AMORI CHE NON SI INCONTRANO MAI

discussioni di vario genere, libri e poesia
michael santhers
Grande Autore
Grande Autore
Messaggi: 1507
Iscritto il: 20/03/2006, 3:40

GHIACCIO

Messaggio da leggere da michael santhers » 17/12/2018, 2:57

Il ghiaccio,raucedine
sputata dal tempo
su cui lui stesso scivola indietro

Sotto una lastra di ghiaccio
dei semi che il pettirosso
non può beccare
e prega il sole,lo sciolga
ma questo è lontano
a riscaldare le sue concubine

Il ghiaccio,argento dei poveri
che non possono spenderlo
allora si frugano le mani
e imbrogliano il cuore
a cercare un sorriso
simulando in fretta a pagarlo

A terra nel ghiaccio
si sono tanti occhi
perduti dai volti ruotati alle spalle
calpestati dai piedi
e ogni scarpa di solo andata
a cercare calore

Col tempo si scioglierà
ma a volte dentro di ognuno
rimane una capanna di ghiaccio
a custodie perenne dell'anima
ove ospite qualche sperduto pensiero
o una parola Giuda alla bocca
-----------------------------------------
Da:Soste Precarie

michael santhers
Grande Autore
Grande Autore
Messaggi: 1507
Iscritto il: 20/03/2006, 3:40

INDIZI FESTOSI

Messaggio da leggere da michael santhers » 18/12/2018, 3:34

Vetrine
fanno da esche, da specchi
e le luci semaforo verde agli acquisti

Vecchi cappotti tremano
vedono i nuovi a scalzarli
e qualcuno unto alle tasche
simula indossi ai poveri agli angoli
sempre meglio all'oblio in armadi

La neve abituata a tovaglia
scarabocchiata
coi piedi,col vino
stavolta clonata
a chiare lettere appese
a formare un auspicio

Qualche cartone
illustrato a delizie
spacchettato in anticipo
e aquilone a giacigli
contesi da gambe di legno

Salumi ridenti le luci
in dispense senza pareti
e qualche cane randagio le punta
con la lingua sonda ad assaggi

Con la coda mossa ad assensi
le gazze beccano scarti di vizi
s'involano festose allo spreco

I bambini impuntano i piedi
ad aratro alle mamme
al diniego a costosi capricci
-----------------------------------------
Da:Vite Tremule

michael santhers
Grande Autore
Grande Autore
Messaggi: 1507
Iscritto il: 20/03/2006, 3:40

IL VENTO RACCONTA

Messaggio da leggere da michael santhers » 27/12/2018, 3:56

Il vento pascola le nuvole
le folate sono i suoi cani
che le separano,le rincorrono
le macchie di sereno campi coltivati

Sui pensieri,tremano si torcono le antenne
capelli che si liberano dal pettine,
sulle pelate,immobili quelle paraboliche

La volpe annusa odore di galline
alle spalle quello dei fucili
nel dubbio si rintana
la vita è un sorteggio
e a nascondersi rinviare l'estrazione

Sabbia negli occhi
e a schiacciarla col dorso di due dita
qualche lacrima a cui si possono dare mille scuse
anche se il cuore ci legge solo addii
specie per qualche amore
che lo fece battere senza regole

Il vento, collezionista di lamenti
e vecchio despota che se li riconta la sera
e manca sempre uno che l'anima
vecchia rigattiere tiene per se stessa

Il vento ci racconta storie millenarie
in una lingua che non abbiamo mai imparato
e a dargli fiato da lontano, i nostri morti
----------------------------------------------------
Da:Sorrisi Pignorati

michael santhers
Grande Autore
Grande Autore
Messaggi: 1507
Iscritto il: 20/03/2006, 3:40

UNA GIORNATA DI GENNAIO

Messaggio da leggere da michael santhers » 20/01/2019, 19:04

Surplus di pace indotta
tra le mura stanche
di raccontare col silenzio
mentre fuori l'aria addormentata
lontana dall'alitare del vento
e dai rumori taciti spugnosi
sotto una cupola cinerina
intento ad abbassarsi a riposare
a ermetico coperchio di pensieri

