AMORI CHE NON SI INCONTRANO MAI

Discussioni di vario genere, libri e poesia
michael santhers
Grande Autore
Grande Autore
Messaggi: 1514
Iscritto il: 20/03/2006, 3:40

GHIACCIO

Messaggio da leggere da michael santhers » 17/12/2018, 2:57

Il ghiaccio,raucedine
sputata dal tempo
su cui lui stesso scivola indietro

Sotto una lastra di ghiaccio
dei semi che il pettirosso
non può beccare
e prega il sole,lo sciolga
ma questo è lontano
a riscaldare le sue concubine

Il ghiaccio,argento dei poveri
che non possono spenderlo
allora si frugano le mani
e imbrogliano il cuore
a cercare un sorriso
simulando in fretta a pagarlo

A terra nel ghiaccio
si sono tanti occhi
perduti dai volti ruotati alle spalle
calpestati dai piedi
e ogni scarpa di solo andata
a cercare calore

Col tempo si scioglierà
ma a volte dentro di ognuno
rimane una capanna di ghiaccio
a custodie perenne dell'anima
ove ospite qualche sperduto pensiero
o una parola Giuda alla bocca
-----------------------------------------
Da:Soste Precarie

michael santhers
Grande Autore
Grande Autore
Messaggi: 1514
Iscritto il: 20/03/2006, 3:40

INDIZI FESTOSI

Messaggio da leggere da michael santhers » 18/12/2018, 3:34

Vetrine
fanno da esche, da specchi
e le luci semaforo verde agli acquisti

Vecchi cappotti tremano
vedono i nuovi a scalzarli
e qualcuno unto alle tasche
simula indossi ai poveri agli angoli
sempre meglio all'oblio in armadi

La neve abituata a tovaglia
scarabocchiata
coi piedi,col vino
stavolta clonata
a chiare lettere appese
a formare un auspicio

Qualche cartone
illustrato a delizie
spacchettato in anticipo
e aquilone a giacigli
contesi da gambe di legno

Salumi ridenti le luci
in dispense senza pareti
e qualche cane randagio le punta
con la lingua sonda ad assaggi

Con la coda mossa ad assensi
le gazze beccano scarti di vizi
s'involano festose allo spreco

I bambini impuntano i piedi
ad aratro alle mamme
al diniego a costosi capricci
-----------------------------------------
Da:Vite Tremule

michael santhers
Grande Autore
Grande Autore
Messaggi: 1514
Iscritto il: 20/03/2006, 3:40

IL VENTO RACCONTA

Messaggio da leggere da michael santhers » 27/12/2018, 3:56

Il vento pascola le nuvole
le folate sono i suoi cani
che le separano,le rincorrono
le macchie di sereno campi coltivati

Sui pensieri,tremano si torcono le antenne
capelli che si liberano dal pettine,
sulle pelate,immobili quelle paraboliche

La volpe annusa odore di galline
alle spalle quello dei fucili
nel dubbio si rintana
la vita è un sorteggio
e a nascondersi rinviare l'estrazione

Sabbia negli occhi
e a schiacciarla col dorso di due dita
qualche lacrima a cui si possono dare mille scuse
anche se il cuore ci legge solo addii
specie per qualche amore
che lo fece battere senza regole

Il vento, collezionista di lamenti
e vecchio despota che se li riconta la sera
e manca sempre uno che l'anima
vecchia rigattiere tiene per se stessa

Il vento ci racconta storie millenarie
in una lingua che non abbiamo mai imparato
e a dargli fiato da lontano, i nostri morti
----------------------------------------------------
Da:Sorrisi Pignorati

michael santhers
Grande Autore
Grande Autore
Messaggi: 1514
Iscritto il: 20/03/2006, 3:40

UNA GIORNATA DI GENNAIO

Messaggio da leggere da michael santhers » 20/01/2019, 19:04

Surplus di pace indotta
tra le mura stanche
di raccontare col silenzio
mentre fuori l'aria addormentata
lontana dall'alitare del vento
e dai rumori taciti spugnosi
sotto una cupola cinerina
intento ad abbassarsi a riposare
a ermetico coperchio di pensieri

