don't mean to stare
We don't have to breed
We can plant a house
We can build a tree
I don't even care
We could have all three
She said



Lithium

I'm so happy 'cause today
I found my friends
They're in my head
I'm so ugly, but that's okay
Cause so are you
Broke our mirrors
Sunday morning is everyday for all I care
And I'm not scared
Light my candles
In a daze cause I found god
Yeah, yeah, yeah

I'm so lonely
That's okay I shaved my head
And I'm not sad
And just maybe I'm to blame for all I've heard
But I'm not sure
I'm so excited, I can't wait to meet you there
But I don't care
I'm so horny but that's okay
My will is good

Yeah, yeah, yeah

I like it - I'm not gonna crack
I miss you - I'm not gonna crack
I love you - I'm not gonna crack
I kill you - I'm not gonna crack



Polly

Polly wants a cracker
Think I should get off her first
I think she wants some water
To put out the blow torch
Isn't me
Haven't seen (have a seed)
Let me clip
Your dirty wings
Let me take a ride
Cut yourself (don't hurt yourself)
Want some help
Please myself
I've got some rope
You have been told
I promise you
I have been true
Let me take a ride
Don't hurt yourself
I want some help
Help myself

Polly wants a cracker
Maybe she would like more food
She asked me to untie her
A chase would be nice for a few

Polly says her back hurts
And she's just as bored as me
She caught me off my guard
Amazes me, the will of instinct



Territorial Pissings

"Come on people now
Smile on your brother
Everybody get together
Try to love one another right now..."
When I was an alien, cultures weren't opinions

Gotta find a way
A better way
When I'm mad (there)
Gotta find a way
A better way
I better wait

Never met a wise man
If so it's a woman

Just because you're paranoid
Don't mean they're not after you



Drain You

One baby to another said
I'm lucky to met you
I don't care what you think
Unless it is about me
It is now my duty to completely drain you
A travel through a tube
And end up in your infection
Chew your meat for you
Pass it back and forth in a passionate kiss
From my mouth to yours because I like you

With eyes so dilated
I've became your pupil
You've taught me everything
About a poison apple
The water is so yellow
I'm a healthy student
Indebted and so grateful
Vacuum out the fluids

Sloppy lips to lips
You're my vitamins cause I'm like you



Lounge Act

Truth covered in security
I can't let you smother me
I'd like to but it wouldn't work
Trading off and taking turns
I don't regret a thing
And I've got this friend, you see
Who makes me feel and I
Wanted more than I could steal
I'll arrest myself, I'll wear a shield
I'll go out of my way to prove I still
Smell her on you
Don't tell me what I wanna hear
Afraid of never knowing fear
Experience anything yoy need
I'll keep fighting jealousy
Until it's fucking gone

I'll go out of my way to make you a deal
We've make a pact to learn from who
Ever we want without new rules
We'll share what's lost and what we grew
They'll go out of their way
To prove they still
Smell her on you



Stay Away

Monkey see, monkey do
I don't know why I'd
Rather be dead than cool
I don't know why I
Every line ends in rhyme
I don't know why I
Less is more, love is blind
Stay
Stay away

Give an inch, take a smile
I don't know why I
Fashion shits, fashion style
I don't know why I
Throw it out and keep it in
I don't know why I
Have to have poison skin

Stay
Stay away
God is gay



On A Plain

I'll start this off without any words
I got so high I scratched 'til I bled
I love myself better than you
I know it's wrong so what should I do?

The finest day that I ever had
Was when I learned to cry on command

I'm on a plain
I can't complain

My mother died every night
It's safe to say don't quote me on that

The black sheep got blackmailed again
Forgot to put on the zip code

Somewhere I have heard this before
In a dream my memory has stored
As a defense I'm neutered and spayed
What the hell am I trying to say

It is now time to make it unclear
To write off lines that don't make sense

One more special message to go
And then I'm done then I can go home



Something In The Way

Underneath the bridge
Tarp has sprung a leak
And the animals I've trapped
Have all become my pets
And I'm living off of grass
And the drippings from the ceiling
It's ok to eat fish
Cause they don't have any feelings
Something in the way



Endless Nameless

Silent
Ignore him
Yeah I have
Silent
Bright and clear
See him
I have
I have

Mama

Kill
And violent
Excitment
Right here

I have
Go to hell
Here I am
Right here

Ow

Calm us

Death
Is what I am
Go to hell
Go to jail

In back of that
Crime
Here I am
Take a chance
Dead

Die

(One of many interpretations)
WebMaster di

Riflettendo sul "teorema":
- Domani è un altro giorno... -
mi trovo a scontrarmi con la dura realtà....
Ieri,
come del resto oggi,
non c'è stato.