In standby gli animali
col canto in cassaforte
e il cibo in dispense da trovare

Funghi di fumi sui camini
ingrassano per dissolversi
e gli odori allerta vana del tempo
che non guarda mai all'indietro

Inquieta una falce di luna
per i suoi intermittenti furtivi affacci
censurati subito da un velo
di nuvole sogghignanti al veto

Qua e là dalle finestre
lampi di luce dai televisori
ormai specchi alla noia
e col dorso a ragnatele alle voci
agonizzanti tra bocche
a tagliole arrugginite
dure all'innesco e al disinnesco
di parole senza senso
--------------------------------------------
Da:Fischi Per fiaschi

michael santhers
Grande Autore
Grande Autore
Messaggi: 1507
Iscritto il: 20/03/2006, 3:40

IL COLLEZIONISTA

Messaggio da leggere da michael santhers » 25/01/2019, 19:34

In quel vecchio garage isolato
con lamiere orecchie al silenzio
e legno ossa del tarlo
in una campagna ove alberi
croci del tempo in inverno
e velluto da festa in estate
tanti oggetti di tante storie all'oblio
strappati improvviso all'incuria
e vegliati accuditi animati
da redenzioni di infiniti ricordi
di tante vite promiscue legate
alcune come fiori stecchiti
al gelo inaspettato di maggio
e altre migliori,ma sempre con un rammarico
per qualcosa incompiuta
e la fantasia a riportare il mancante
-Un orologio da taschino
ritrova un vecchio cuore tifoso
ormai zoppo, lo incita a correre ma non troppo
fino a traguardo di un appuntamento
che le lancette litigiose mancarono
-Una vecchia auto Francese
preferì fango e polvere all'asfalto
poi la noia la condannò al letargo
ora sveglia con carezze e sussurri
si riprende la strada
-Una macchina da cucire
cucì trame di un sogno
per un amore già volato alle spalle
ora col filo di seta riporta con illusioni
la sua storia al contrario
-----------------------------------------------
Da:Sorrisi Pignorati

michael santhers
Grande Autore
Grande Autore
Messaggi: 1507
Iscritto il: 20/03/2006, 3:40

INCERTEZZE

Messaggio da leggere da michael santhers » 04/02/2019, 20:19

La gente si droga
e per smettere beve alcol
poi nel cielo vede gli ufo e lo racconta
e chi non ci crede è pazzo

La vita è noiosa
ha bisogno di mistero,
la realtà una matematica perfetta
e c' è chi somma gioia e dolore
dandogli solo un nome
quello che conviene

Il tempo non passa mai per chi spera
e veloce come fulmine
per chi deve lasciare il podio

La natura indica il percorso
e tutti dispettosi a deragliare,
gli alberi si prestano a simulare
morte e rinascita
sacrificando le foglie
-I fiori a insegnare
quanto sia breve la vanità
-La pioggia a cancellare tracce
ma poi lascia nuove pagine da scrivere
spesso da nuovi autori
o dagli stessi con diverse penne
-Il mare a dire che ogni suo quadro
come pure della terra
è il cielo lunatico a pitturarlo
---------------------------------------------
Da:Pensieri Alternativi

michael santhers
Grande Autore
Grande Autore
Messaggi: 1507
Iscritto il: 20/03/2006, 3:40

MARZO PAZZO

Messaggio da leggere da michael santhers » 14/03/2019, 12:36

Nel cielo
di cemento e confetti
uno scorpione di nuvole nere
coglie di sorpresa la luna e la divora

Il Sole, di spalle
da uno specchio vede la scena
e la copre
col suo fumo di pipa
poi sputa a terra qua e là
si fa un selfie
e lo spedisce a chi ha sete
o a chi nuota disperato nel fiume

Gli alberi allertano fruste
alla fiera dei loro diamanti
atterriti da questo mese pazzo
con mille farse agli imbrogli

Sulle spalle dei vecchi
una bilancia a propendere
tra pietre e fiori gelati
e un taccuino
inutile la segnare la pesa
--------------------------------------
Da:Soste Precarie

Rispondi