poeta condannato per i propri versi

Richieste e appelli nel sociale
Avatar utente
carlo
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 7322
Iscritto il: 26/09/2003, 1:02
Località: Roma
Contatta:

poeta condannato per i propri versi

Messaggio da leggere da carlo » 28/09/2006, 0:50

Vi scrivo oggi, per informarvi circa le gravi accuse che il governo della Giordania mi muove, e che mi hanno portato alla prigionia. L'accusa che mi viene mossa si basa su versi di poesie scritte 22 anni fa. Queste accuse variano "dall'offesa allo Stato Giordano e alle Forse Armate,fomentazione dei conflitti interni e presentazione di informazioni distorte sugli eventi del settembre 1970 alle nuove generazioni". Sono accuse prive di fondamento. Questo e' un chiaro caso di violazione dei diritti umani fondamentali, e specificamente della libertà d'espressione. L'"Associazione degli scrittori giordani" ha condannato questa azione ed ha invitato il governo della Giordania a far cadere l'accusa e a porre fine a questa violazione. Molti cittadini Giordani e Organizzazioni arabe per i diritti umani hanno espresso preoccupazione e si sono unite alla campagna di protesta. Tuttavia, il governo ancora insiste nell'accusa e il caso ora e' finito davanti alla Corte di giustizia. Se saro' condannato dovro' scontare una condanna che va da 6 a 36 mesi. Per questo vi invito ad unirvi alla campagna di solidarietà iniziata dall'Associazione scrittori Giordani. Tutto quello che vi si chiede e' inviare una lettera di protesta al governo Giordano oppure far girare quest'appello tra amici, media, associazioni umanitarie del vostro paese o anche estere. Gli indirizzi delle organizzazioni di governo alle quali scrivere sono le seguenti:


info@pm.gov.jo
info@dpp.gov.jo
info@culture.gov.jo
moc@culture.gov.jo


Cari saluti
Ibrahim Nasrallah*
http://www.aljazira.it/index.php?option ... iew&id=570
IBRAHIM NASRALLAH è nato nel '54 in un campo profughi giordano. Poeta e romanziere, ha vinto nel '97 il prestigioso "Sultan 'Aways". Tradotto in otto lingue, nel 2001 ha pubblicato in Italia Febbre, con Edizioni Lavoro.






"I am writing to you today, to inform you about serious charges the
Government of Jordan has accused me of, which might lead to imprisonment.
The accusation is based on verses in some poems I wrote 22 years ago. These
accusations vary from "offending the Jordanian State and the armed forces,
raising internal conflicts and unrest, and presenting distorted information
on the events of September 1970 to the new generations".
As you can see, these accusations are groundless. It is a clear case of
violating the basic human rights, specifically the freedom of expression.
The Jordanian Writer Association has condemned this action and called upon
the Government of Jordan to stop this violation and to immediately drop the
charges against me. Many Jordanian and Arab associations and human rights
organizations have voiced concern and joined the campaign protesting
against this action. Nevertheless, the Government still insists on its
accusations and the charges are now submitted to the Court of Law. If
condemned I'll be facing a prison sentence from 6 to 36 months.
For this, and because I know that you personally would not accept such
violation, I call on you to join the solidarity campaign initiated by The
Jordanian Writer Association, and write to the Jordanian government in
protest against this action. I will appreciate it if you can circulate this
call among friends, media and associations in your country and worldwide.
The addresses of the concerned Government organizations to write to are the
following:
info@pm.gov.jo
info@dpp.gov.jo
info@culture.gov.jo
moc@culture.gov.jo

Warmest Wishes
Ibrahim Nasrallah


--
************
*******************


"e non c'è aereo che si alzi
in aria se l'anima è magra"
(Paolo Conte)

Avatar utente
dixit
Macchina da scrivere
Macchina da scrivere
Messaggi: 132
Iscritto il: 31/01/2005, 15:12
Località: (TV)
Contatta:

poeta condannato per i propri versi

Messaggio da leggere da dixit » 28/09/2006, 11:12

W la liberta' di parola e di pensiero!

Sphinx
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato
Messaggi: 16
Iscritto il: 01/09/2006, 18:44
Località: Firenze
Contatta:

poeta condannato per i propri versi

Messaggio da leggere da Sphinx » 28/09/2006, 11:36

Non è ammissibile una cosa del genere, anche se la pena venisse commutata in qualcosa di più lieve, e di questo non ne so niente visto che non conosco le leggi della Giordania, non è ammissibile che si venga CONDANNATI per delle poesie.
Non conosco le poesie in questione e non credo che faccia differenza.
Se qualcuno non è d'accordo con dei testi, può semplicemente non leggerli e nel limite del possibile intavolare un dibattito, magari per stroncarli con la critica, ma dovrebbe finire lì.
Dovrebbe esistere una carta internazionale del diritto alla libertà di espressione artistica, compresa quella della parola.

Nel mio piccolo, aggiungo un post al mio blog.
:wink:

Rispondi