VENTOTTO GRAMMI LAVATO secondo romanzo comico di Alessandro Venturini

Un saluto ai nuovi arrivati Se volete, presentatevi qui e raccontateci di voi.
Alessandro Venturini
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato
Messaggi: 11
Iscritto il: 31/08/2012, 11:50

VENTOTTO GRAMMI LAVATO secondo romanzo comico di Alessandro Venturini

Messaggio da leggere da Alessandro Venturini » 06/11/2012, 18:37

Un saluto particolare a Etta.
Il tuo intervento del 19 settembre è stato molto gradito oltre che intelligente.

Chiedo scusa per essermi eclissato per un bel pezzo, ma l'uscita proprio in questi giorni del secondo mio romanzo comico VENTOTTO GRAMMI LAVATO in formato eBook sempre su Amazon, e la successiva decisione di pubblicare entrambi anche in versione cartacea, mi hanno assorbito molto tempo. (L'impaginazione che devi fornire ad Amazon la decidi solo tu e non è come per l'eBook, dove ogni tablet si impagina il testo a modo suo, e a volte in maniera un po' sgradevole).
Altra notizia: i commenti dei lettori mi hanno ulteriormente aiutato. Lo stile "romanzo buffo in lingua volgare" si è trasformato in "romanzo buffo in lingua popolare", questa volta definitivo. Chiaramente mi ha imposto di rivedere ulteriormente il precedente romanzo AMABILMENTE CONDANNATO A MOGLIE, adattandolo al nuovo stile, più pulito, e ripubblicarlo in seconda edizione.

Per entrambi la brossura su Amazon sarà disponibile per il 15/20 di novembre.

Una precisazione: il link del precedente romanzo AMABILMENTE CONDANNATO A MOGLIE, essendo in seconda edizione, è cambiato.
Per chi volesse curiosare, ecco qui i link di entrambi:

http://www.amazon.it/Amabilmente-condan ... pd_sim_b_1

http://www.amazon.it/Ventotto-grammi-la ... sim_kinc_1

Probabilmente nella precedente pagina di AMABILMENTE CONDANNATO A MOGLIE, per non dare un disservizio ai lettori, sarebbe bene riportare il nuovo link.

E adesso veniamo al contenuto, perché la giostra allegorica iniziata con “AMABILMENTE CONDANNATO A MOGLIE” continua...

Chi è il mattacchione che ha affisso sui muri del paese un’ "Analisi fallica" niente affatto generosa circa i virili attributi del sindaco? Esiste veramente un primario di falloterapia? Poche settimane in cui accade di tutto. In cui perfino la monumentale suor Memopria, ospite di Emerenziana, finisce ubriaca dentro una singolare cassa da morto, in un funerale che non le appartiene. Seminando il panico tra i parenti che, al risveglio, temono un biasimevole caso di necrofagia.
È troppo. Urge correre ai ripari. Questi inconvenienti devono avere un colpevole. La fantasia collettiva si scatena. L’impiccagione sulla pubblica piazza di un Belzebù ritenuto reo di tutto, è quello che ci vuole. Lo decide il Consiglio Comunale in una seduta agitata, in cui il vino circola più delle parole. Quindi in piazza, cittadinanza al completo, prende il via l’esecuzione. Farsa che incarna il pubblico biasimo verso un mondo dell’al di là che da qualche tempo rompe un po’ troppo le scatole a quelli dell’al di qua.
Occasione ghiotta per Giampiero. Con uno stratagemma conduce la religiosa sotto il palco, finché il fantoccio di Belzebù giustiziato la centra i pieno.
È troppo. La monaca esige vendetta. Ma il palco, fatto per soggetti esili e meno infuriati, crolla travolgendo il sindaco.
Esecuzione regolamentare: ingessato per fratture multiple, per un bel po’ il primo cittadino potrà imporre la sua virile baldanza... solo al pappagallo.
E così si continua a ridere. Si ride su uno spaccato della quotidianità ingenua di quella gente povera, magari anche di scarsa cultura, che oggi finisce per essere trascurata dalla narrativa. Perché questo è il romanzo del popolo dei dimenticati, di quanti sembrano non contare: sono semplicemente le persone che se le guardi ridi. Scordate dal mondo, da Dio, persino dalla storia. Colpevolmente anche dalla politica. Eppure il romanzo fa perno proprio su di esse, ridendo per loro, con loro, caratterizzandone i contorni, redimendole da una situazione di nulla sociale, per farle diventare portatrici di spunti di riflessione.
Lasciandole custodi di quella saggezza contadina e di quella vitalità che le città ogni giorno di più stanno cancellando.

Ringrazio tutti per la paziente attenzione.
Alessandro Venturini

Avatar utente
carlo
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 7322
Iscritto il: 26/09/2003, 1:02
Località: Roma
Contatta:

Re: VENTOTTO GRAMMI LAVATO secondo romanzo comico di Alessandro Venturini

Messaggio da leggere da carlo » 08/11/2012, 3:40

ciao Alessandro, complimenti e in bocca al lupo per il tuo romanzo!

Rispondi