In standby gli animali
col canto in cassaforte
e il cibo in dispense da trovare

Funghi di fumi sui camini
ingrassano per dissolversi
e gli odori allerta vana del tempo
che non guarda mai all'indietro

Inquieta una falce di luna
per i suoi intermittenti furtivi affacci
censurati subito da un velo
di nuvole sogghignanti al veto

Qua e là dalle finestre
lampi di luce dai televisori
ormai specchi alla noia
e col dorso a ragnatele alle voci
agonizzanti tra bocche
a tagliole arrugginite
dure all'innesco e al disinnesco
di parole senza senso
--------------------------------------------
Da:Fischi Per fiaschi

michael santhers
Grande Autore
Grande Autore
Messaggi: 1514
Iscritto il: 20/03/2006, 3:40

IL COLLEZIONISTA

Messaggio da leggere da michael santhers » 25/01/2019, 19:34

In quel vecchio garage isolato
con lamiere orecchie al silenzio
e legno ossa del tarlo
in una campagna ove alberi
croci del tempo in inverno
e velluto da festa in estate
tanti oggetti di tante storie all'oblio
strappati improvviso all'incuria
e vegliati accuditi animati
da redenzioni di infiniti ricordi
di tante vite promiscue legate
alcune come fiori stecchiti
al gelo inaspettato di maggio
e altre migliori,ma sempre con un rammarico
per qualcosa incompiuta
e la fantasia a riportare il mancante
-Un orologio da taschino
ritrova un vecchio cuore tifoso
ormai zoppo, lo incita a correre ma non troppo
fino a traguardo di un appuntamento
che le lancette litigiose mancarono
-Una vecchia auto Francese
preferì fango e polvere all'asfalto
poi la noia la condannò al letargo
ora sveglia con carezze e sussurri
si riprende la strada
-Una macchina da cucire
cucì trame di un sogno
per un amore già volato alle spalle
ora col filo di seta riporta con illusioni
la sua storia al contrario
-----------------------------------------------
Da:Sorrisi Pignorati

michael santhers
Grande Autore
Grande Autore
Messaggi: 1514
Iscritto il: 20/03/2006, 3:40

INCERTEZZE

Messaggio da leggere da michael santhers » 04/02/2019, 20:19

La gente si droga
e per smettere beve alcol
poi nel cielo vede gli ufo e lo racconta
e chi non ci crede è pazzo

La vita è noiosa
ha bisogno di mistero,
la realtà una matematica perfetta
e c' è chi somma gioia e dolore
dandogli solo un nome
quello che conviene

Il tempo non passa mai per chi spera
e veloce come fulmine
per chi deve lasciare il podio

La natura indica il percorso
e tutti dispettosi a deragliare,
gli alberi si prestano a simulare
morte e rinascita
sacrificando le foglie
-I fiori a insegnare
quanto sia breve la vanità
-La pioggia a cancellare tracce
ma poi lascia nuove pagine da scrivere
spesso da nuovi autori
o dagli stessi con diverse penne
-Il mare a dire che ogni suo quadro
come pure della terra
è il cielo lunatico a pitturarlo
---------------------------------------------
Da:Pensieri Alternativi

michael santhers
Grande Autore
Grande Autore
Messaggi: 1514
Iscritto il: 20/03/2006, 3:40

MARZO PAZZO

Messaggio da leggere da michael santhers » 14/03/2019, 12:36

Nel cielo
di cemento e confetti
uno scorpione di nuvole nere
coglie di sorpresa la luna e la divora

Il Sole, di spalle
da uno specchio vede la scena
e la copre
col suo fumo di pipa
poi sputa a terra qua e là
si fa un selfie
e lo spedisce a chi ha sete
o a chi nuota disperato nel fiume

Gli alberi allertano fruste
alla fiera dei loro diamanti
atterriti da questo mese pazzo
con mille farse agli imbrogli