Avatar utente
DevilMaster
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 2363
Iscritto il: 03/05/2004, 17:04
Località: Roma
Contatta:

Nirvana

Messaggio da leggere da DevilMaster » 08/10/2005, 14:51

Immagine
WebMaster di

Riflettendo sul "teorema":
- Domani è un altro giorno... -
mi trovo a scontrarmi con la dura realtà....
Ieri,
come del resto oggi,
non c'è stato.

Avatar utente
carlo
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 7322
Iscritto il: 26/09/2003, 1:02
Località: Roma
Contatta:

Nirvana

Messaggio da leggere da carlo » 08/10/2005, 15:03

io li ho pure visti, da ragazzino al palaghiaccio, anche se non mi piacevano poi cos? tanto.....

Avatar utente
DevilMaster
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 2363
Iscritto il: 03/05/2004, 17:04
Località: Roma
Contatta:

Nirvana

Messaggio da leggere da DevilMaster » 08/10/2005, 15:10

Io ho iniziato ad apprezzarli quando Kurt era gi? morto... per? devo ammettere che, una volta ogni tanto (in questo caso oggi), li apprezzo ancora.
Con il senno di poi... penso che mi sarebbe piaciuto vedere un loro concerto dal vivo.
WebMaster di

Riflettendo sul "teorema":
- Domani è un altro giorno... -
mi trovo a scontrarmi con la dura realtà....
Ieri,
come del resto oggi,
non c'è stato.

Avatar utente
Vita
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 1130
Iscritto il: 04/02/2006, 16:19
Località: nei dintorni di Bloomsbury
Contatta:

Re: Nirvana

Messaggio da leggere da Vita » 21/04/2008, 10:11

carlo ha scritto: io li ho pure visti, da ragazzino al palaghiaccio, anche se non mi piacevano poi cos? tanto.....
MA CHE CULO!!!! il più grande rimpianto della mia vita è proproio quello di non averli mai visti. Sono cresciuta con la voce di Kurt nelle orecchie. Ho amato fino allo stremo ogni singola frase da lui scritta. Sono fermamente convinta che i Nirvana ergo Kurt Cobain siano stati in assoluto il tributo più grande che mai sia stato fatto all'universo della musica. Non ho maipiù provatoniente di simile.
Anche oggi ascolatre le sue canzoni mi provoca la stessa medesima euforia... la stessa sensazione di perfezione di intenti che provai la prima volta. Sento Kurt urlare e penso questo è ciò che sono... lo giuro e so che può sembrare patetico, ma lui è un angelo e io lo conservo nel cuore e nell'anima.
"Combattere e vincere porta il meraviglioso
combattere e perdere porta quasi il divino...
tu sarai sempre tra i due senza scelta..."

Avatar utente
carlo
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 7322
Iscritto il: 26/09/2003, 1:02
Località: Roma
Contatta:

Re: Nirvana

Messaggio da leggere da carlo » 21/04/2008, 12:48

Guarda io devo dire che con grossa fortuna, e anche se in versione spesso "anziana", quelli che più volevo vedere li ho visti praticamente tutti (e i nirvana non son tra questi) tranne il piu grande di tutti, zappa :(

Avatar utente
TE_Psycho_81
Macchina da scrivere
Macchina da scrivere
Messaggi: 278
Iscritto il: 14/04/2008, 12:26
Località: Manduria (TA)

Re: Nirvana

Messaggio da leggere da TE_Psycho_81 » 24/04/2008, 8:20

Non sono mai riuscito a farmeli piacere, nonostante intorno a me ci fosse gente che ne usciva letteralmente pazza...Sarà forse per la mia propensione verso il metal?
Essendo ogni cosa che ora tu sei, non essere mai altro che non sei...

Rispondi