Sulle spalle dei vecchi
una bilancia a propendere
tra pietre e fiori gelati
e un taccuino
inutile la segnare la pesa
--------------------------------------
Da:Soste Precarie

michael santhers
Grande Autore
Grande Autore
Messaggi: 1514
Iscritto il: 20/03/2006, 3:40

JOHN CECCELE -IL PILOTA

Messaggio da leggere da michael santhers » 07/04/2019, 10:59

Piccolo e smunto
occhi frecce al destino
coi paesaggi alle spalle
e quelli inseguiti
giocati a respiri,
appare e scompare
come scintille
e ogni curva un diniego
e un'assenso agli spalti

Al volante del mondo
cavalli spronati
da fulmini e tuoni
e la pioggia non fa in tempo a cadere
e se cade l'asfalto
la rimanda al mittente

L'intento
moltiplicare il traguardo
e il tempo non fa in fretta
a contarsi confuso agli applausi

A ogni giro
ha davanti se stesso e alle spalle,
aureole di sogni
e gli anni lo ricorrono alati
poi confondono il podio
con arrivo e partenza

John Ceccele
finalmente trova se stesso
sorride e con la mano a ventaglio
disegna in aria l'arco al trionfo
e il pubblico in flato
commensale alla gloria
--------------------------------
Da:Normalità Incondivisibili Tra Maschere Clonate

michael santhers
Grande Autore
Grande Autore
Messaggi: 1514
Iscritto il: 20/03/2006, 3:40

DOPO AVER VOTATO

Messaggio da leggere da michael santhers » 26/05/2019, 16:11

Tutti col proprio scettro
varcano una soglia
e perdono i comandi
qualcuno i punti cardinali
chi troppo sfortunato
il proprio nome

All'uscita
un gradino inviso a ogni scala
flebili i saluti
sogghigni i sorrisi
e una mano stanca a pararli
gli occhi giocano a nascondino
ma il sogno è nascondersi per sempre

Sui trampoli promesse
cadono rovinose
qualcuna su un cuscino
dimenticato dalla fretta
o da sensi di colpe

Dantesco andirivieni
ognuno cerca il proprio cerchio
ormai magazzino di parole
e per tornare indietro
dare le spalle alla stella polare

Il baratro nuova ripartenza
problema è trovarlo
e nel limbo ognuno meta di se stesso
salvo guardarsi allo specchio
ove incerti si può stare nel vuoto
di un simbolo dissolto

Passerà del tempo
mai paca la vendetta
a maledirla si perde nell'oblio
a coltivarla è ripetere l'errore
-------------------------------------
Da:Fischi Per Fiaschi

michael santhers
Grande Autore
Grande Autore
Messaggi: 1514
Iscritto il: 20/03/2006, 3:40

IN QUESTO MAGGIO

Messaggio da leggere da michael santhers » 06/06/2019, 17:58

In questo maggio
la tortora canta
ma non incanta
nessuno
chi ha troppo da fare
inseguito dal tempo
chi nell'ozio
mette barriere
ai pensieri
chi ha perso un amore
mai trovato
con la scusa
di non averlo cercato
chi coglie una rosa
e qualcuno si sposa
con la persona sbagliata
-Maggio
ha rubato il copione di marzo
e la grandine pepite al sole
e chi le squaglia
per un anello a rinsaldare
un legame che sia sciolto
dagli sbagli di sempre
e dal futuro che imita un granchio
-I profumi stordimenti e delizie
o una lenza sfuggita di mano
mentre il cuore vanta
l'amo a cimelio
------------------------------
Da:Fischi Per Fiaschi

michael santhers
Grande Autore
Grande Autore
Messaggi: 1514
Iscritto il: 20/03/2006, 3:40

POVERI VECCHI

Messaggio da leggere da michael santhers » 21/06/2019, 15:37

Poveri vecchi
schiena di specchi
vetrina di saldi disertati
in fila obbligatoria
sperano in un sorteggio
per non essere sorteggiati
con un numero in più degli anni
e che il silenzio conti
per il tempo che non sa contare
ma li somma a rughe nel suo bottino

Il cielo,un soffitto grigio
trappola d'occhi vuoti
che non vogliono incollarsi
e roteanti cercano un alba
che sempre li coglie di spalle
con una flebo,il loro sole
che non riscalda e si consuma
tra bolle d'aria

Nell'attesa giocano una partita
tra silenzio e pazienza
che non sia l'ultima
arbitrata da biascichi ruminati
tra urla di mimiche espulse

Poi raccontano nebulose avventure
rifiutate dai libri
ascoltate a cottimo dalle orecchie
e credute a deliri da infermieri
con assensi mal pagati

La speranza un oggetto donato
caduto e poi raccolto
e un frammento a pietà
della mancanza a ricordarli
--------------------------------------
Da: Sorrisi Pignorati

michael santhers
Grande Autore
Grande Autore
Messaggi: 1514
Iscritto il: 20/03/2006, 3:40

CASE ASSOLATE

Messaggio da leggere da michael santhers » 02/09/2019, 15:41

Non c'è un albero
a simbolo di speranza
e quattro vasi di fiori
s'annaffiano con il loro pianto

I vecchi sudano
evaporano ricordi
e qualcuno grosso
il più triste porro alla fronte

I bambini giocano a pallone
l'ombra li dribbla
nell'ira si danno calci agli stinchi
sopportati da frasi volgari
ilarità ai viandanti
arresi al progresso

I passeri
sfrattati da feritoie
appollaiati su bacheche sciancate
provano a leggere
il domani nefasto

Qualcuno dice
troppe verità alla luce del sole
mancano i misteri dell'ombra
guscio all'inconscio
ma il sindaco ha promesso
sul campanile un nuovo orologio elicoidale
a ricordare a tutti il tempo sprecato
e a eleggere lui il rinsavirsi
sulle scie delle ore contate a sbadigli
parole mute della frequenza del cuore
appisolato nell'anima
------------------------------------
Da:Sorrisi Pignorati

michael santhers
Grande Autore
Grande Autore
Messaggi: 1514
Iscritto il: 20/03/2006, 3:40

DISSOLVENZA

Messaggio da leggere da michael santhers » 19/09/2019, 16:31

Il vento, col megafono
allerta gli alberi

Convegno di foglie morte
relatore l'autunno
tema il dissolversi

Il sole organizza la dissolvenza
saluta, sta per partire
per un lungo viaggio

Un comignolo vortica
pensieri di un vecchio
che maledice le sue ossa

Passeggiano le nuvole
si corteggiano
sposate da tremori
fioriti all'orizzonte
rimpiangono il celibato
-------------------------------
Da:Soste Precarie

michael santhers
Grande Autore
Grande Autore
Messaggi: 1514
Iscritto il: 20/03/2006, 3:40

GIORNI DI NOVEMBRE

Messaggio da leggere da michael santhers » 08/11/2019, 16:09

Fili d'amo
appesi al cielo
chi a tirare un ricordo
chi un amore
chi l'oblio
chi semplicemente l'attesa

Il mare
fuoco freddo
soffiato da malumori
e le nuvole il suo fumo
tosse di speranze

Le foglie
biglietti di fine partita
e a terra i vecchi confusi
coi piedi cercano il risultato
e qualcuno legge un pareggio
ancor peggio un'espulsione

Le rose
stanche a confrontarsi
ora sono sole
con stelo dimagrito
e riso argentato sui petali
incorniciate dal grigio
a simbolo d'estate
nell'infinito troppo vicino

Orologi
alcuni dimenticati
sulle vecchie ore
immettono e cacciano dal presente
chi stanco di sognare
fermo su una foto
e vedono il tempo
che frena
che spinge
al solo scopo
di dimenticarli
-------------------------------------
Da:Quando Gli Alberi Si Rifiutano Di Ospitare Le Foglie

Rispondi